Giovanissimi Elite A- Commento alla giornata 21.
di Enrico Brigi.

Nella sesta giornata del girone di ritorno la notizia è sicuramente il pareggio del Giorgione, il secondo consecutivo, questa volta in casa dei veronesi dell’Alba Borgo Roma che hanno obbligato la capolista a un finale senza reti. L’incontro è stato combattuto, con leggero predominio territoriale degli ospiti che hanno avuto le occasioni migliori senza tuttavia riuscire a concretizzarle. Questo il commento a fine gara del tecnico di casa Marcello Silvano: «Oggi abbiamo visto una bella partita. Loro si sono dimostrati superiori ma noi, per quanto possibile, abbiamo cercato di rispondere colpo su colpo. Il pareggio vale molto per noi mentre è un po’ stretto per il Giorgione». L’occasione del mezzo passo falso del Giorgione, però, non è stata adeguatamente sfruttata dai vicentini del Montecchio, usciti sconfitti di misura dal confronto casalingo con Alto Academy (rete di Dalla Vecchia ndr). Alle spalle delle due battistrada si fanno sotto Legnago e Tombolo Vigontina. La squadra della “Bassa” ha rifilato un tennistico 6-0 al Bocar Juniors Camp mentre la compagine padovana si è sbarazzata con un “rumoroso” 5-1 dell’Atletico Città di Cerea. In coda arriva una salutare boccata d’ossigeno per il Caldiero (in immagine di copertina il mister Andrea Merzari) che battendo per 2-0 ( reti i Turazza e Bressan) il Calvi Noale, ha conquistato la quint’ultima posizione, fuori, almeno per ora, dalla zona retrocessione.(leggi la cronaca qui). I termali hanno disputato una buona gara, segnando una rete per tempo mentre gli ospiti sono apparsi quasi rassegnati. La giornata si è chiusa con la vittoria per 1-0 del Campodarsego sul Malo e con il poker rifilato dall’Este al Mestrino Rubano. Con questa gara i padroni di casa proseguono la corsa verso il secondo posto mentre gli ospiti rimangono pienamente invischiati nella lotta per la salvezza. Così al termine i commenti dei due allenatori. Filippi Luca (Este): «Il Mestrino ha disputato un buon inizio di gara poi, dopo aver trovato la rete del vantaggio, la partita è stata abbastanza in discesa. Sono molto soddisfatto della squadra, il nostro obiettivo è quello di arrivare nelle prime cinque». Varotto Marco (Mestrino Rubano):« Dopo un buon primo tempo, terminato in svantaggio, nella ripresa abbiamo subito altre tre reti . La prestazione della mia squadra è stata comunque sufficiente, il risultato finale è fin troppo pesante. Con la giusta determinazione e un gruppo coeso, l’obiettivo della salvezza rimane per noi raggiungibile».

La classifica, detto del Giorgione, vede cinque squadre (Montecchio, Legnago, Tombolo, Alto Academy, Este) raccolte in tre punti, tutte in corsa per il secondo posto. In coda mette fuori la testa il Caldiero (21) che lascia alle spalle Malo (20) e Mestrino Rubano (18). Rimangono tranquille, almeno per il momento, Alba Borgo Roma (27) Campodarsefgo (25).

Nel prossimo turno calendario favorevole per il Montecchio contro il Calvi Noale mentre spiccano due testa coda interessanti come Malo-Este e Mestrino Rubano-Legnago. Ci sono, poi, i match Villafranca – Campodarsego, Alto Academy – Alba Brgo Roma, Bocar Juniors Camp – Tombolo Vigontina  e  il derby Atletico Città di Cerea – Caldiero dove gli ospiti cercheranno di tornare a casa con un risultato positivo, molto importante in chiave salvezza.

Il turno di pausa spetta questa volta alla capolista Giorgione.

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.