Giovanissimi Provinciali. Juventina-AlbaBorgoRoma.

 

JUVENTINA – ALBABORGO ROMA 1-6 (1-2)

JUVENTINA: Cambioli, Caddeo, Fasulo Galileo, Gallo, Orlandi, Salvetti, Dalla Riva, Pernigo, Mantovani, Stefanoni, De Fabritiis. A disposizione: Zanoni, Olivieri, Grazioli, Annichini, Bombieri. All.

ALBABORGO ROMA: Trettene (Mignolli 52’), Locatelli, Chiriac (Piccoli 52’), Manfrin (Belauja 19’), Corezzola, Moio, D’Eredità (Ajmi 52’), Sandrini, Andoh (Barazzutti 57’), Berton (Fiero 42’), Balta (Pace 42’). All. Growcock D.

Arbitro: C. Zaraggiu di Verona
Reti: Sandrini 14’ (Alba), Balta 26’ (Alba), Mantovani 33’ (Juventina), Locatelli 40 (Alba), D’Eredità 48’ (Alba), Corezzola 56’, (Alba), Moio 62’ (Alba).

 

Squadre chiamate ad una prova di maturità e partita che alla fine risulta divertente e corretta.

L’Alba controlla ogni reparto e con una certa supremazia a centrocampo porta al gol i suoi ragazzi. Al 14’ del primo tempo Sandrini batte il portiere con un tiro di destro dal limite. D’Eredità al 26’ con un preciso assist lancia Balta che mette in rete la palla del 2-0. Al 33’ arriva il gol della Juventina che con l’attaccante Mantovani manda in rete una ribattuta del portiere su una punizione dal limite dell’area. Si chiude la prima metà di gioco con il risultato di 1-2 per la squadra ospite.

Nel secondo tempo al 40’ Locatelli, che conduce una gara ordinata, trova la rete. Al 45’, con uno slalom D’Eredità lascia scompiglio nelle retrovie bianconere e si vede negare il gol dal portiere Cambioli. Il gol, che comunque merita, arriva al 48’ con un bel tiro da fuori che gonfia la rete. I giallorossi non sembrano paghi e con un inserimento al 56’ vanno in rete con Corazzola che suggella una gara sopra le righe. Il gol del definitivo 1-6 arriva al 62’ da Moio (gran spirito di adattamento) che con caparbietà è l’emblema della rabbia della sua squadra che vorrebbe dimostrare tutto il suo valore in questo campionato. Belle e proficue giocate per l’Alba, mentre per la Juventina serve la stessa volontà vista negli avversari. I ragazzi di mister Pagliani dovranno recuperare fiducia mentre la compagine di mister Growcock, sostituto di mister Manfrin, la continuità. Tutto a partire già dal mach clou della prossima giornata in cui i giallorossi sfideranno il Casteldazzano, la prima della classe, in un campionato che sembra non certo mancare di interessanti sorprese.

Francesco D’Eredità