Giovanissimi Provinciali Verona. Giornata 10.

Contesa accesa nel girone A dove sono in lizza tre squadre: Valdalpone Ronca (15), San Giovanni Ilarione (12) e Tregnago (11). Le prime due in una gara che si presenta vibrante domani pomeriggio mentre il Tregnago (che tiferà per il San Giovanni) ha un incontro non facile con l’Aurora Cavalponica. Ipotesi: se nell’incontro di S.Giovanni dovesse  essere pareggio o vittoria del Valdalpone, i giochi sarebbero a favore di quest’ultima che si aggregherebbe  di fatto alle prime cinque. Se al contrario dovesse vincere il San Giovanni le due squadre si troverebbero a pari punti ( con un vantaggio in più per il S.Giovanni in caso di classifica avulsa). Potrebbe vincere (perchè tutto è possibile nel calcio) anche il Tregnago, per cui le tre squadre si troverebbero in questa situazione:
S.Giovanni punti 15
Valdalpone punti 15
Tregnago punti 14
E nell’ultima giornata, il 2 dicembre, c’è in programma Tregnago-S.Giovanni e un comodo (per i padroni di casa) Valdalpone-Real Monteforte. Concludendo con le probabilità: Valdalpone 45%, S.Giovanni 40%, Tregnago 15%.
Un bel programmino di emozioni!
Giochi apertissimi nel girone B ma solo un posto (al momento)  a disposizione per quattro squadre: Giovane S.Stefano, Oppeano, Nuova Cometa e Parona con una leggero favore del pronostico per l’Oppeano che avrebbe la possibilità di trascinare nel gruppo delle aspiranti anche la Belfiorese e giocarsela poi nell’ultima giornata con la Nuova Cometa. Impossibile fare calcolo di probabilità.

I Simpatizzanti di Giovanigol sostengono il calcio giovanile ad Amatrice

Giochi fatti nel girone C, sei squadre hanno già guadagnato con pieno merito la fase finale e sono: Paluani Life, PescantinaSettimo, Bussolengo, Bnc Noi, Pedemonte e Cadore.
Solo tre squadre hanno acquisito il lasciapassare nel girone D per le finali elite e sono: Gabetti Valeggio, Garda e Peschiera Calcio; per i tre posti rimanenti ben 5 squadre si daranno battaglia fino all’ultimo minuto del 2 dicembre. La Vetta e Caselle leggermente favorite.
Anche nel girone E non c’è spazio per altre candidate ai primi sei posti già acquisiti da Casteldazzano, Real Villafranchese,  Povegliano, Rosegaferro, Scaligera e Vigasio. Arrivederci alla fase elite.
A proposito di come verranno composti i gironi della Fase Elite non c’è ancora nulla di ufficiale, ma sembra che ci si baserà su teste di serie ( in base al rendimento della prima fase) e su logica geografica. Per la sera del 15 dicembre (Premio delle Eccellenze) avremo il consigliere regionale Mario Furlan che si esprimerà in proposito.
Cinque squadre nel girone F hanno già la testa alle feste natalizie e al girone elite; restano in lizza Olimpia Ponte Crencano (13) allenata da Guido D’Agostino (nella foto di copertina)  e Juventina (11). Probabilità alla pari per le due squadre perchè l’Olimpia ha il compito di incontrasi con l’Intrepida che di solito non regala niente a nessuno. In caso di classifica avulsa, avvantaggiata la Juventina che ha vinto l’incontro diretto per 2-0.
Ultimo, girone G, con quattro squadre già assestate nella fase elite e sono: Vangadizza, Bovolone, Nogara Calcio, Atletico Cerea. In quinta posizione c’è il Legnago B (fuori classifica come tante altre squadre B, ma dove andrà nella seconda fase?). Castagnaro, Sanguinetto, Union Best e Vigo si contenderanno due posti ancora a disposizione.

Concludo con una riflessione sulle squadre B; d’accordo che devono essere fuori classifica, ma quelle piuttoste competitive tipo Legnago e San Giovanni Lupatoto andranno nei girone di consolazione a fare la voce grossa?