Giovanissimi Provinciali, Fascia B.

 

Musica a palla a bordo campo. Fin dal fischio d’inizio era chiaro ai mister che sbraitare a squarciagola per dare disposizioni ai giocatori in campo sarebbe stato solo fiato sprecato. Dalla casse dei carri venivano fuori molti e molti watt di potenza tecno-hip-hop-dum dum casin. Musica a palla e strani spettatori a bordo campo. Insoliti. Divertenti, buffi personaggi. Indecifrabili identità. Né animali né umani. Caricature belle grandi. Parliamo delle figure allegoriche tipiche delle sfilate di carnevale. Se ne stavano lì, posteggiate, in attesa, al traino dei carri festanti, allineate proprio lì lungo la strada, poco oltre la recinzione del campo di via Ugo Foscolo a San Zeno di Mozzecane, e scrutavano i ragazzi della Paluani Life e le ragazze della Fortitudo con un’attenzione anche un po’ inquietante. Guarda che bel tiro! Forza ragazze, forza Fortitudo! Ovviamente, gli enormi faccioni delle “smorfie” del carnevale di paese tifavano per la squadra di casa. Una formazione tutta al femminile. Giocatrici volenterosissime  e caparbie che, tuttavia, non hanno potuto arginare quelli della Paluani i quali pure hanno giocato una partita sotto tono. Sarà stato che quasi tutto il primo tempo c’è stato questo insolito, distraente, chiassoso fattore carnevalesco lì proprio attaccato a due passi. Ma anche quando poi la distrazione è svanita con i carri e la musica che si allontanavano per le vie del paese, anche nel secondo tempo il gioco non è arrivato. Non quello solito che la Paluani dei Mister Massimo Zito e Damiano Zago sanno proporre, quasi sempre. Nessuna costruzione, e un’inspiegabile confusione. Qualche pasticcio e poco slancio sulle fasce, contrasti poco convinti e palle lunghe un po’ casuali. Questo un po’ da entrambe le parti, a dir la verità. Anche la Fortitudo ha tenuto, come dire, un profilo dimesso. Ma è una squadra che sta ancora cercando la propria dimensione. Le ragazze stanno facendo certamente del loro meglio, e non risparmiano energie. Ma l’avventura di questo campionato, da quando è cominciata, si sta rivelando per loro davvero piena di ostacoli. Pochi sono i punti finora guadagnati, probabilmente inferiori a quelli che la società stessa si aspettava. Comunque, da segnarsi sul taccuino senz’altro la prestazione della Magalini, portiere impavido nelle uscite, riesce a bloccare diverse incursioni in area non temendo assolutamente lo scontro fisico. Forse la migliore in campo. I gol alla fine non sono mancati. Quattro palle messe nella rete della Fortitudo non hanno però alzato l’asticella dell’emozione, senza nulla togliere ai marcatori. Ad ogni modo, il risultato della 13° giornata lascia la Paluani al secondo posto (con l’Intrepida) con i suoi 33 punti nella classifica del Girone L, Giovanissimi B 2004, guidata dall’Avesa a 36 punti.

Fortitudo Mozzecane – Paluani Life (0-2) 0-4

Fortitudo Mozzecane: Magalini (P),Alonzo, Bernardi, Bragantini, Ronca, Gola, Pelorosso, Zanotti, La Vita, Pachera, Volgari, Zanca, Degon, Sartori. All. De Battisti A.

Paluani Life: Rabitti (P), Ghedini, Poccetti, Massella, Mannella, Sandrini, Righetti, Dal Maso, Dusi, Andreoli, Avesani, Ferretto (P), Ottolini, Migliorini, Corradi, Ferraretto, Brancato, Bertolasi. All. Zito M. – Zago D.

Arbitro: sig. Badr Massaoud (A.i.a. Verona)

Reti: Righetti (17’pt), Avesani (18’pt), Dusi (2’st), Dusi (13’ st)