Allievi regionale A. Giornata 13. Malo – Ambrosiana.

 

MALO 1908- AMBROSIANA 0-0

Malo: Dani, Zenere, Capuano, Zausa, Cosaro, Bortoloso, Gumiero, Stanzione, Comparin, Albanello (10’st Ndyaie ), Chioccarello. A disposizione: Valerio, Fracasso, Da Zane, Manea, Graffeo.
Allenatore: Rusca

Ambrosiana: Piatto, Indelicato, Ben Ayzah (27’st Serbini), Zivelonghi, Muzza, Pasetto, Saadat (20’st Aldrighetti ), Catanzaro, Olivieri ( 1’st Ciresola ), Accordini, Cordioli. A disposizione: Russo, Sartori, Damoli, Furia.
Allenatore: Anderloni

Arbitro: Giovanni Bernardi di Schio

Occasione sprecata per l’Ambrosiana sul campo del Malo, anche in considerazione dei risultati delle dirette concorrenti. I vicentini partono forte e sono molto aggressivi fin dai primi minuti. Il forcing del Malo costringe i veronesi e ripiegare sulla difensiva lasciando gli attaccanti un po’ isolati. Gli ambrosiani si fanno vivi al 18′ su punizione di Accordini che scalda i guantoni del portiere vicentino Dani. Il Malo si fa vedere nuovamente in attacco al minuto 22′ con Stanzione che dalla fascia destra tira poco a lato. Il Malo spinge con vigore e si trova per due volte in prossimità di Piatto; prima con Zenere e poi con Albanello. L’ Ambrosiana reagisce al 29′ con Accordini che scambia con Olivieri e si porta al tiro, palla alta sopra la traversa. Al minuto 30′ e 35′ l’Ambrosiana si fa pericolosa con due punizioni dal limite, prima con Zivelonghi e poi con Saadat, ma entrambi non c’entrano lo specchio della porta. Sul finale del primo tempo l’Ambrosiana sembra avere più iniziativa, al 37′ Olivieri si inserisce bene in area ma non ha il guizzo fortunato per mettere a rete. Il primo tempo si conclude con una punizione dì Zivelonghi calciata fuori bersaglio. Quaranta minuti di sostanziale parità di gioco e di occasioni, aggressiva la squadra locale che sembra più vogliosa di portare a casa il risultato utile. Nel secondo tempo la troppa foga dei vicentini viene penalizzata dal espulsione di Bortoloso che lascia il campo per doppia ammonizione al minuto 6′ della ripresa. Le occasioni dei Rossoneri per chiudere la partita passano tra i piedi di Cordioli e Catanzaro rispettivamente al 7′ e al 9′ del secondo tempo. Mister Rusca toglie il fantasista Albanello per un terzino di marcatura per sopperire all’ inferiorità numerica. Il cambio sembra dare ragione ai vicentini che contengono gli attaccanti di Mister Anderloni. Al 14’st  occasione di Ben Ayzah deviata in angolo, i rossoneri pressano e si portano nuovamente in area al 17’st, prima con Saadat e poi con Cordioli. L’occasione più pericolosa della partita però è di Comparin al 26’st, l’attaccante del Malo tira un bolide che scheggia il palo sinistro di “saracinesca” Piatto. In inferiorità numerica i bianconeri sembrano addirittura più equilibrati del primo tempo e corrono a tutto campo. Con la difesa vicentina schierata a 5 l’Ambrosiana fatica a proporsi in avanti. Al 38’st finisce alta la palla di Indelicato, liberatosi al tiro dopo una percussione sulla fascia sinistra. Al 41′ Catanzaro ha l’ultima occasione della partita, da calcio d’angolo colpisce di testa la palla che finisce fuori di poco. Al triplice fischio del signor Bernardi sono i ragazzi del Malo a sorridere, in dieci contro undici sono riusciti a controllare la partita e a bloccare le azioni dei veronesi spesso poco incisivi oltre metà campo. Si chiude per l’Ambrosiana un girone di andata intenso e combattuto, la posizione di alta classifica non deve però ingannare i ragazzi di Anderloni, la strada è ancora lunga e ci sarà da lavorare sull’aspetto fisico e mentale. Benvenute vacanze natalizie.

Angelo Indelicato