Juniores Elìte girone A. Sona Calcio – Bussolengo.

Per il recupero dell’ ottava giornata del campionato Juniores Elìte si affrontano sul manto erboso di Sona, il Sona Calcio di Sembenini, che dopo la vittoria a Monselice vuole proseguire in questa sua ricerca di punti per poter arrivare a disputare i playout, e il Bussolengo di Giarola, che veleggiando in tranquille acque di centro classifica sta serenamente portando a termine il proprio campionato.
Come altre volte, mister Giarola ha dato lezione di cinismo che i suoi ragazzi sembrano aver ben assimilato. Sona propositivo e in certi momenti anche armonico, ma poco concreto.

 

SONA – BUSSOLENGO (0-0) 0-2

SONA: De Guidi, Lippa, Sturnig, Dolci, Lavarini (42’st Altobello), Bissolo, Residori, Otera (11’st Appiah), Filetti (23’st Leardini), Rossi, Piubello A disposizione: Ferrari, Tallillo, Lo Bello Allenatore: Sembenini Nicola

BUSSOLENGO: Zocca, Residori (30’st Poli), Benetolo, Bottura, Sorio, Scarsini, Pizzini (25’st Ledro), Friggi (45’st Ippoliti), Lombardi, Vassanelli (5’ st Montresor), Brugnoli (33’st Ferri) A disposizione: Scandola, Bianchedi Allenatore: Giarola Marco

Arbitro: Michele Franchini di Verona
Reti: 35’st Friggi (B), 45’ st Ferri (B)

Primi venti minuti del primo tempo di studio con nessuna delle due compagini che si sbilancia alla ricerca della rete, poi il Sona comincia a spingere, incursione dalla destra di Filetti che entra in area e lascia partire un collo pieno sul quale è attento Zocca. Cinque minuti dopo Rossi entra in area, questa volta dalla sinistra, e mette in mezzo un pallone velenoso sul quale Scarsini, nel tentativo di allontanare, per poco non trova l’autorete. E’ l’ ultimo acuto di un primo tempo molto fisico e avaro di emozioni.

Dopo il riposo gli ospiti tornano in campo più determinati, all’ ottavo minuto lancio millimetrico di Bottura per Brugnoli che arrivato davanti a De Guidi si fa però ipnotizzare, storpiando il tiro che si spegne sul fondo.
Arrivati al 34’ minuto di gioco le squadre sembrerebbero accontentarsi dello 0-0 ma l’ arbitro Michele Franchini (oggi non impeccabile) concede un dubbio penalty al Bussolengo per un contatto tra Dolci e Bottura in area di rigore. Dal dischetto va Friggi, De Guidi tocca, ma non basta: 0-1.
Il Sona cerca allora di spingere per arrivare al gol del pareggio e mister Sembenini passa da un coperto 4-3-3 ad un più aggressivo 3-4-3 sostituendo il centrale Lavarini (oggi sceso dalla prima squadra) con l’attacante Altobello. L’occasione più ghiotta per i rossoblù padroni di casa arriva al secondo minuto di recupero, preciso servizio di Dolci per Piubello, che davanti al portiere si coordina però male ed effettua una conclusione che termina altissima.
E oggi più che mai viene applicata la vecchia legge del calcio: “Gol sbagliato, gol subito”, visto che due minuti dopo, su un azione di contropiede ospite con il Sona sbilanciato in avanti alla ricerca del gol del pareggio, Lombardi serve il subentrato Ferri, che sigla il gol dell’ ex chiudendo così i conti.
Per l’ ennesima volta nel campionato il Bussolengo di Marco Giarola si dimostra squadra solida, opportunista e maestra della gestione delle partite. Per il Sona invece sarà fondamentale fare punti nei prossimi quattro incontri contro Virtus, Seraticense, Montecchio e San Martino per sperare in un piazzamento playout.