Juniores provinciali Verona. Girone C Giornata 7 di ritorno.
Rumors provenienti da altre ASD: ma è mai possibile mettere in campo una squadra senza alcun stimolo? E cosa imparano i ragazzi da situazioni del genere? E dove mettiamo la regolarità del campionato? Dopo non lamentiamoci se abbiamo una fuga dal calcio giovanile.
La Redazione condivide queste riflessioni e si augura di non rivedere più certe situazioni che oltre a deprimere la dignità di una casacca scoraggiano i ragazzi nel continuare a giocare.


 

Isola Rizza -Aurora Cavalponica (0-4) 1-10

Arbitro: Alberto Rossetti di Legnago
Reti: 2’pt e 5°st Yahya Louane  (A), 10’pt, 20’pt e 38’st Spoladore (A), 20’st Campesato (A), 25’pt Dal Molin (A), 40’st Gerace (A), 2’st Greghi (A), 37’st Michelle (A), 38’st Mistena F. (IR)

Partita a senso unico a Isola Rizza dove un’Aurora Cavalponica in splendida forma domina la gara facendo il bello e cattivo tempo in campo. Non c’è storia in questa gara, con gli ospiti già in vantaggio di quattro reti dopo 25 minuti di gioco, alla ripresa la musica non cambia con altre 6 reti degli ospiti e il goal della bandiera allo scadere per i locali.

Isola Rizza Jr Pr (Furlani Manuel)

Ha giocato con appena un accenno di buona volontà la squadra di Manuel Furlani, contro i ragazzi di  Nicola Kenna De Grandi, bene organizzati in tutti i reparti, ma quello che è apparso palese a tutti, è stata una totale mancanza di tecnica dei locali, una scarsa forma fisica e uno spirito rinunciatario che a tratti aleggiava in campo irritando anche il pubblico di casa che li incitava per sostenerli.

Da evidenziare che il risultato per l’Isola Rizza poteva essere ben peggiore se non fosse stato per le parate del portiere che ha provato a fare miracoli di fronte ad un vero e proprio tiro al bersaglio.