Allievi Regionale A. Giornata 4 di ritorno.

Una panchina sparuta ieri ed oggi: ieri con la Juniores Regionale oggi con gli Allievi, identici gli obiettivi e cioè salvare la due categorie, con pochi uomini e tanta dedizione. Basta guardarlo negli occhi per capire la volontà di farcela. Questo è Andrea Olivieri, uno sguardo mite ma un temperamento da guerriero che trasmette di domenica ai ragazzi perchè imparino a battersi dando il meglio di se stessi.
Chapeau Andrea, anche oggi sei uscito vincitore.

“La vittoria non è definita dalle vincite o dalle sconfitte. Essa è definita dall’impegno. Se
puoi dire sinceramente ‘ho fatto il meglio che potevo, ho dato tutto quello che avevo,’ allora
sei un vincitore.”
(Wolfgang Schadler atleta e allenatore di slittino)

 

TEAM SANTA LUCIA – SPEME SAN MARTINO (1-1) 1-2

Team S.Lucia: Adami, Bachlifa, Gorchor, Dalla Valentina, Canevaro, Hyarko, Perbellini, Iamundo, Rigo, Verlottin, Ghirlanda. A disp. Bezzan, Stecker, Ferrarese, Mantovani. All. Andrea Olivieri.

S.Martino Speme: Ferrari, Piccoli, Cassano, Fadini, Savino, Seghetto, danzi, Dejic, Panato, leoni, Haubert. A disp. Dal Moro, Ferraro, Viviani, Marone, Donatello, De Iseppi, Tarana. All. Gianfranco Franchini

Arbitro: Abdelilah Nafea di Verona
Reti: 1’pt Dejic (SMS), 20’pt Rigo (TSL), 20’st Dejic (SMS)

 

Oggi splendida giornata di sole in quel di Santa Lucia con ottima visibilità, temperatura mite e un campo non eccezionale. Con queste condizioni quasi perfette, si sono sfidate a viso aperto due squadre separate in classifica da 12 punti, che però hanno dimostrato di essere quasi alla pari sul campo. Entrambe sconfitte nel turno precedente, hanno dimostrato che il girone di ritorno degli “Allievi Regionale A”, non sarà per nessuno un percorso semplice e con risultati scontati come all’andata. Partita maschia, con errori soprattutto tecnici individuali da una parte e dall’altra, favoriti anche dalle non buone condizioni del campo di gioco. Parte forte la Speme con un’azione caparbia di Haubert sulla fascia sinistra che riesce a liberare davanti alla porta avversaria un Dejic  determinato, il quale non sbaglia da pochi metri e segna il vantaggio per gli ospiti dopo solo un minuto di gioco. Sembra tutta in discesa la gara per il San Martino, che però si trova di fronte un Santa Lucia ben organizzato soprattutto in difesa e al centrocampo. La partita si innervosisce e al 15’ Danzi (SPEME) viene ammonito per proteste. Si gioca metro per metro e con i minuti che passano, il Santa Lucia si avvicina sempre di più alla porta della Speme senza però impensierire il portiere Ferrari. Al 30’, però, tutto cambia e su un’azione nata da un’errata ribattuta della difesa della Speme, confusa, ma efficace, il Santa Lucia pareggia i conti con il suo numero 10. Si va negli spogliatoi alla fine del primo tempo con un Santa Lucia rinvigorito e una Speme, che accusa il colpo.

Il secondo tempo inizia sulla scia del primo, con i padroni di casa che credono nel colpaccio e mettono in difficoltà il centrocampo Speme. Al 13’st, Mister Franchini decide la prima mossa nello scacchiere delle sostituzioni. Entra Ferraro ed esce Fadini, dolorante perché colpito duramente in un’azione precedente. La Speme cresce con i minuti e al 15’ st, lo stesso Ferraro manca di poco il vantaggio su azione da calcio d’angolo. Sempre per la Speme al 17’ st dentro Marone e fuori Haubert esausto dopo una partita di corsa e sacrificio. Al 20’ st la svolta. Azione decisa e

Speme All Reg. Dejic Aleksa

manovrata che inizia con un’apertura al volo di Panato sulla fascia sinistra che serve un Danzi reattivo nella ricezione, il quale innesca sulla verticale un Marone fresco e pimpante che raggiunto il fondo mette al centro per la doppietta di un omnipresente Dejic. Grande azione manovrata che da il vantaggio al San Martino. Da questo momento la partita cambia e diventa più dura e scorretta, anche se tenuta sempre in pugno da un buon arbitraggio. Al 22’ st la Speme va vicino al chiudere la partita con un’azione di Ferraro che con un passaggio filtrante libera a sinistra Panato che mette al centro un cross che attraversa l’area piccola senza trovare un compagno di squadra a insaccare. Dopo la prima sostituzione (numero 8 per numero 13), il Santa Lucia resta in dieci per l’espulsione del numero 2, colpevole di aver fatto un fallo inutile a palla lontana, visto dal direttore di gara. La partita prosegue nervosa e a tratti scorretta con proteste da una parte e dall’altra e con le conseguenti ammonizioni di Seghetto (SPEME) e Marone (SPEME) per proteste. Ultimi 10 minuti di gioco con assalto del Santa Lucia alla porta del San Martino che finiscono (e con loro la gara) con una punizione dal limite dell’area ospite battuta molto bene, ma parata altrettanto bene dal portierone Ferrari del San Martino. Parata che è valsa la vittoria di misura di una Speme vogliosa di riscossa, contro un Team Santa Lucia che non ha per nulla demeritato dal punto di vista agonistico e dell’organizzazione del gioco.

Mirco Panato

S.Martino Speme All Reg (all. Gianfranco Franchini)