Errore burocratico in Ambrosiana-Speme, gara non omologata

Gentile Lettore, ti informiamo che questo articolo è riservato ai Simpatizzanti.
Se sei già registrato inserisci nome utente e password qui sotto; in alternativa Registrati come Simpatizzante e versa la rispettiva quota annua.


registrati come Simpatizzante

Sei già registrato? Entra da qui

Comments

  • mirco.panato

    ONORE ALLA SQUADRA PIU’ FORTE… e ieri l’Ambrosiana ha giocato meglio della Speme… Detto ciò, il signor Indelicato, ha omesso di scrivere che non è stato dato all’inizio un penalty su Leoni e che che si sono verificati alcuni comportamenti non propriamente sportivi che hanno visto la discussione tra il Mister dell’Ambrosiana e PANATO… Come per esempio un’azione d’attacco della Speme durante la quale si è fatto male un giocatore dell’Ambrosiana… Dopo essersi accorto dell’infortunio, PANATO ha spedito in out il pallone, ma è stato intercettato dai difensori stessi dell’Ambrosiana che non curanti del compagno a terra, hanno trasformato l’azione in offensiva… DI FRONTE A QUESTO, NON C’E’ RICORSO CHE TENGA e se nella forma l’Ambrosiana VINCERA’ A TAVOLINO (perchè sul campo non c’è riuscita), a livello sportivo si è dimostrata molto piccola… LO TESTIMONIA IL FATTO CHE IL MISTER E’ STATO ESPULSO per continue proteste su fatti inesistenti… CHI SCRIVE QUESTI ARTICOLI DOVREBBE ESSERE UN PO’ PIU’ OBIETTIVO e non solo vedere il bicchiere mezzo pieno dalla sua parte… PS: IL RIGORE DATO ALL’AMBROSIANA NON era rigore… e qualcuno prima di venire ad arbitrare certe partite, dovrebbe ripassare bene il regolamento… COMUNQUE RIBADISCO IL FATTO CHE L’AMBROSIANA HA GIOCATO MEGLIO, ma ha perso il calcio con questi ricorsi da scrivania INUTILI

    • Zuppa

      Quando si va ad assistere una partita in special modo di settore giovanile sarebbe opportuno fare un tifo sano per la propria squadra, ignorando gli avversari e concedere ai arbitri specie se giovani la possibilità di sbagliare, sicuramente passeremmo ai giovani un messaggio importante per il loro percorso. Sicuramente gli allenatori e dirigenti devono dare l’esempio. Riguardo ad eventuali ricorsi o vittorie a tavolino voglio ricordare che prima di mettersi alla guida di un mezzo bisogna avere la patente , quindi nel caso sapere il regolamento è fondamentale sia per allenatore che dirigente e non pretenderlo solo dall’arbitro. In pratica facciamo tutti la nostra parte a favore del calcio ma soprattutto per il sociale. Adriano Zuppini D.S. VirtusVecomp

Previous post

Paluani Life senza avversari, Connola e Nosè sempre a segno

Next post

Zevio consolida il secondo posto con una doppietta di Aldegheri