Allievi Provinciali Verona. Girone M.  Nogara-Concordia.

Partita sofferta ed equilibrata: vince chi ci ha creduto di più.  I due allenatori si schierano in campo col medesimo modulo, quasi loi specchio uno dell’altro e non poteva che essere una partita equilibrata interrotta solo da episodi, in questo caso da un rigore.

 

Nogara Concordia (0-0) 2-1 

Nogara: ( 4-4-2) Mingarelli, Brighenti, Albarello, Rodegher, Pace, Rigatelli, Manattini, Guglielmetti, Battistella, Masiero, Sbizzera, A disp: Labroy, Rebucci, Ceolini. All. Gabioli Federico

Concordia: (4-4-2) Schino, Avesani, Esposito, Frizzera, De Marzi, Camerini, De Bortoli, Tommasi, Pollina, Perera K., Bersan, A disp: Drria, Ferrarini, Fernando. All. Anselmi Andrea

Arbitro: Alessio Sordo di Legnago
Reti: 4′ st Sbizzera(Nogara), 12′ st Pollina (Concordia), 16′ st Battistella (Nogara)

Primo tempo senza grandi emozioni, Il Nogara di Mister Gabioli appare più grintoso del Concordia di Andrea Anselmi (nella foto di copertina) ma sul campo le squadre sono per lo più equilibrate. Bisogna aspettare il 34′ minuto per ammirare un gran tiro del Nogara che trova in opposizione la traversa. Se da una parte c’è il legno dall’altra un super Mingarelli dice no a Pollina.

Il secondo tempo ci racconta una partita completamente diversa: al 3′ minuto il Nogara passa in vantaggio con

Concordia, il bomber Pollina Kevin

Sbizzera su punizione dal limite dell’area.
A seguito del gol subito il Concordia si accende e diventa più arrembante tant’è che al 12′ Pollina riporta le squadre in parità. I viola appaiono galvanizzati dal pareggio ma dopo appena 4 minuti vengono puniti dal direttore di gara con un rigore per presunta mano di Perera.
Battistella contro Schino: portiere spiazzato e 2-1 per il Nogara.

Nonostante i viola siano ormai allo stremo delle forze cercano di agguantare il 2-2 con un tiro di Pollina fuori di poco. Allo scadere dei minuti di recupero Schino si oppone per due volte consecutive alla volontà dei biancorossi di aumentare il vantaggio.

Partita terminata; biancorossi e viola negli spogliatoi, i primi gioiosi per la vittoria e i secondi affranti per non aver raggiunto l’obiettivo di far punti, entrambi stanchi ma pronti ad affrontare le prossime sfide.

Adriana Cangemi.