Juniore Elite A. Giornata 7+1. Bussolengo-Vigasio.

Dopo una giornata di riposo è tempo di ritornare in campo nel campionato Juniores Elìte:  per la settima (+1) giornata di ritorno si affrontano a Bussolengo i locali di mister Giarola, reduci dalla vittoria sul campo dell’ormai ex capolista Villafranca, e il Vigasio di Castaldo (terzo allenatore della squadra ospite della stagione dopo Matteo Branchini e Nereo Gazzani) reduce dalla sconfitta interna per 1-3 contro il Concordia e alle prese con un’infermeria abbastanza affollata. Giarola (nella foto di copertina) evita la trappola tattica del collega Castaldo e con molta concretezza racimola tre punti che potevano essere anche alla portata del Vigasio.

 

BUSSOLENGO-VIGASIO (1-1) 2-1

BUSSOLENGO: Scandola, Poli, Benetolo, Bottura, Sorio, Bortolazzi (21’ pt Residori), Lombardi (40’ st Ledro), Vassanelli (45’ st Bianchedi), Ferri Agostini ( 1’ st Friggi), Bianco ( 22’ st Brugnoli), Righetti. A disposizione: Zocca, Montresor. Allenatore: Marco Giarola.

VIGASIO: Molinari, Handrau, Caldana, Bertasini, Bodini, Fantasia, Braga, Storti (19’ st Salvagno), Filippi A. (35’ st Loubaui), Benedusi, Filippi M. A disposizione: Presi, Maragna, Meneghelli. Allenatore: Stefano Castaldo.

Arbitro:  Oleksii Chepil di Vicenza.
Reti: 30’ pt Storti (V), 35’ pt Lombardi (B), 30’ st rig. Bottura (B)

 

Partita combattuta e avvincente quella che si è giocata in un pomeriggio sereno in quel di Bussolengo.
Padroni di casa che scendono in campo in divisa all-white, rispondono gli ospiti con la ormai consueta divisa orange con inserti biancazzuri. Nel primo tempo meglio il Vigasio, che fa la partita, con il Bussolengo che invece aspetta per poi partire in contropiede. Al 22’ prima grande occasione per gli orange con un tiro dal limite dell’area di Filippi, che sfiora il palo per poi spegnersi sul fondo. E’ solo il preludio al gol che arriva otto minuti dopo: dopo una serie di batti e ribatti il pallone arriva a Storti che con il sinistro trova una traiettoria che lascia di stucco Scandola: zero a uno.
La rete dello svantaggio sembra rinvigorire i ragazzi di Giarola, che cinque minuti dopo trovano subito il pareggio con Lombardi, che trasforma un rigore in movimento dopo un’azione sviluppatasi sulla sinistra.
Prima del riposo è però ancora il Vigasio a farsi pericoloso: infatti dopo un’azione personale di Filippi, riceve il pallone Benedusi, il cui tiro a giro viene però deviato in angolo da Scandola.
Dal corner arriva la traversa di Caldana su colpo di testa.

Bussolengo Brugnoli Giovanni

Secondo tempo più noioso del primo, con le due squadre maggiormente impegnate a non subire gol, piuttosto che a cercare di farne. Al 22’ Brugnoli sostituisce Bianco ed il numero 18 del Bussolengo si rende già pericoloso un minuto dopo davanti a Molinari con un tiro incrociato che viene salvato sulla linea da Caldana. A quindici minuti dal termine arriva l’episodio che decide la partita: Lombardi entra in area dalla sinistra e crossando al centro trova la mano di Caldana: per l’ arbitro non ci sono dubbi. Dal dischetto va capitan Bottura che spiazza l’ estremo difensore del Vigasio. Dopo alcune palle della disperazione degli ospiti e tre minuti di recupero, il direttore di gara fischia tre volte consegnando al Bussolengo tre punti che lo lanciano nelle parti alte della classifica, lasciando invece il Vigasio in una

Vigasio Jr Elite Alessandro Filippi

posizione non troppo sicura. Probabilmente il risultato più giusto sarebbe stato un pareggio ma i locali hanno dimostrato, una volta di più nella stagione, di essere squadra cinica capace di soffrire e attendere il momento propizio per colpire.
Migliori del Bussolengo Lombardi, uomo più pericoloso e protagonista di entrambe le azioni dei gol, e Righetti, prezioso sia in fase offensiva che difensiva. Nel Vigasio da segnalare le prove di Storti e Alessandro Filippi, mine vaganti per la difesa dei padroni di casa; abbastanza incomprensibili le loro sostituzioni che hanno tolto qualità al reparto offensivo vigasiano.