30° Città di Verona. Cronaca diretta di Garda-Concordia dallo stadio Cometti.

Arrivederci su questa pagina per seguire in diretta gli eventi della gara Garda-Concordia dalle ore 18,30.
Il confronto è decisivo per entrambe le squadre: se dovesse vincere il Garda, la squadra lacustre si qualifica al primo posto del girone E, qualora vincesse il Concordia, si troveranno tre squadre a contendersi i due posti per gli ottavi facendo ricorso alla classifica avulsa. Al Concordia basta vincere per 1-0.

 

GARDA CALCIO – CONCORDIA
(2 -1 ) (0 – 2) (0 -1 )

Garda Calcio: El Mokabbari, Lucchesa, Camparsi, Racchadi, Benedetti, Marconi, Benzahova J., Meless, Pozzani, Passionelli, Bertuzzi. (12 ass.) Vadagnini, Marinelli, Benzahova Y.

Concordia: Sabau, Banfi, Giancontieri, Gozzani, Hoti, Gragnato, Gaburro, Castellani, Gaburro A., Zanini, Zoppi, Romano, Rodriguez.

Allenatori:
Monese Raffaele (G) –  Rossi Paolo (C)

Arbitro: Luciano Ungaro di Garda
Reti: 4’pt Gozzani (C), 7’pt e 12’pt Pozzani (G), 3’st  e  16’pt Gaburro A. (C), 15’tt Gaburro F. (C)

 

Obbligato a vincere, è il Concordia che prende l’iniziativa e che va al tiro due volte nei primi 5 minuti, prima con Rodriguez e poi con Gaburro F.; e va in rete al 7’ con una punizione dai 20 metri calciata da Rodriguez a fil di traversa: Ayoub ci arriva con l’ultima falange delle dita ma riesce solo a deviarla sulla traversa per vederla rimbalzare sulla linea: arriva l’opportunista Gozzani e la deposita in rete. 0-1 per il Concordia.
Passano 2 minuti e Pozzani intuisce una difficoltà difensiva, si insinua con astuzia fra difensore e portiere per infilare a rete l’innocente Sabau. 1-1
Ed è ancora Pozzani lanciato a rete da Passionelli al 12’pt che riesce a presentarsi tutto solo al limite dell’area e scavalcare Sabau con un preciso pallonetto. Reagisce il Concordia ma è il Garda che si fa pericoloso con Meless accendendo una mischia che Giancontieri diluisce con un rilancio lungo.
Termina il primo tempo che ha visto il Concordia ben orchestrato a centrocampo per lanci agli attaccanti ma  con qualche pecca in difesa sulla quale ha infierito l’attacco del Garda.

3′ minuto del secondo tempo: vola Zanini sulla sinistra e costringe Lucchesa ad un atterramento senza complimenti: punizione dal limite, si accende una mischia, palla ribattuta e raccolta da Gaburro Alessandro che stanga a rete imparabilmente. 2-2.

6′ contropiede del Garda e miracolo di  Sabau, ve li racconto. Se ne va sulla destra  il solito Pozzani che stringe verso l’ area: appena dentro lascia partire un missile che Sabau para ma non trattiene irrompe Vadagnini, sembre gol fatto ma Sabau con un colpo di reni si oppone e abbranca la sfera mantenendo il punteggio in parità.
A questo punto il Garda è qualificato.
13′ contropiede col piccolo Vadagnini inseguito dal portiere Sabau che gli chiude lo specchio della porta; sulla ripartenza orchestra del Concordia che porta  ancora una volta Gaburro Alessandro al tiro secco: 2-3 a favore del Concordia.
Fine secondo tempo, gara intensa di due squadre ben messe in campo e con buone individualità.

Cambia ancora lo scenario di gara: Concordia chiuso in difesa e Garda alla ricerca del pareggio ma è Castellani con la palla buona all’altezza del rigore a calciare, sciaguratamente fuori. Sempre 3-2 a favore del Concordia.
Con una certa sagacia mister Rossi tiene alto il baricentro dei viola per allontanare le minacce dei gardesani oggi in maglia verde brillante.
7′ stangata di Bertuzzi misurata all’incrocio ma il tiro è fuori di poco. Il Garda preme e raccoglie un rigore al 10′ per un mani in area. Batte bomber Pozzani, alto. Mister Monese si dispera in panchina.
Rumors dei genitori del Garda perchè i ragazzi sembrano stanchi e il motivo c’è, a scuola in mattinata si sono sottoposti ad una camminata salutare di 10 kilometri, salutare si ma poco efficace per la tenuta in questa gara.
Siamo arrivati al 13′, Garda appare sfiduciato ma sempre pericoloso. Il Concordia controlla e si distende in ripartenze piuttosto valide con Castellani e Zoppi.
Colpo di scena da calcio d’angolo dopo che mister Rossi ha mescolato le carte: al volo Gaburro Francesco indovina un tiro svirgolato che s’impenna di quel tanto per superare Ayoub e portare il risultato sul 4-2 per il Concordia.
Ultime scaramucce del Concordia molto più fresco contro un Garda sempre più stanco.
3′ minuti al termine. Bisogna dire che magari mancano le energie al Garda ma il carattere no e ci stanno provando con Racchadi e Bertuzzi, ma i tre fischi dell’arbitro trovano ancora il Concordia all’attacco, vittoriosa per 4-2

Passa il Concordia ma complimenti al Garda.