Allievi Provinciali Verona, girone M.

Giornata nuvolosa al Comunale di Sona con pioggia. Sul campo principale, in buone condizioni, si affrontano i padroni di casa del Sona Calcio, in tenuta bianca, e gli ospiti del Golosine guidato da Fiorenza Prospero (nella foto di copertina), in divisa interamente blue.
Agli ordini di un impeccabile Salvatore Di Grazia della sezione di Verona, alle ore 15.00, inizia la contesa.

 

Sona Calcio – Golosine 2 – 2 (1 – 1)

Sona Calcio: Righetti, Fiorio, Caneva, Gobbi, Osmani, Callino, Rudari, Lenzi, Saitta, Menini, Oboe. A disposizione: Rigo, Cugurra, Elaassri. Allenatore: Volpato Giovanni.

Golosine: Cesaro, Marcelli, Sorio, D’Ettore, Rossetto, Didonè, Zangani, Casagrande, Croce, Istifham, Melotti. A disposizione: Gioia, Rupasinghe, Veronesi, Buzila, Dalla Verde, Antoniazzi. Allenatore: Fiorenza Prospero.

Arbitro: Salvatore De Grazia della sezione di Verona.
Reti: 13′ Menini (S), 25′ Rupasinghe (G), 44′ Istifham (G), 65′ rig. Menini (S)

 

Primo tempo che vede la squadra di mister Volpato gestire molto bene il pallone con continui fraseggi che liberano i propri avanti al tiro in porta. Al minuto 9, Oboe, da posizione defilata, fa partire un fendente che va a stamparsi alla base del palo. Questo è il preludio al gol dei locali. Al minuto 13, Sona Calcio in vantaggio. Oboe riesce a saltare il diretto avversario e a mettere un delizioso cross in mezzo all’area sul quale si avventa Saitta che, con una deviazione aerea, sporca la traettoria del pallone mandando fuori tempo il diretto avversario, e serve un tutto solo Menini che fa partire un missile che va ad insaccarsi alla sinistra di un incolpevole Cesaro. Passano appena una manciata di minuti e Saitta con un bel dribbling salta il diretto avversario e, dal limite dell’area, fa partire una rasoiata che ancora una volta va a stamparsi alla base del palo alla sinistra del portiere. Dopo aver sbagliato molti gol, arriva la doccia fredda per la squadra locale. Al minuto 25, dopo un buon giro palla che portava il portiere Righetti a ricevere palla, giustamente, fuori dallo specchio della porta, e a giocarla su Osmani, quest’ultimo, forse tradito da un eccesso di sicurezza, provava a saltare il diretto avversario con una finta, purtroppo non riuscendoci, e permettendo a Rupasinghe di, una volta intercettata la palla, depositarla in rete per il gol del momentaneo pareggio.

Seguono 15 minuti di stallo, in cui le due squadre abbassano i ritmi e c’è da ricordare solamente un bel cambio campo che, grazie allo spazio creato sulla fascia da parte dell’esterno, porta l’accorrente Fiorio al tiro, trovando Cesaro pronto. Inizio di secondo tempo al cardiopalma. Al minuto 44, vantaggio ospite.
Lancio lungo dalla propria trequarti della squadra ospite, un po’ a caso, sul quale sembra in netto anticipo Callino che, per errata comunicazione, si fa recuperare molti metri da Istifham che, una volta arrivato sul pallone fa partire un tiro morbido che scheggia la parte inferiore della traversa e si insacca, nell’incredulità della squadra di casa. Al minuto 65, dopo una bella combinazione tra Cugurra e Lenzi, quest’ultimo libera in area l’accorrente Caneva che viene atterrato, rigore.

Sul dischetto si presenta Menini che, come la partita con il Team San Lorenzo, spiazza il portiere, e insacca il gol del stra meritato pareggio. Da qui in avanti, monologo Sona Calcio. Al 68° minuto, punizione battuta da Rudari, che non trova un proprio compagno lesto a spingere in rete un pallone che aveva attraversato tutto lo specchio della porta. Al minuto 72, occasione mastodontica per la squadra locale. Sempre su una punizione battuta da Rudari, Callino si trova sui piedi il pallone del possibile vantaggio, ma non riesce a controllarlo e a battere rapidamente in porta, venendo anticipato da un superlativo Cesaro. Non è finita di certo qui.
Al 77° Cesaro si supera ancora una volta su un bel tiro fatto partire dal limite dell’area. In pieno recupero, al minuto 81, Cesaro è ancora una volta decisivo su un tiro ravvicinato degli avanti del Sona Calcio. Partita che si conclude con un pareggio che va fin troppo stretto al Sona Calcio per la mole di gioco creata e la quantità di tiri in porta fatti nell’arco della partita. Il Golosine, dal canto suo, non ha rubato niente, dimostrandosi squadra molto cinica, riuscendo a segnare due gol su altrettanti tiri in porta giunti da errori della squadra di casa. Mercoledì, ci sarà un turno infrasettimanale per recuperare le partite rinviate causa neve lo scorso fine settimana.
Il Golosine andrà a far visita alla vice capolista Parona, mentre per il Sona Calcio, ci sarà il sentitissimo derby con il Lugagnagno.