Ambrosiana Calcio. Presentazione della stagione 2019-2020.

Domenica 28 luglio, è tempo di presentazione anche per il Gruppo Sportivo Dilettantistico Ambrosiana che all’Osteria Perbacco di Sant’Ambrogio si presenta ufficialmente a stampa e tifosi per dare il via alla stagione 2019/2020. A presentare l’evento il giornalista e scrittore Andrea Nocini supportato dalla collaboratrice Anthea Scarsini che inizia con l’elencare ad uno ad uno i calciatori e lo staff tecnico della nuova rosa rosso-nera che per il terzo anno di seguito parteciperà al campionato nazionale di Serie D.

Tra i nuovi acquisti spicca maggiormente il giovane portiere Piotr Zalewski, classe 2001 di nazionalità polacca proveniente dall’Under 18 del Brighton & Hove Albion F.C., club inglese militante in Premier League.

Dopo le presentazioni di nuovi e confermati prende parola il presidente Gianluigi Pietropoli, talmente emozionato da attribuire a Sesto San Giovanni, comune della Città Metropolitana di Milano dove l’Ambrosiana si era recata nella scorsa stagione per una trasferta, una popolazione di 800.000 abitanti (forse meglio togliere uno 0), ma d’altra parte l’emozione è giustificata ricordando una salvezza ottenuta al 118’ dei tempi supplementari dei playout disputati in casa del Darfo Boario.
E mentre sullo sfondo continuano a scorrere proprio le immagini dell’ultimo atto del 2018/2019 il patron rosso-nero ripercorre alcuni momenti dell’anno concluso sottolineando l’impresa di una realtà come l’Ambrosiana, squadra di un paese di 4.000 abitanti capace di confrontarsi con realtà storiche del calcio italiano come Como, Mantova e Pro Sesto. Dopo le commosse parole del presidente, interventi nell’ordine del vice-presidente Mauro Testi, del direttore sportivo Mattia Bergamaschi, dell’allenatore della prima squadra Tommaso Chiecchi, ex calciatore professionista (tra le tante Chievo, Lumezzane, Foggia e Lecco) al sesto anno sulla panchina dei “Diavoli della Valpolicella”, del capitano Dario Biasi, autore del goal del 2-3 nei playout che ha garantito all’Ambrosiana la permanenza in D e infine degli immancabili rappresentanti della delegazione FIGC provinciale di Verona, il consigliere regionale Mario Furlan e il segretario, Ilaria Bazzerla.

C’è poi spazio anche per il sindaco di Sant’Ambrogio di Valpolicella, Roberto Zorzi accompagnato dagli assessori comunali e per Maurilio (ma forse è meglio dire Milo) Manara, fumettista italiano conosciuto in Italia e all’estero per il fascino sensuale delle sue tavole (così su Wikipedia) ma che forse più semplicemente non ha bisogno di particolari presentazioni.  Milo Manara infatti dopo aver ideato lo stemma dell’Ambrosiana negli anni ’80 ha effettuato un restyling per lo stesso logo, così Manara risponde alla domanda di Nocini sul suo ritorno: “Sono tornato perché mi è stato chiesto, siccome la squadra cominciava ad arrivare a livelli troppo alti per avere un logo che ricordava un po’ troppo quello del Milan, allora mi hanno chiesto, mantenendo sempre il soggetto di cambiarlo un po’,  e io l’ho cambiato del tutto e invece del diavoletto di profilo l’ho realizzato rivolto con lo sguardo dritto e più grafico diciamo, poi ovviamente se deve portare fortuna allora quando vincete il merito è anche mio”  rivolto sul finale ai giocatori.

In chiusura, appello del  presidente Pietropoli ai tifosi rossoneri per la campagna abbonamenti già avviata dalla società sul proprio sito web ufficiale.

L’Ambrosiana parallelamente alla Serie D prenderà inoltre parte per il terzo anno consecutivo al campionato Under 19 (Juniores) Nazionali sotto la guida di Beppe Pugliese, ex terzino Hellas. Al primo anno sotto la guida di Andrea Danese, arrivò la vittoria nel Girone E dopo una corsa galattica trascinata dalle 26 reti di bomber Nicolò Righetti, oggi nel rooster della prima squadra, e dei gemelli Marco e Simone Dall’Ora; corsa che si fermò solo agli ottavi di finale per lo scudetto. Nell’ultima stagione invece con la squadra affidata all’emergente Davide Chizzoni Susani, proveniente dalla Paluani Life con la quale raggiunse nella stagione 2016/2017 una finale provinciale Allievi persa solo ai rigori del “Bentegodi” contro il Team Santa Lucia Golosine, è arrivato un 13° posto frutto di una rosa quasi completamente rinnovata che proverà a migliorare il piazzamento nel prossimo campionato.
Sono sei i ragazzi della juniores già aggregati attualmente all’organico di Serie D, tre dei quali modelli per le nuove divise 2019/2020 ovvero Derich Atta, Jacopo Zivelonghi e Nicola Accordini, oltre a Leonardo Martini, Rodney Buah e il veloce Nicola Rescigno (campione provinciale nei 100 metri piani ai giochi sportivi studenteschi).

Tutto pronto quindi in casa Ambrosiana anche per quanto riguarda il settore giovanile che conta circa 250 tesserati dove oltre al campionato nazionale juniores si parteciperà anche al campionato Under 17 Elite e Under 15 Regionale per quanto riguarda l’agonistica, un club divenuto ormai di riferimento nel panorama calcistico veronese e veneto che non ha certamente voglia di smettere di far parlare di sé.  

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.