Juniores Elite A. Giornata 7+1. Pozzonovo- S-G.Lupatoto.

Urla disperate dell’autore di questo articolo all’indirizzo dell’arbitro Prince, urla che preferiamo smorzare. (ndr) Un goal annullato, un fuorigioco con uomo solo davanti al portiere che grida vendetta, due espulsioni per troppo sventolio di cartellini gialli negli ultimi 10 minuti. Da qualche settimana ho sempre scritto bene dei vari direttori di gara oggi non posso farlo. I lupi di San Giovanni non meritavano la punizione finale, un punticino sarebbe stato più rispettoso di quanto visto in campo.
Al contrario il Pozzonovo merita la testa della classifica ai danni di un Villafranca apparso poco determinato e sull’orlo della depressione psicofisica. Gli azzurri di Simeoni raccolgono il testimone e accettano la sfida.

 

POZZONOVO – SAN GIOVANNI LUPATOTO 2-1 (1-1)

POZZONOVO: Grimaldi, Zorzetto, Menin, Temporin (4’ st. Cavestro); Fiorani (8’ st. Zulian), Vigato, Gallo, Guifo, Verza, Marzola, Rizzieri. A disp.: Renna, Quaglia, Bortolami, Pastorello, Sguotti. All.: Valerio Simoni.

SAN GIOVANNI LUPATOTO: Freddo, Rettore, Samrani, De Conti, Soardo, Soave, Finezzo (42’ st. Bissoli); Bettini, Ottocento (36’ st. Lobba), Venturi (23’ st. Giarola); Pareja. A disp.: Faedo, Sandri. All.: Giovanni Tibaldo.

Arbitro: Prince Tochukwu Emmanuel di Rovigo.
Reti: 12’ pt. Verza (PZ); 19’ pt. Ottocento (SG); 45’ st. Marzola (PZ)

 

Dobbiamo attendere il 12’ prima di vedere la prima azione degna di nota che costa immediatamente il goal a carico del San Giovanni. Rizzieri che poco prima aveva fatto un bel tiro da fuori area fuori mira, nell’azione successiva si invola sulla destra superando il suo diretto marcatori De Conti al limite del fallo, crossa benissimo al centro Verza oggi non particolarmente brillante svirgola la palla quanto basta per insaccare l’1-0.
Passano 7 minuti ed arriva il pareggio, la difesa del Pozzonovo spazza un po’ in affanno sull’attacco del possente Pareja, la palla arriva a Finezzo questi alza la testa e vede in area decentrato sulla destra Ottocento, cross millimetrico stop di petto, tocco a seguire e buon calcio di sinistro, nulla da fare per Grimaldi, bel goal.
Rizzieri continua ad essere l’uomo più dinamico e pericoloso dei suoi, al 27’ si libera sulla sua fascia di competenza, crossa perfettamente a raggiungere il piccolo Fiorani che calcia al volo di destro, fuori non di molto.
Subito dopo ancora l’11 in casacca blue si libera sulla linea di fondo di sinistra di ben due uomini sedendoli impietosamente, l’entrata alla disperata di Soardo è provvidenziale.
Al 32’ Ottocento parte dal lato destro della sua metà campo, supera uno dopo l’altro almeno quattro avversari attraversando in diagonale il resto del campo che lo divide dal portiere avversario, di poco non trova il compagno Pareja all’appuntamento con il raddoppio.
Subito dopo lo stesso Ottocento si libera di un avversario e calcia con potenza di pochissimo fuori sulla destra di Grimaldi.
Rizzieri da una parte e Ottocento dall’altra sembrano indiavolati e fanno impazzire le difese avversarie.
Al 39’ Ottocento tenta un pallonetto da appena fuori area bella idea ma esecuzione imperfetta.
Il Pozzonovo tiene maggiormente il campo ma il San Giovanni in contropiede si fa vedere spesso, come al 42’ con lo scambio tra Finezzo ed Ottocento, per poco non colpiscono una difesa incredibilmente sguarnita.
Ancora al 44’ un’altro contropiede orchestrato da Pareja e Bettini, rischia di modificare il risultato del primo tempo, finisce invece 1-1.
Abbiamo assistito ad un bel primo tempo, giusto il pareggio.

Al 4’ incredibile errore del direttore di gara: a tutto il pubblico anche di fede opposta è parsa regolare la posizione di Pareja su lancio di prima intenzione di Finezzo, l’11 bianco rosso era solo davanti alla porta.
Al 15’ viene fischiato un’altro fuorigioco ad Ottocento questa volta con palla in rete, anche la posizione del numero 9 dei lupi sembrava regolare, non vorrei sbagliarmi ma l’uomo in giallo dal cognome impronunciabile sembra aver perso lucidità.
Al 24’ dopo un lungo periodo di gioco al centro campo una imprevista fiammata di Marzola che si libera in dribbling di due uomini e poi cerca di trovare Verza ben piazzato e pericoloso quando è in area, operazione non riuscita per poco.
Al 26’ altra azione di contropiede degli ospiti, Finezzo per Pareja che tira da appena dentro l’area, Grimaldi risponde con i piedi la palla arriva con troppa forza sui piedi di Ottocento che non è pronto nel ribadire in rete.
Al 35’ gioco interrotto per un fallo su Ottocento, gomitata alla bocca dello stomaco che toglie il fiato e che richiede
l’intervento dell’ambulanza, che arriva per fortuna solo per accertamenti, nulla di grave solo uno spavento, una corsa in ospedale, semplice codice bianco e ritorno a Verona sereno.

Registro quindi due espulsioni per somma di ammonizioni Rettore e Samrani, riesco a vedere da lontano il gran gol al volo di destro di Marzola che toglie le speranze di punti al San Giovanni proprio nei minuti finali, senza essere in grado di definire il minuto esatto ma al fischio finale non passa molto tempo quindi diciamo al 90’.
Fino a quando ho potuto annotare lo svolgersi del secondo tempo, mancavano solo dieci minuti al termine, avrei assegnato una vittoria ai punti al San Giovanni specialmente per l’ottimo secondo tempo, invece “3 punti” vanno al Pozzonovo che raggiunge la vetta con un po’ di fortuna; “0 punti” per il San Giovanni ormai definitivamente in zona play-off ma permettetemi di assegnare anche “0 punti” al Prince di Rovigo che nulla ha da spartire con uno dei miei cantanti preferiti, auguri a lui migliori suonate di fischietto.


Cartellino giallo all’autore dell’articolo per la pantomima su Prince, i migliori auguri di pronto recupero ad Enrico Ottocento perchè il Lupatoto ha bisogno di lui, complimenti a Rizzieri per l’ottima gara e a Marzola per il gol di lunga gittata che ormai sono una sua specialità. R.G.