Allievi Regionale A. Giornata 11. Ambrosiana-Azzurra Sandrigo.

L’ora legale non fa bene ai rossoneri ambrosiani che scendono in campo assonnati, i padroni di casa giocano per una buona mezz’ora sotto tono,  subendo la grinta agonistica del Sandrigo. Domenica favorevole per i vicentini che partono subito molto aggressivi e impostano il gioco fin dai primi minuti.
Bella prova di carattere per la formazione di mister Bassan, decisi a fruttare l’investimento della trasferta in pullman in terra veronese. Meritata la foto di copertina.
Ambrosiana abulica e senz’anima e non vale la scusa dell’ora legale.

 

AMBROSIANA – AZZURRA SANDRIGO  1-3

Ambrosiana: Russo, Indelicato ( 29’st Giacomelli ), Ben Ayzah (1’st Serbini ), Pasetto, Muzza, Damoli, Aldrighetti (1’st Cordioli), Saadat (1’st Gioia ), Ciresola (12’ Zivelonghi ), Accordini ( 21’st Catanzaro ), Olivieri. A disposizione: Piatto. Allenatore: Reichenbach

Azzurra Sandrigo: Bogdanic, Cortese, Spegiorin, Parise ( 12’st Bagnara ), Guerra, Borin, Isoscelli, (25’st Vicino ), Mascotto, Chemello (33’st Bassan), Poli (31’st Fortunato ), Lila (38’st Abis ). A disposizione: Mondin, Capozzo. Allenatore: Bassan

Arbitro: Bellorio di Verona.
Reti: 20’pt Chemello (AS), 27’pt  Mascotto (AS), 40’pt Olivieri (A), 17’st Lila (AS)

 

L’Azzurra Sandrigo prende subito l’iniziativa in modo piuttosto aggressivo ma subisce la prima vera occasione della partita quando l’Ambrosiana al minuto 15’ mette Olivieri solo davanti la porta, ma l’attaccante sbaglia il suo penalty in movimento. Gol sbagliato, gol subito; il Sandrigo si porta in area avversaria e al minuto 20, la palla che carambola sulla riga di porta di Russo,  porta l’attaccante Chemello, bomber nella classifica dei marcatori,  a spingere la sfera quel tanto che basta per segnare il gol del vantaggio. Al 25’ ancora un’occasione per l’ Azzurra Sandrigo con Isoscelli che non insacca un bel traversone servito in area da Lila.
Il Sandrigo merita il raddoppio che arriva puntuale al 27’. Calcio di punizione per i vicentini e gol di Mascotto che, di testa, devia in porta il passaggio da palla ferma.
L’ Ambrosiana si sveglia dal torpore e tenta la rimonta. Al minuto 38’ Saadat si inserisce bene dietro le linee difensive e appoggia la palla sul palo difeso dal portiere vicentino. I rossoneri accelerano il ritmo e trovano il gol allo scadere del tempo regolamentare con Olivieri che, raccogliendo la palla da calcio d’angolo, stoppa e insacca di destro all’incrocio dei pali. Bel gol ma troppo poco per le ambizioni di questa Ambrosiana.

I ragazzi di Sant’ Ambrogio vanno al riposo negli spogliatoi forse nel loro momento migliore.
Alla ripresa mister Reichenbach ridisegna la squadra con freschi inserimenti spostando il baricentro della formazione sulla tre quarti di campo, cercando una rimonta. Non basta il tempo di assorbire il nuovo modulo che, al minuto 17’st,  Lila si infila in area e segna il gol che chiude la partita. Colpiti e abbattuti, i rossoneri non trovano più lo spunto per impensierire la formazione vicentina. Occasione sprecata per l’ Ambrosiana che si vede superare in classifica anche dal Malo per la corsa al terzo gradino del podio.

Angelo Indelicato, Shoot di Francesca Cartolari.