Allievi Provinciali. Fase elìte, giornata 3.

Siamo già arrivati alla terza giornata della fase elìte del campionato allievi provinciali e per i 36 team della provincia veronese è arrivato il momento di dare un’ occhiata alla classifica del proprio girone, ricordando che solo le prime quattro squadre di ogni raggruppamento accederanno ai due gironi finali del torneo.

Per quanto riguarda il girone A solo due squadre hanno vinto tutti e tre gli incontri sino ad ora disputati, queste sono lo Zevio di Christian Piasere e il Valpolicella, staccate di tre punti troviamo l’Atletico Città di Cerea, il La Vetta, il Mozzecane e il quotatissimo Caldiero di Roberto Albertini incappato nel primo stop della stagione alla prima giornata contro il Cerea. Preoccupazioni nel territorio delle Terme: non si ripeterà mica la storia dell’anno scorso?Sembrano queste le squadre con l’attrezzatura giusta per tentare la difficile scalata alle finali e questa domenica vedremo già i primi scontri diretti come Atletico Cerea- Mozzecane e La Vetta-Valpolicella (già incontratesi nella

S. Marco All Pr C ( All. Marco Moretti)

prima fase in un match terminato 1-1).

Abbastanza comodo l’incontro di Albaronco che dovrebbe proiettare i bianconeri dello Zevio in testa alla classifica, mentre c’è molta curiosità sulla trasferta del Caldiero sul campo del San Marco guidato da Marco Moretti, dove l’anno scorso suonò il primo campanello d’allarme per la crisi dei gialloverdi.

Nel girone B, invece, come pronosticato è balzato in testa il Concordia di mister Tacconi con due vittorie ed un pareggio ma la vittoria con l’

Concordia All Pr Savi Roberto

Isola Rizza è stata veramente sofferta e un pareggio ci stava tutto. Bene il Concordia con i soliti Ghirlanda e Pollina e “l’eroico” capitan Savi che è stato più volte oggetto dei complimenti avversari, ma la gara è stata vinta dal centrale Grigolo che ha imbeccato l’azione vincente conclusa da Gagliardi.  L’Isola Rizza dal canto suo ha messo in mostra una parure di gioielli dal piccolo ma pungente Malagnini, agli attaccanti Zuliani e Lanza, all’esterno basso con licenza di avanzare Cazzola. Vince il Concordia per 3-2 a fatica e il finale riserva spazio al nervosismo come al solito per “colpa” dell’arbitro. Al triplice fischio finale risuona un brutale “venduto” all’indirizzo del giovane direttore di gara, il che dovrebbe far riflettere le società nella costante “educazione” dei genitori troppo spesso tifosi curvaioli.
Questo girone si presenta più equilibrato rispetto al primo visto che dietro ai viola di Borgo Milano ci sono ben sei squadre nel giro di due punti e queste sono: Povegliano, Isola Rizza, Garda, Pro San Bonifacio, Colognola ai Colli e Aurora Cavalponica. In particolare l’Aurora  di Stefano Romellini sembra avere del carburante a lunga progressione che le permetterà di arrivare in ottima condizione al termine della fase elite. Domenica ospiterà il Concordia in buona salute e sarà una gara tutta da vedere, soprattutto sarà scontro tattico di panchine.
Nel prossimo turno spicca anche un accattivante Isola Rizza-Povegliano mentre è da prevedere una scalata della ProSambonifacio, allenatore Mattia Benin, ai piani alti della classifica.

Non c’erano dubbi che nel girone C sarebbe stata la Scaligera di mister Quattrina e bomber Tegani (già a tre reti in tre partite) a far man bassa nel girone. Praticamente Quattrina ha mantenuto il telaio dei Giovanissimi della scorsa stagione che si erano messi in mostra per la difesa meno perforata di tutti i campionati provinciali, difesa che è stata rinforzata dal centrale Segalla  proveniente dai campionati professionisti (Feralpi Salò).
Fanno compagnia a pari punteggio,  agli isolani  i biancorossi del Nogara guidati da Ghisellini Enrico che sembrano avere tutti i numeri per “scortare” la Scaligera fino alle fasi finali: si sono messi in mostra l’esterno alto, bomber della squadra, Mantovanelli Andrea e la difesa impostata su capitan Lorenzetti e sull’ottimo portiere Poltronieri che nelle prime tre gare della fase elite ha subito solo una rete.
Nel prossimo turno i due momentanei leader riceveranno rispettivamente le visite di Sommacustoza e Montorio entrambe a 6 punti, in due gare che si preannunciano scoppiettanti e fondamentali per inquadrare le gerarchie del

Sommacustoza R:G: Montresor Domenico

girone, la quinta e finora ultima squadra che si è distinta nel girone è il Bevilacqua che ha conquistato un bottino di 7 punti frutto di un pareggio contro l’Avesa di Tacchella (al momento sesta con 5 punti) e di due vittorie contro Porto Legnago e Sommacustoza. La quarta giornata propone due incontri di egual calibro: Nogara-Montorio e Scaligera-Sommacustoza con le squadre ospiti a punti 6 e che cercheranno almeno un punto dalla trasferta contro le due capoliste.