Fase Elite Giovanissimi Provinciali Verona.

 

Ancora una vittoria per la squadra di mister Tomba che rimane una delle tre squadre imbattute tra i Giovanissimi Provinciali, in compagnia di Castel d’Azzano e Paluani Life , candidate alla vittoria finale. Gli avversari granata si sono fatti onore ed hanno disputato una buona partita, a dispetto del risultato finale che potrebbe far immaginare una passeggiata per gli ospiti in Busa.
Abbiamo assistito dunque ad una gara intensa e a tratti combattuta tra due squadre che hanno dimostrato di volere e sapere giocare un calcio manovrato con un buon tasso tecnico. Hanno meritatamente avuto la meglio gli ospiti, forti di una difesa arcigna e quasi insuperabile – solo 2 goal subiti in 13 gare ufficiali – insieme ad un attacco di grande potenziale dei due veloci e potenti esterni Sidibe e Yoro, con Remonato al centro sempre pronto a pungere e rendersi pericoloso.
I padroni di casa – tutti annata 2004 – hanno sicuramente pagato dazio sul lato fisico, ma hanno saputo contrastare gli avversari in molte occasioni, soprattutto nel primo tempo quando la partita era tutt’altro che chiusa, per poi terminare con un passivo che ai più attenti è sembrato anche troppo pesante rispetto alle occasioni da goal e al gioco espresso da entrambe le parti.
In Busa è passata vittoriosa una ottima squadra pretendente al titolo provinciale, ai granata l’onore delle armi e i complimenti per un importante percorso di crescita alla loro portata.

 

SAN ZENO – PRO SAN BONIFACIO (0-2) 1-4

San Zeno: Budelacci (23pt Cozzolino), Bazzoni (25 st Piccoli), Vicentini, Conterno, Roncolato (1st Rossetti), Albertini, Tatani, Fianelli (20st Dall’Ora), Franzoni (1st Zecchinelli), Bruno 20st Ionita), Carboni. A Disp.: Paloschi. All.: Bianchedi

Pro San Bonifacio: Barbieri, Dal Zovo, Soave, Belhaj, Da Campo, Rancan, Confente, Casarotti (20st Bertagnin), Remonato (25st Rambaldelli), Yoro, Sidibe. A Disp: Racconto, Tosi, Ergazzori, Dervishi. All.: Tomba

Arbitro: Filippo Bonato di Verona
Reti
: 19’pt Sidibe (PS), 23’pt Sidibe (PS), 11’st Remonato (PS), 16’st rig. Fianelli (SZ), 23’st Yoro (PS)

 

Fasi iniziali del match interessanti con frequenti cambi di fronte e incursioni più o meno pericolose da entrambe le parti: la prima al 3′ è per il San Zeno che affonda sulla destra con Carboni che si incunea in profondità, entra in area e supera il portiere Barbieri in uscita ma si defila troppo perdendo poi l’attimo per concludere a rete. Risponde subito la Sanbo al 10′ e 12′ con un colpo di testa fuori su corner e con un tiro da 20 metri di Casarotti di poco fuori su una ripartenza improvvisa generate dall’errore in uscita della difesa granata. Al 16′ brivido sulla schiena di Mister Tomba che vede una ottima punizione a giro di Tatani da 25 metri deviata sulla traversa con un gran gesto da Barbieri, con la palla che ricade a due metri dalla linea di porta e in mischia i granata non ne aprofittano.
La risposta degli ospiti è immediata ed al 19′ Sidibe scatta veloce – forse in fuorigioco, molto dubbia la sua posizione – su una bella palla in profondità presentandosi in corsa davanti a Budelacci in uscita per il goal del vantaggio Pro Sanbo. La partita è giocata a viso aperto e il San Zeno non ci sta e al 21′ Carboni sfugge al proprio avversario su una palla alta e si invola verso l’aera, ma subisce un fallo netto che costa l’ammonizione a Belhaj, peraltro il migliore dei suoi a centrocampo: lo specialista Tatani calcia alto da buona posizione.

Un altro capovolgimento di fronte ed è ancora Sidibe a punire il San Zeno al 23′ su una ingenuità di Bazzoni che, in vantaggio su una palla vagante in verticale, sottovaluta la velocità e le doti fisiche dell’avversario che lo anticipa di un soffio con una zampata per involarsi verso Budelacci che con una uscita disperata riesce a respingere il pallone che però sbatte fortunosamente in faccia all’attaccante per finire lentamente nel sacco per lo 0-2. Il portiere granata ha però la peggio nello scontro e la forte contusione alla tibia lo costringe ad uscire per Alessio Cozzolino tra gli applausi sportivi degli spettatori ospiti.
Il match è gradevole e divertente, il San Zeno ci prova ancora con Tatani che costringe Barbieri alla parata in un paio di occasioni con un tiro da fuori e una bella punizione dal limite. C’è tempo al 32′ per una bella azione manovrata degli ospiti che Belhaj conclude con un bel tiro deviato in corner.

Thè caldo in spogliatoio e vin brule in gradinata, per prepararsi ad un secondo tempo che dovrebbe essere divertente quanto il primo. I ragazzi in campo non disattendono le aspettative, dando vita ad una frazione di gioco intensa e con il giusto spirito agonistico. Tatani e Belhaj continua ad essere pericolosi sui due fronti, mentre il centravanti granata Bruno e Zecchinelli lottano su tutti i palloni ed al 9′ riesce a combinare e servire un filtrante per Carboni che in corsa non riesce a trovare l’angolino giusto per accorciare le distanze.
Passano solo 2′ minuti e Yoro – ottima la sua partita – di forza sfugge ai difensori e trova una bella imbucata per Remonato che calcia fuori di poco. Sale la pressione della Pro Sanbo con Belahj che sulla corsa supera tutti e dalla destra mette una palla tesa pericolosissima che il centrale Vicentini sventa con grande tempismo e senso della posizione, ma sullo sviluppo confuso dell’azione e con un paio di carambole la palla torna in mezzo all’area e tra una selva di gambe Remonato è in agguato per calciare da due passi nonostante il tentativo disperato di Rossetti che riesce a deviare con il corpo ma non a sufficienza per evitare la rete dello 0-3.
Al 13′ del secondo tempo la partita potrebbe sembrare finita e chiusa, ma i ragazzi di Bianchedi non vogliono mollare e ci provano ancora sostenuti dai genitori e dallo staff granata: è ancora Carboni che con un taglio incisivo e una azione personale salta il diretto avversario e rientra verso il centro dell’area dal fondo quando l’accorrente difensore lo spinge vistosamente causando il rigore: Fianelli trasforma il penalty di precisione rendendo vano l’intervento di  Barbieri che intuisce la traiettoria.
Con 20′ da giocare i due Mister mettono in campo forze fresche e il San Zeno gioca il tutto per tutto inserendo Dall’Ora come esterno offensivo e accentrando Carboni. La mossa funziona e i granata guadagnano campo senza però rendersi pericolosi, fino a quando Yoro non approfitta di un incertezza di Rossetti e Conterno che non attaccano con decisione una palla lunga calciata un po’ casualmente nella zona del loro bravo avversario diretto che dimostra di essere uno dei migliori dei suoi concludendo con un tiro imparabile su Cozzolino.
Sul punteggio favorevole di 4-1 gli ospiti hanno un momento di rilassamento che poteva costare caro con una incursione profonda del velocissimo e volitivo Dall’Ora, fermato con un fallo netto da ultimo uomo al limite dell’area: ammonizione per il difensore e ancora una punizione da calciare per Tatani che inquadra la porta ma trova ancora Barbieri ben piazzato.
Rimane solo il tempo per il triplice fischio e gli applausi alle due squadre che hanno onorato il campo con una ottima prestazione: ciascuna giocando al meglio delle proprie capacità, dimostrando un sano spirito competitivo e facendo divertire i genitori-tifosi sempre presenti per i loro ragazzi.