Finale Coppa Veneto Juniores, Lia Piave-Malo.

Siamo arrivati quindi al termine anche di questa agguerritissima competizione, a spuntarla nel girone A è stato il Malo di mister Shehu-Sidi che all’ultima giornata è riuscito a fermare la Calidonense di mister Benetti, passando per numero di gol fatti. Il Lia Piave invece ha lasciato terra bruciata ovunque nel girone B, passando con tre vittorie e punteggio pieno. Grande prova di forza quindi per la compagine di mister Cescon che oggi dovrà misurarsi nuovamente con una compagine della categoria élite, dopo aver battuto nei gironi l’Eclisse Careni Pievigina. Si gioca in campo neutro nel magnifico impianto della Luparense, i pronostici parlano di equilibrio totale e qualsiasi risultato possibile e fin dal riscaldamento si nota come entrambe le formazioni siano completamente concentrate sul match imminente.

Lia Piave-Malo: (2-1) 3-1 

Lia Piave: Rizzetto, Scumparin, Gabrielli (68’Cadamuro), Cappelletto, Tolotto, Modolo, Gouem (80’Zottarelli), Padoan (70’Dal Bo), Rezzou (63’Taborra), Roma, Zemper (87’Zambon). A disp. Curtolu, Cadamuro, Zottarelli, Zambon, Taborra, Dal Bo, Zamatta, Damiel, Bildoggia. All. Paolo Cescon.

Malo: Funcis, Brandi, Clementi, Tecchio, Balcarin, Cormolo (60’Dal Pra), Lorenzato, Zamella, Fontana, Dalle Molle, Vanzo (75’Cazzola). A disp. Dami, Daja, Dal Pra, Sbalbo, Cazzola, Scurzato, Stanzione. All. Shehu-Sidi.

Reti: 5’pt Cappelletto (LP), 30’pt  Vanzo (M), 39’pt Rizzou (LP), 15’st Gouem (LP)
Arbitro: Davide Tiozzo Fasiolo di Chioggia

 

Alla stadio comunale Gianni Casée di San Martino di Lupari (PD) va in scena quindi la finale di Coppa Veneto Juniores tra Lia Piave e Malo. Il Lia scende in campo con divisa gialla e spalle blu e pantaloncini bianchi, mentre il Malo risponde con un classico completo nero, disomogeneo solo nelle linee bianche ai lati della maglia. Il cielo è infausto con giocatori e spettatori e al fischio d’inizio la pioggia continua a scendere accompagnata dal vento, connubio ormai consolidato in questo atipico mese di Maggio. Per nostra fortuna la grande tettoia accoglie e ricopre gli accorsi sostenitori, che si fanno sentire da entrambe le parti fin dalle prime battute. Un 4-3-3 speculare quello messo giù dai due mister, che incanalano subito la gara su binari offensivi. Sentore confermato immediatamente quando al 5′ si fa subito avanti il Lia Piave: calcio d’angolo dalla destra per i trevigiani, parabola tagliente di Rezzou a centro area a pescare bene Cappelletto che anticipa l’uscita di Funcis, scavalcandolo con l’incornata che vale il fulmineo vantaggio del Lia. Esplode quindi il pubblico trevigiano, con la gara che si fa subito infuocata e dai ritmi forsennati. Al 7′ infatti prova a reagire immediatamente il Malo, con Zamella che serve una palla d’oro dentro per Dalle Molle, il ‘diez’ temporeggia al limite e serve sulla sinistra Vanto che si accentra ed esplode il sinistro, ma la palla termina sul fondo. Al 9′ è ancora il Malo a spingere sul pedale, quando dalla destra Fontana fa partire un traversone ad uscire diretto ancora a Vanto: il numero 11 non ci pensa due volte e calcia di prima intenzione, ma è bravo Rizzetto a bloccare in due tempi sul primo palo. Passati i primi dieci minuti di fuoco, le due squadre prendono le misure dell’avversario, la palla scivola molto e in questa fase vengono sfruttate molto le fasce, piuttosto che le combinazioni centrali. Al 27′ torna a far paura il Lia: sempre sugli sviluppi di un corner infatti Tolotto si impossessa della sfera nei pressi dell’area piccola e calcia forte in girata, ma è bravo Funcis a deviare in angolo il potenziale raddoppio dei trevigiani. Passano tre minuti però ed è il Malo a trovare il gol del pareggio: l’azione parte dalla sinistra con Dalle Molle che sfonda al limite dell’area ed imbecca sul filo del fuorigioco Fontana, il quale a tu per tu con Rizzetto serve a porta vuota Vanto che non può sbagliare e di piatto riporta tutto in parità. Pareggio meritato del Malo per quanto visto fin’ora, ma il Lia Piave non ci sta e a testa bassa torna alla carica alla ricerca del nuovo vantaggio. Vantaggio che arriva solamente qualche minuto dopo, quando al 39′ Modolo riceve palla sulla destra e pennella in mezzo un assist perfetto per Rizzou che completamente solo sul secondo palo, prende in contro tempo Funcis e di testa fa 2-1 per il Lia Piave. Finisce quindi 2-1 il primo tempo di una gara combattutissima, giocata da subito a viso aperto da entrambe le formazioni e molto piacevole, con il Lia Piave più cinico e freddo nelle occasioni create. La seconda frazione inizia sempre sotto la pioggia battente ed è il Malo che prova subito a rimettersi in carreggiata, quando al 53′ una combinazione centrale libera Vanto tutto solo davanti a Rizzetto: il numero 11 può anche servire Dalle Molle ma all’ultimo salta il portiere e calcia a botta sicura di sinistro, con la palla che colpisce clamorosamente il palo pieno per poi essere liberata dalla retroguardia del Lia. Occasione clamorosa quindi per il Malo: i vicentini non possono permettersi certe leggerezze a questo punto della gara e il Lia Piave è pronto a punire la poca lucidità dei blacks. Il primo campanello d’allarme arriva al 56′ quando sempre da corner è ancora Cappelletto a saltare più in alto di tutti e a girare sul secondo palo, chiamando all’intervento in tuffo Funcis. Ma la maledizione gol sbagliato-gol subito si completa al 60′ quando il Lia trova il doppio vantaggio in contropiede: è bravo Rizzou a tenere palla sulla destra e far partire la manovra servendo centralmente Modolo, il quale imbecca perfettamente Gouem che solo davanti a Funcis opta per un delizioso tocco sotto che supera l’estremo difensore ed entra in rete baciando il palo più lontano. 3-1 quindi per il Lia Piave dopo che dieci minuti prima il Malo aveva avuto l’occasione d’oro per il pari, mentre ora i vicentini sono chiamati all’impresa nell’ultima mezz’ora di gioco. Arriva quindi una girandola di cambi da entrambe le parti per inserire forze fresche ma l’inerzia della gara non cambia ed è il Lia Piave nel finale ad andare più vicino al 4-1 in contropiede che non il Malo ad accorciare le distanze. Finisce così la finalissima di Coppa Veneto che vede quindi trionfare, tutto sommato meritatamente, il Lia Piave di Paolo Cescon, autore di un stagione straordinaria e una Coppa Veneto di sole vittorie. Tra i migliori in campo per i trevigiani i fuori quota Rizzou e Roma là davanti e il centrale Cappelletto, solido e bravo a sbloccare la gara nei primi minuti. Onore però anche al Malo che dopo il secondo posto nel girone élite deve accontentarsi del secondo posto anche nella Coppa Veneto, nonostante le prestazioni raccontino di una signora squadra, miglior attacco del girone A élite con 53 reti. Nonostante la sconfitta buone le prestazioni di Fontana e Zamella, cuore e cervello di questa squadra, mentre il Lia Piave ha il merito di aver reso inoffensivo Dalle Molle, bomber vicentino dei gironi di Coppa Veneto. Complimenti quindi al Lia Piave per il trionfo, ed ora un po’ di meritato riposo per la categoria Juniores, che tornerà a impegnarci i weekend con le amichevoli estive di questa estate.

Grazie di essere stati con noi, alla prossima stagione.

 Thomas Ardieli

 

 

Nato a Verona il 04/06/1998, si è diplomato al Liceo Scientifico Primo Levi; è iscritto alla Facoltà di  Scienze Naturali all’Università di Padova. Scrive per la testata Giovanigol per conseguire l’iscrizione all’Ordine come Giornalista Pubblicista. In Redazione avrà l’incarico di seguire il campionato Juniores Regionale, oltre ad occuparsi di cronache ed approfondimenti.

© La divulgazione non autorizzata di articoli e di fotografie lede i diritti di autore. (art. 10, comma 1, Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie) Riproduzione anche parziale vietata, con qualsiasi mezzo, compresi screen shoot o copia incolla. Facciamo gli sportivi anche su Internet.