Juniores Provinciali-Giornata 8/9

Cominciano a delinearsi le classifiche, anche se a parte nel Girone A, la guerra per la qualificazione rimane apertissima e senza esclusione di colpi. Proprio nel girone A ha risposto alle nostre domande Alberto Sivero, mister del Lazise, a seguito dell’epopea dei suoi nel match contro la seconda forza del campionato Saval, terminato 4-3 per i lacustri.

-Mister, prestazione superlativa quella contro la seconda compagine del campionato Saval, vittoria per 4-3 che evidenzia che potete ambire a qualcosa in più della vostra posizione in classifica oppure ha visto nel Saval una squadra non adatta al ruolo di inseguitrice del primo posto?-

Effettivamente la partita con il Saval è stata una roulette: siamo andati sul 2-0 a fine primo tempo, per poi trovarci sotto 3-2 a 10 minuti dalla fine. I ragazzi comunque non hanno mai mollato fino all’ ultimo secondo e hanno ottenuto una vittoria meritata a mio avviso, siamo stati sempre in partita senza abbatterci mai, contro una compagine battagliera che ci ha dato filo da torcere, ma non ci siamo mai dati per vinti, e nel finale siamo riusciti a raggiungere una bellissima vittoria, che ci darà la carica e la voglia di portare avanti il campionato nel migliore dei modi. Se i ragazzi sapranno ripetere prestazioni come quella di sabato scorso sicuramente potremo avvicinarci a ridosso delle prime della classe, non mi sento di fare ora un bilancio anche solo provvisorio, andiamo avanti partita per partita e poi tireremo le somme.”

Prossima partita delicata nel campo ostico di Palazzolo, una vittoria rianimerebbe le ambizioni secondo posto?-

Contro il Palazzolo scenderemo in campo con la solita determinazione e caparbietà, che io e il mio vice e prezioso amico Marco Migliorini cerchiamo di trasmettere ai nostri ragazzi, confrontandoci sempre sulla formazione da schierare. Difficile per sabato prevedere un risultato, vincerà chi avrà più fame. Noi ci affideremo a una prestazione di tutto il gruppo tra il quale è da sottolineare il momento di forma di Tommaso Leoni, classe ’99 seconda punta che sicuramente sarà una pedina importante anche nel match di sabato”

Nelle altre gare del girone La Vetta sfrutta il passo falso del Saval e con un 5-0 esterno al Real San Massimo si lancia in fuga a +6 sulle inseguitrici. Raggiunge il Saval l’Arbizzano che la spunta 1-0 di misura sul Parona in una gara in cui il risultato più consono sarebbe stato forse un pareggio. Salgono le quotazioni del Valpolicella che si riconferma per 1-0 sull’ostico campo di Palazzolo ed è atteso nella prossima giornata dal derby col Valgatara, appena sotto in classifica e vincente 4-2 sul Pedemonte. Guadagna punti anche il San Marco, che batte 2-1 il Team San Lorenzo e si porta a quota 12. Chiude il girone la gara fuori classifica Peschiera-San Zeno B, finita 2-0 per i padroni di casa ma che non regala punti a nessuno.

Alpo Lepanto Jr Prov ( All. Marco Mengalli )

Nessuno contento neanche nella gara del girone B tra Noi la Sorgente e Alpo Lepanto, che termina sul 2-2 con qualche rimpianto per la formazione ospite di mister Marco Mengalli e il Ds Alessandro Melchiori, il quale ha risposto alle nostre domande.
-Melchiori, non siete andati oltre al pareggio con un Noi la Sorgente basso in classifica ma poco facile da affrontare, 2-2 giusto o meritavate di più?-

La squadra ha preso la gara un pò sottogamba ed è quindi per una questione psicologica che non abbiamo portato a casa i tre punti, a livello di occasioni meritavamo la vittoria ma è andata così. La squadra è competitiva per arrivare nelle prime quattro posizioni, anche perchè al buon gruppo dell’anno scorso si sono aggregati altri tre/quattro giocatori di buon livello e un ottimo Mister che è riuscito a creare un grande gruppo”

Prossima gara il bigmatch col San Zeno, il secondo posto dista solo 3 punti, vi ritenete una squadra che può lottare per la qualificazione o puntate solo a fare un bel campionato? Quello di sabato è una sorta di primo esame per testare a cosa potete ambire?-

Col San Zeno puntiamo come ogni partita ai tre punti, quelli di sabato sarebbero pesanti e manderebbero un messaggio chiaro alle avversarie, sono convinto che se giochiamo come sappiamo fare abbiamo tutte le carte in regola per portarla a casa. Servirà la conferma dell’ottimo momento di Mourad Bouaku, classe’99 capocannoniere del girone con 17 reti, e dei due pilastri difensivi Nicolò Fraccaroli e capitan Francesco Troiani, entrambi classe ’98, oltre che a una prestazione di livello di tutto il nostro organico. Approfitto di questa occasione per ringraziare il vice Mischi Marco e il responsabile degli juniores Chisso Claudio e Mischi Luigi”

 Nelle altre gare del girone il Rosegaferro mantiene il primato con un 4-2 in rimonta non privo di difficoltà in casa del Primavera, decisivo con una doppietta il bomber Philip Sarfo, capocannoniere della compagine di Mister Cordioli con un 11 reti. Perde terreno il Povegliano che non va oltre lo 0-0 con il Gabetti Valeggio, ne guadagna invece il Sommacustoza che espugna 4-1 Castel d’Azzano con la tripletta del solito Davide Bertolaso sempre più decisivo con le sue 13 marcature. Tiene il passo anche il San Zeno che con lo stesso parziale (4-1) supera dopo un primo tempo in equilibrio il Mozzecane, nota positiva Aldegheri autore di una doppietta. Cade contropronostico il Borgo Trento, che in casa era sempre stato un avversario non facile, ai danni del Quaderni per 2-1. Chiude il girone il poker dell’Olimpia Ponte Crencano contro l’innocente Croz Zai, sempre alla ricerca dei primi punti in campionato.

Campionato che sabato nel girone C ha sorriso alla Scaligera, vincente 3-1 contro la corazzata Aurora Cavalponica, a discapito dei pronostici a favore degli ospiti. Mister Alessandro Ghirigato ha risposto alle nostre curiosità.
-Mister, vittoria inaspettata quella contro l’Aurora Cavalponica, squadra che punta a vincere il campionato e che ha iniziato benissimo, è stata più una loro partita sottotono o una vostra prestazione superlativa?-

Sabato e’ stata una partita molto tirata ben giocata da entrambe le squadre. Noi siamo partiti forte con 3 gol in 30 minuti, poi un nostro errore ha reso interessante anche il secondo tempo dove il gioco è stato in mano loro ma senza grossi pericoli. Ti confermo che sono un’ottima squadra e che noi ogni sabato schieriamo 4/5 nati nel 2001 quindi pagando anche fisicamente un po’ lo scotto dell’età.”

Prossima gara agevole sulla carta col fanalino di coda Isola Rizza, che non deve però essere sottovalutato, qual’è invece la squadra più in forma del momento che non vorrebbe trovarsi contro a questo punto del campionato?-

“Per l’Isola Rizza, ho abbastanza esperienza da non sottovalutare la partita anche se risulta facile sulla carta, ogni match infatti ha la sua storia e si nota ogni sabato con risultati a volte inaspettati. Squadra in forma vedo il Bovolone, che incontreremo tra 15 giorni, sarebbe da evitare visto gli ultimi risultati ma sarà un bel derby, tra due squadre che stanno facendo bene, per noi sottolineo il momento di forma di Francesco Gobbi, difensore 2001, grande ragazzo e giocatore che merita una chance tra i grandi.”

 Nel girone  C cade anche la Belfiorese non approfittando dello scivolone dell’Aurora. La capolista è infatta bloccata 1-0 dal finalmente rinato Raldon, con Rubinaccio di nuovo determinante dopo il gol vittoria della giornata scorsa contro lo Zevio. Si ferma anche il Cologna che pareggia 4-4 in un match sfavillante contro il Porto, appena dietro in classifica. Chi invece guadagna punti è il Bovolone che dopo un periodo nuvoloso ritorna a fare punti pesanti con il 3-2 rifilato all’ottimo Albaronco, scavalcato anche in classifica. Cerea e Zevio decidono di non farsi del male e ne esce un 1-1 che lascia l’amaro in bocca ad entrambe. Centra invece la prima vittoria stagionale la Sampietrina che espugna di orgoglio 4-3 il Casaleone. Chiude il girone il 3-0 del Sanguinetto ai danni dell’ora fanalino di coda Isola Rizza, ancora alla ricerca dei giusti equilibri.

Juventina Jr Prov (orribleselfie dell’all. Luca Righetti )

Equilibrio è la parola giusta per descrivere la situazione là davanti nel girone D, dove le prime tre corrono come forsennate e si riconfermano tutte. La capolista risponde al nome unico di Juventina Valpantena, che grazie al 2-1 sul Soave si mantiene a +2 sull’Intrepida (che ha però già consumato il turno di riposo). Mister Luca Righetti ha fatto il quadro della situazione sull’ottimo momento dei suoi.

-Mister, ottima vittoria per 2-1 nel mai facile campo del Soave, la quale vi fa consolidare il primo posto, che cosa vi sta permettendo in questo inizio di campionato di rimanere la davanti con buoni risultati?-

“Sabato abbiamo giocato una buona partita con un valido avversario. Il gruppo sta interpretando bene la stagione, lavorando sodo e ottenendo buoni risultati, siamo una squadre giovane, fatta eccezione per il fuoriquota classe ’97 Mattia Guerra, nostra punta e talismano. La nostra rapidità e la buona condizione fisica, oltre a una mentalità cinica, ci hanno permesso fin’ora di fare bene.”

Prossima gara altri tre punti obbligatori col Cadore, nella gara per la qualificazione, rispettando tutte, teme di più Intrepida, Colognola ai Colli o Illasi?-

Partite facili non ce ne sono, quindi aspettiamo il Cadore con la massima attenzione e concentrazione. Sono tutte e tre squadre temibili: Illasi ha un buon potenziale offensivo, Colognola invece ha una buona solidità difensiva e Intrepida (che ancora non abbiamo incontrato) non ha mai perso. Il girone in generale comunque sembra aperto a vari risultati e questo lo rende ancora più interessante e divertente.”

Tiene il passo la capolista l’Intrepida ancora imbattuta che mette le cose in chiaro a San Pancrazio con un pesante 9-1. Meno appariscente ma comunque efficace il 2-0 del Colognola ai Colli ai danni del San Giovanni Ilarione, che mantiene i padroni di casa in scia delle pretendenti al passaggio del turno. Vince anche il San Bonifacio con una manita al Real Monteforte (5-1) e si porta a -1 dall’Illasi in turno di riposo. Cade in casa la solidità dell’Avesa sotto ai colpi dell’ottimo Ares che la spunta per 3-2. Chiude la giornata lo scontro nelle zone basse tra Corbiolo e Cadore che contro pronostico regala tre punti ai padroni di casa, vincenti con un largo 5-1.


I Simpatizzanti di Giovanigol sostengono il calcio giovanile ad Amatrice