Allievi Provinciali Verona, fase Elite.
Anticipo della giornata 11 questa sera al Comunale di Sommacampagna fra il Sommacustoza allenato da Rodrigo Hector Garcia e il Montorio allenato da Ivan Zandonà.
Padroni di casa e ospiti si trovano in posizione di classifica di attesa subito dopo il Bevilacqua che  si trova attualmente al terzo posto. Una vittoria del Sommacustoza permetterebbe alla squadra di Garcia di scavalcare in classifica il Montorio e candidarsi per la quarta poltrona utile per accedere alle fasi finali.
La gara sarà seguita dalla Redazione di Giovanigol con cronaca subito dopo il 90′.

 

SOMMACUSTOZA – MONTORIO (1-2) 2-3

SommaCustoza: Dolci L. , Bianconi, Carane, Bonfante N. , Mazzi, Tabarini, Pisani, Dolci F.,  Yungnitz, Bonfante F., Campestrini,  disp. Bianconi F., Ciula, Agnolini, Sospetti, Sanese, Lunardon, Pecos Josè. All. Rodrigo Garcia

Montorio: Di Martino, Lonardfi, Maroni, Manente, Zangrandi, Facincani, Givani, Corti, Tudureanu, Bellamoli, Perina. A disp. Capellarri, Bongiovanii, Filippozzi, Peruso, Righetti, Vitanza. All. Ivan Zandonà.

Arbitro: Marco Rodoz di Verona
Reti: 8’pt Manente (M), 19’pt Perina (M), 38’pt Dolci F. (SC), 15’st Campestrin (SC), 30’st Corti (M)

Dirige la gara un veterano delle gare provinciali, Marco Rodoz fischia su tutti i campi della provincia di Verona da ben 18 anni. E anche stasera, da buon veterano, ha diretto alla grande.
Il Sommacustoza dimostra fin dall’inizio una buona dose di iniziativa ma poco incisiva perchè due palle vaganti finiscono sui piedi del portiere bianconeroverde dotato di un rilancio tanto lungo quanto preciso per poter servire all’8′ del primo tempo l’esterno sinistro spostato a destra ( come spesso succede in politica ma anche all’inverso) il quale, Perina,  non perde tempo per un tiro incrociato basso. Si distende in tuffo Dolci Leonardo per ribattere però sui piedi del laterale Manente che aveva seguito diligentemente l’azione per poter firmare l’1-0 per il Montorio.
Quersta prima rete sembra abbattere le velleità della squadra di Rodrigo Garcia, che tenta una reazione senza però impensierire la retroguardia del Montorio, protetta dai due perni di centrocampo Bellamoli e Facincani.
Infierisce la squadra di Zandonà ancora con un tap-in, questa volta tocca a Corto tirare il porta, il palo gli nega la gioia del gol ma la porge a Perina che può solo insaccare il 2-0.
Umidità e gelo freddo sulla panchina del Sommacustoza che vedono sfumare l’aggancio col Montorio, ma è sempre un tap-in, questa volta a favore del Sommacustoza a riaprire la gara: tita in porta forte su punizione Dolci, il portiere non trattiene ed è ben appostato  Carbone per ribattere a rete la rete dell’1-2.
Si va al riposo con la gara ancora aperta.

La ripresa è a favore del Sommacustoza che mette in campo tutte le energie possibili ed è Campestrini a portare sul pareggio la sua squadra: su azione di calcio d’angolo, l’esterno alto dei biancorossi di casa, si trova la palla sui piedi al limite dell’area piccola per fulminare con un bolide all’incrocio qualsiasi tentativo del portiere del Montorio.
SommaCustoza vola sulle ali dell’entusiasmo, il freddo non si sente più in panchina soprattutto quando Campestrini si ritrova a tentare un pallonetto per scavalcare il portiere avversario, pallonetto che termina fuori fra la disperazione dei sostenitori di casa.
Il Montorio, non arrischia oltre, tiene palla ma tenta al 30′ una sortita di allegerimento: sulla fascia destra s’invola Givani per proporre al portiere del SommaCustoza un traversone tipo quelli da riscaldamento pre-partita: e qui succede l’evento della serata, indecisione del numero uno che non s’intende con un difensore, mancanza di comprensione che costa cara perchè la palla arriva a Corti che insacca il 2-3 conclusivo.

Da un pareggio che sembrava un fatto scontato e giusto ad una vittoria per il Montorio.
Questo è il calcio, esulta Zandonà ma anche Garcia non può lamentarsi perchè la squadra ha dimostrato di saper recuperare e magari con un po’ di fortuna poteva anche scapparci il risultato di valore.