Giovanissimi Provinciali Verona. Giornata 6.

L’operazione sorpasso non è riuscita ai ragazzi di Fiorio, ancora galvanizzati dal 7-0 contro il Valgatara e con l’entusiasmo alle stelle dopo la rete del vantaggio di Eni. La corazzata Paluani Life ha lasciato il segno anche a Pedemonte pur trovando difficoltà a entrare nella trequarti avversaria.
Gara senza storie e terminata con un arrivederci alla fase elite, ci saranno entrambe.

 

PEDEMONTE – PALUANI (1-1) 1-3

PEDEMONTE: Ferrari F., Baiardo, Piacentini, Eni, Tinti, Benedetti, Lado (Accordini), Bustaggi, Motta, Capodiferro, Tommasi (Resenteta). a disposizione: De Caro, Ferrari A., Giacopuzzi, Biasi, Turetta All. Fioro

PALUANI: Borin, De Martino, Alopka (71′ Panato), Ballardini (45′ Gasparella), Deguidi, Tisato, Badolato (36′ Locatelli),  Kalugamage, Connola (62′ Mondo), Nosè (70′ Bertoncelli), Bonfante (45′ Beraldini). a disposizione: Leso. All. Militello

Arbitro: Paolo Mirandola di Verona
Reti: 4′ Eni (Pe), 10′ Ballardini (Pa), 11′ Connola (Pa), 67′ Nosè (Pa)

 

I primi giacconi pesanti presenti sulle gradinate hanno fatto percepire che l’autunno sta lasciando spazio alle prime temperature invernali a Pedemonte, ma il primo gol del Pedemonte, dopo 4 minuti, riscalda subito gli animi della tifoseria locale e accende il turbo dei gialloblu.
Si riparte alla grande con un Paluani che non accetta di subire e dopo pochi minuti, al 10′ pareggia grazie alla punizione battuta da Tisato ma deviata in area da Ballardini che segna con astuzia e tempestività ingannando il portiere del Pedemonte che finora aveva incassato solo 4 reti.
La rete del pareggio ha come l’effetto di una mazzata sugli entusiasmi dei giovanissimi del Pedemonte, rimasti sorpresi dalla rete del pareggio. Ne approfitta il Paluani Life di questo stato d’animo per mandare a rete  Connola e passare in vantaggio dopo appena un minuto.
Dalla panchina mister Fiorio batte le mani, non per applaudire i suoi ma per dare la sveglia, del resto il Pedemonte è una squadra che ha 22 reti all’attivo e può farcela. Lo stimolo viene recepito dal centrocampo Pedemonte: Benedetti, Bustaggii e Capodiferro, mandano più volte messaggi importanti per Motta e Tagliaferro che vanno al tiro almeno tre volte ma Borin c’è e para salvando il risultato.
Il secondo tempo è ancora testimone di una competizione accesa con continui capovolgimenti di azione: iniziativa iin mano al Pedemonte ma è il Paluani Life a chiudere l’incontro con il bomber Nosè il quale libera la potenza del suo tiro per gonfiare la rete.
3-1 per i gialloblu, mentre il tramonto disegna un acquarello di colori e invita tutti a rientrare in famiglia: comincia a far freddo e a casa le prime castagne attendono in padella.