Juniores Elite a. Giornata 13 + 2. Cerealdocks Camisano – San Martino Speme.

Il Camisano può recitare solo il mea culpa per aver gettato al vento un’occasione gigantesca come quella di oggi: partita per gran parte del tempo dominata, due legni a portiere battuto, avversari che rimangono in dieci al 1′ della ripresa, occasioni al vento e un Bragantini in giornata di grazia; il San Martino deve la vittoria al suo portiere, autentico baluardo che si è distinto in almeno quattro occasioni con vere prodezze e consideriamo che stiamo parlando di un 2001: complimenti.

 

Cerealdocks Camisano – San Martino Speme (0-0)  0-1

Camisano: Nicolè, Pignatiello, Gollin (90′ Zanardi), Pegoraro, Del Vecchio, Zini, Corvi (75′ Carta), Zilio (53′ Ouro), Greggio (60′ Affouda), Silvestri (88′ Gutu), Artuso. All. Casarotto Fabio

San Martino: Bragantini, Rossi, Bettonte, Dal Molin, Bakkour, Forapan, Sterzi, Cengiarotti, Lupu, Guenichi (55′ Viviani), Mizzon (48′ Fossà). All. Cobelli Mattia

Arbitro: Baggio Simone della sez. di Bassano del Grappa
Rete: 42′ st Cengiarotti (SMS)

 

Talvolta bisogna anche capire che forse non è giornata ed un punto non sarebbe stato male, invece il Camisano quando gli avversari sono rimasti in dieci non ha più avuto quell’attenzione che necessita a livello difensivo  lasciando il fianco scoperto a qualche pericolosa ripartenza; sicuramente il San Martino porta a casa un risultato insperato e già alla fine del primo tempo mister Mattia Cobelli (nella foto di copertina) era contento per il momentaneo pareggio.

Il primo tiro della partita è al 3′ con Lupu che su punizione non impensierisce Nicolè. 12′ palla di Pegoraro in area veronese, tocco di Greggio e Bragantini para. 16′ ancora Camisano in avanti e lo sarà praticamente per quasi tutto il primo tempo, Pegoraro tocca per Zilio che dai 20 metri affonda il tiro che termina di poco alto sulla traversa. 37′ Greggio parte in posizione sospetta sulla sinistra, entra in area e scocca il tiro che colpisce l’esterno dell’incrocio. Nel frattempo sono diverse la palle messe in area dagli esterni locali ma Bragantini fa sempre buona guardia e le sue uscite sono puntuali e precise. 40′ Zini mette palla in area, Bakkour liscia e Greggio si ritrova tutto solo davanti a Bragantini che coraggiosamente esce e ribatte il suo tiro, sulla respinta arriva Silvestri che dal limite colpisce in pieno la traversa. 45′ azione d’angolo per il Camisano, Gollin tira e colpisce il palo alla destra del portiere, nel proseguo dell’azione l’arbitro fischia la fine del primo tempo. Bel primo tempo da parte del Camisano che però è mancato nella zampata finale, anche un po’ di sfortuna in occasione dei legni colpiti.

La ripresa si apre con un tentativo di Zilio al 1′, palla a lato. Passano 30 secondi e Bettonte ingenuamente, già ammonito nel corso del primo tempo, stende da dietro Artuso e si prende il secondo giallo. La successiva punizione non da’ esiti. Al 4′ una bella azione corale dei locali porta Gollin al tiro dai sedici metri, Bragantini si supera ed in tuffo mette in angolo. Al 5′ leggerezza della difesa vicentina su un lungo rilancio, palla mia palla tua, alla fine la colpisce di testa Guenichi che forse non si aspettava tanta grazia, palla fuori. 9′ punizione di Pegoraro che attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessun compagno intervenga per la deviazione finale. 15′ ancora un’azione in ripartenza del San Martino che arriva in area con Viviani ma alla fine Nicolè riesce a sbrogliare la situazione. 17′ palla in area veronese e Pignatiello la colpisce di testa, Bragantini para. 25′ gran tiro di Ouro dai 16 metri e Bragantini respinge a pugni chiusi. 28′ la parata più bella della giornata: Affouda scende sul fondo a sinistra e mette palla al limite dell’area dove Artuso in semirovesciata volante la piazza verso l’incrocio dei pali, Bragantini vola e la va a togliere dal sette mettendo in angolo. Da qui si capisce che non è giornata per i locali mentre il San Martino ha un Bragantini in giornata di vena. 1′ dopo ci prova ancora Artuso con un bel tiro a giro, la palla esce a lato di un metro. Il Camisano continua a pressare ma la difesa ospite ribatte colpo su colpo: al 42′ su lungo lancio della difesa, Viviani raccoglie sulla sinistra e dalla trequarti cambia gioco sulla destra dove arriva Cengiarotti che entra in area e spara un diagonale preciso che supera Nicolè. Disperazione nella panchina biancoceleste che capisce che ormai non c’è più tempo per rimediare ed anche gli ultimi cambi non servono a raddrizzare un risultato che oggi forse è un po’ bugiardo.

Complimenti al San Martino per aver lottato con le unghie fino alla fine e complimenti soprattutto al suo portiere, Bragantini Michele, al quale auguriamo le migliori soddisfazioni sportive. Camisano dovrà rimboccarsi le maniche perchè non tutto è perduto ma la strada verso la salvezza si fa in salita, la settimana prossima arriva la capolista Villafranca, serve maggior cattiveria agonistica ed un pizzico di buona sorte in più.