♥ Juniores Nazionali E. Giornata 7 di ritorno.

Per la settima giornata di ritorno del girone E del campionato Juniores Nazionali si affrontano allo stadio “Montindon” di Domegliara l’ Ambrosiana di Danese e il Legnago Salus di Corestini, nel quinto derby veronese di questo campionato. I padroni di casa, protagonisti sino a qui di un campionato più che sorprendente, arrivano all’ appuntamento al primo posto e reduci dalla vittoria in trasferta per 4-0 sul campo della Correggese; gli ospiti invece dopo la vittoria per 3-2 sul Lentigione si trovano in una posizione di centro-classifica.
Con la vittoria di oggi i rossoneri tengono a distanza  le prime due inseguitrici, vittoriose negli scontri diretti nella zona play off: VirtusVecomp vince in trasferta a Castelvetrano (0-6) mentre il Forlì supera per 3-2 il Rimini nel derby romagnolo.
Nel prossimo turno il Legnago riceverà il Santarcangelo mentre l’ Ambrosiana farà visita alla Virtus Vecomp in un match prima contro seconda tutto da vedere: al Gavagnin di scena il meglio del calcio veronese.

 

AMBROSIANA-LEGNAGO SALUS (1-0) 2-0

AMBROSIANA: Ceriani, Atta, Morandini (3’ st Rossi), Magagna ( 35’ st Pasetto), Margotto, Colella, Dall’ Ora M., Turrini ( 43’ st Cordioli), Cereser ( 1’st Castellani), Dall’ Ora S., Rebonato ( 8’ st Righetti) A disposizione: Salvagno, Varini, Zardini All. Danese Andrea

LEGNAGO SALUS: Rossignoli, Sarvese ( 32’ st Marostica), Zocco, Italiano, Genesini, Fogagnolo, Miatton, Lotfi, Pennacchio, Mantoan (13’ st Napolitano), Avanzini (45’ st Carniel) A disposizione: Chiper . All. Corestini Nicola

Arbitro: Simone Di Renzo di Bolzano
Reti: 4’ st Dall’ Ora S. (A), 40’ rig. Turrini

 

Partita emozionante e combattuta quella che si è giocata in un grigio pomeriggio di fronte ad una discreta cornice di pubblico. A prevalere sono stati i ragazzi di Andrea Danese che hanno così consolidato la leadership soffrendo non poco contro i biancoazzurri ben messi in campo da Nicola Corestini.
Dopo il vantaggio al quarto minuto dei padroni di casacon bomber Dall’ora,  sono gli ospiti biancocelesti a rendersi più volte pericolosi con le scorribande sulla fascia sinistra del veloce Avanzini; poco prima della fine del primo tempo arriva l’ episodio che sconvolge la partita: Atta interviene a gamba alta su Mantoan e il direttore di gara tira fuori il cartellino rosso (probabilmente esagerato) costringendo così la capolista ad affrontare tutta la seconda frazione di gioco con un uomo in meno.

Ambrosiana Jr Nazionali Andrea Danese

Danese corre ai ripari e sostituisce l’attaccante Cereser con il difensore Castellani. Il secondo tempo si apre con una grande occasione per il Legnago: dopo una serie di batti e ribatti va al tiro Zocco ma Ceriani vola salvando il risultato. Partita a questo punto frizzante e con continui capovolgimenti di fronte.
Dopo due ghiotte occasioni per l’ Ambrosiana prima con Simone Dall’ Ora e poi con il neo-entrato Righetti con la palla che per due volte sfiora il palo per poi spegnersi sul fondo, nuova grande palla-gol per il Legnago: Avanzini entra in area dalla sinistra e mette Miatton davanti al portiere, il numero 7 biancoceleste tentenna però nel tirare e si fa rubare il pallone da Ceriani in uscita.
A dieci minuti dal termine gli ospiti comprendono rassegnati che oggi la dea bendata non ha intenzione di sorridere in biancoazzurro: cross in mezzo dalla destra, colpo di testa di un attaccante del Legnago e respinta di Ceriani, accorre sul pallone Avanzini che ribatte a rete ma Ceriani questa volte risponde con il piede, la sfera carambola quindi sui piedi di Pennacchio che a porta vuota colpisce il palo.
Gol sbagliato, gol subito” vecchio detto che trova conferma dopo sei minuti perchè l’ Ambrosiana chiude la partita con un rigore trasformato da Turrini. Dopo cinque minuti di recupero l’ arbitro manda tutti sotto la doccia, consegnando all’ Ambrosiana tre punti a dir poco sudati contro un Legnago combattivo ma sfortunato.

Le reti: Ambrosiana in vantaggio al 4’ minuto, palla con il contagiri di Marco Dall’ Ora che mette Rebonato davanti a Rossignoli, il numero 11 rossonero serve però Simone Dall’ Ora che a porta sguarnita insacca.

Al 40’ del secondo tempo una palla scavalca Fogagnolo e starebbe per finire tra i piedi di Righetti che viene però steso dal difensore legnaghese. Per l’ arbitro non ci sono dubbi: rigore per i padroni di casa e cartellino rosso per Fogagnolo. Dal dischetto si presenta Turrini che con freddezza spiazza Rossignoli.

Migliori dell’ Ambrosiana, Magagna, centrocampista sempre presente sia in fase offensiva che difensiva e Simone Dall’ Ora, uomo più pericoloso e autore del primo gol.  Migliore in assoluto fra i rossoneri Andrea Danese, che ha dimostrato ancora una volta ( 2° posto  nella stagione 15-16 e 1° Posto Juniores Elite nella stagione 16-17) di saperci fare nella categoria Juniores, dove alle doti tecniche è necessario affiancare capacità motivazionali e tanta personalità.
Da segnalare per il Legnago le prove di Napolitano, neo-entrato che ha dato una marcia in più all’ attacco degli ospiti, e Avanzini, spina nel fianco della difesa rossonera e protagonista in tutte le azioni più pericolose.