30° Città di Verona. Girone F.
Con il Lugagnano virtualmente già pronosso agli ottavi di finale, tocca a Sona Calcio e San Zeno decidere chi sarà la terza forza in competizione col PescantinaSettimo: chi perde stasera è out mentre chi marcherà i tre punti potrà tentare di guadagnare la seconda posizione utile per accedere alla seconda fase. A rigor di logica, nettamente avvantaggiato il San Zeno, ma nel calcio mai dire mai.

La gara inizia alle 18,00, Giovanigol seguirà la cronaca in diretta dalle colline di San Giorgio in Salici.

CLASSIFICA GIR. F PT GARE V N P GF GS D.R.
LUGAGNANO 6 2 2 0 0 11 0 11
PESCANTINASETTIMO 1 1 0 1 0 1 1 0
SONA CALCIO 1 2 0 1 1 1 9 -8
SAN ZENO 0 1 0 0 1 0 3 -3

 

SONA CALCIO – S.ZENO 1929 2-4
(0-2) (1-2)
  (1-0)
Arbitro: Sergio Gardumo
Reti: 2’pt Maragno (SZ), 9’pt Tessari (SZ), 11’st Tessari (SZ), 13’st  e 14’tt Gregori (SC), 18’st Dulake (SZ)

Sona Calcio: Sartori, Granuzzo, Vinci, Talillo, Tagliapietra, Risojevic, Malagutti, Gregori, Zorzi, Bertoncelli, Serpelloni, Freda, Lonardi, Busatta, Carrieri.

San Zeno 1919: Casagrande, Argentieri, Martini, Manzini, Freddi, Bertazzoni, Cipriani, Tessari, Sbampato, Valenari, Dini, Dalloca, Maragno, Dalla Ba, Dulake.

Allenatori:
Accordini Irene (SC) – Buchi Luigi (SZ)

Bastano due minuti al San Zeno per sloccare la gara: è Pietro Maragno che raccoglie un invito dalla trequarti per andare a rete e trafiggere l’incolpevole Sartori che più tardi avrà modo più volte per mettersi in mostra sugli attacchi di Valenari e Bertazzoni. Ma è bomber Lorenzo Tessari a siglare la seconda rete dopo un primo tiro in porta di Sbampato, molto bravo a centrocampo per illuminare con lanbci precisi i campagni e capace di variare il gioco con buona lucidità.
Sona Calcio soffre la maggior fisicità e velocità dei sanzenati ma ci prova senza arrendersi più volte con  Gregori Thomas (nella foto qui sotto circondato dai compagni prima della gara), con Zorzi e Serpelloni. Il primo tempo chiude con i granata in vantaggio con pieno merito per 2-0.

Intanto a Pescantina, la gara è inchiodata sullo 0-0 alla fine del primo tempo; il Lugagnano attacca ma il PescantinaSettimo si difende bene e riparte creando anche un paio di opportunità.

Secondo tempo vede il San Zeno arrembare col Sona un po’ timido nelle ripartenze ma comunque orgoglioso nel tenere il campo di fronte ad una più quotata avversaria.

Al 3’st si presenta il subentrato Dalla Ba con un’azione solitaria e un forte tiro fuori. Il San Zeno impeversa cambiando di campo spesso e fiaccando le energie degli avversari più deboli fisicamente. Ancora due azioni di Tessari con tiri sparati sul portiere prima di vedere Freddi che viene imbeccato da Sbampato dopo uno slalom fra tre difensori: altra paratona di Sartori.
Il portiere rossblu nulla può contro la potenza di Tessari che da centro area infila l’angolo sinistro e porta i granata sullo 0-3 all’11’st.
Si rilassa la difesa del San Zeno e ne approfitta il Sona col suo bomber Gregori che se ne va in progressione lasciando sul posto due difensori e segnando imparabilmente. 1-3 al 13’st.
Replica subito il San Zeno e al 18’st Dulake con un traversone insidioso “obbliga” all’autorete il Sona: 1- 4  e dopo due minuti termina il secondo tempo.

A Pescantina risultato sempre sullo 0-0 alla fine del secondo tempo.

Terzo tempo più equilibrato con Gregori che per due volte si trova a tirare in porta ma viene strattonato fallosamente ( gridano rigore dalle gradinate e hanno ragione) ma l’arbitro casalingo, per eccesso di obiettività,  lascia correre.
Risponde il san Zeno con due azioni di Tessari, stoppato in entrambe da Freda.
Due ottimi portieri per il Sona ma Gregori Thomas davanti è troppo isolato.
Ma comunque, è proprio bravo, si libera di due avversari e al 14’tt riesce a tirare una puntata che s’infila angolata: 2-4, il Sona vorrebbe ancora provarci ma le energie sono al minimo.

E qui si chiude la gara che vede il San Zeno prevalere con pieno merito. Sona ben messo in campo ma un po’ gracile rispetto agli avversari granata.

A Pescantina risultato finale 0-0.