Juniores Regionale A. Pozzo-Cadidavid.

Il Cadidavid di Alessandro Roveda si laurea campione del girone A della Juniores Regionale e acquisisce il diritto di partecipare al prossimo campionato nella categoria Elite dalla quale mancava da tre anni e alla Coppa Veneto Juniores in programma a Maggio 2018.
E’ sttao un campionato dominato per molto tempo dal Montorio, poi decimato da infortuni e dall’esonero di mister Olivieri (serviva uno scossone allo spogliatoio diceva il presidente Peroni) ma alla fine ha prevalso la regolarità dei biancoazzurri e l’esperienza del mister capace di superare i momenti di crisi e i colpi di scena, come quello di Caselle dove la squadra è crollata (ma subito risollevata)  e come quello di ieri per il quale la squadra è stata chiamata d’urgenza al campo perchè l’arbitro aveva ricevuto una mail con inizio gara alle 15,30 anzichè alle 16,30.

Alla dirigenza del Cadidavid e all’allenatore, al quale auguriamo di restare nel Giovanile ( i ragazzi hanno bisogno di persone come lui), le sincere congratulazioni di Rodolfo Giurgevich e della Redazione tutta.

 

POZZO A.S.D. – CADIDAVID 0-5
Primo tempo: (0-2)
Arbitro: Fabio Cappellaro Verona
Reti: 40’pt rig. Arseni (C), 44’pt autog. (C), 22’st Arzenton (C), 38’st La Corte (C)

 

Caldo estivo sul campo Pasetto del Pozzo, ragazzi in tensione per un errore di comunicazione di orari e un Cadidavid che fatica ad andare in porta con un Pozzo pieno di grinta nel difendere la porta.  Primo tempo prova diverse volte Mussola ad andare in rete ma viene bloccato da Leoni che non gliela da’ vinta . Ci prova anche Brugnaro ad aiutare ma niente. Poi arriva un rigore molto in dubbio che sblocca la situAzione per il Cadidavid e a seguire un autogol di Adami che chiudono così il pt. Mister Roveda non sopporta vedere così i suoi ragazzi che non riescono come pensava chiudere la partita e inizia il secondo tempo con i cambi per “raffrescare” la squadra presa dal caldo e dall’emozione di vincere questo campionato.
Ma i ragazzi del Pozzo ancora non vogliono darla vinta così facile e s’impegnano sia dalla difesa che con Mischi in porta riesce a salvare qualche azione che dai compagni che purtroppo rimangono in dieci causa espulsione di Franchini appena entrato. La stanchezza e il caldo porta un altro rigore e poi altri due gol a favore del Cadidavid.
Fischio finale e Roveda con staff e ragazzi festeggiano il loro campionato vinto con pieno merito.

Foto e testo di Michela Montresor