Giovanissimi Provinciali Verona. Fase Elite Gir A.

Il turno infrasettimanale del girone A Elite vedeva oggi di fronte i padroni di casa del BNC ed il San Zeno. Il risultato finale ha visto gli ospiti uscire vittoriosi dal terreno di Via Puglie con il risultato di due reti a zero, grazie alle marcature di Tatani – sul finire del primo tempo con un sinistro da fuori area che ha sorpreso l’estremo di casa, forse coperto – e di Bruno, su mischia susseguente al palo colpito su calcio da fermo ancora di Tatani, quando mancavano pochi minuti al fischio finale.

BNC NOI – SAN ZENO (0-1) 0-2
Arbitro: Francesco Tacconi di Verona
Reti: 33’pt Tanani (SZ), 34’st Bruno (SZ)

La partita è stata combattuta e piacevole con due squadre che si sono date battaglia senza mai oltrepassare i limiti del sano agonismo. Il 2-0 finale, tuttavia, rappresenta una punizione eccessiva per il BNC, protagonista di una prestazione gagliarda, impreziosita da alcuni scampoli di bel gioco.
Il gol subito prima dell’intervallo non ha, poi, spento la voglia di rivalsa dei padroni di casa, che nel secondo tempo hanno spinto sull’acceleratore, purtroppo vanamente, alla ricerca del pari ma senza mai inquadrare la porta con alcuni tiri dalla distanza e un paio di incursioni veloci.

In buona sostanza, si può dire che il pareggio sarebbe stato sicuramente il risultato più giusto.
Buono l’arbitraggio.  Buon risultato per il San Zeno,  che continua la sua corsa verso le fasi finali, un po’ meno per il BNC Noi.

C’è un commento di mister Bianchedi del San Zeno: una partita un po’ troppo sofferta contro una squadra ben messa in campo da mister Brigi ma magari tecnicamente inferiore alla nostra. I padroni di casa hanno fatto valere la loro prestanza e hanno dimostrato uno spirito assai battagliero e una buona determinazione, impedendoci di fare il nostro gioco abbastanza manovrato e sfruttando magari la nostra partenza “diesel” … Con il passare abbiamo guadagnato campo faticando un po’ sugli esterni, ma con Alessandro Bruno a lottare su tutti i palloni da vero centravanti e il centrocampo guidato dal nostro Jurgen che provava a innescare la profondità di Carboni e Zecchinelli. Abbiamo perso a metà campo un centrocampista importante e abbiamo dovuto rivedere qualcosa, a il calcio è anche questo. E’ vero, nessuna delle due squadre è stata troppo pericolosa, con numerosi conclusioni fuori dello specchio della porta e i portieri poco sollecitati. Ci abbiamo creduto e continuato a provare cercando di sfruttare il sinistro di Tatani dalla distanza e ci è andata bene. Forse ai punti la vittoria ci stava: un passo avanti ma la strada è moto lunga, dobbiamo lavorare sul profilo della mentalità e della prestazione corale. In bocca al lupo ai ragazzi gialloverdi e al loro staff.

Enrico Brigi