Allievi Regionale A. Anbalisi campionato 2017-2018. Classifica Bomber Doc.

Si chiude un campionato ricco di colpi di scena, iniziato con la squillante vittoria in trasferta dello Speme in casa Virtus (0-5) che sembrava già offrire lo scenario del campionato; in effetti la Speme, sia pure senza continuità è riuscita a raggiungere l’obiettivo del secondo posto mentre la Virtus, ben condotta da Andrea Annecchini è riuscita, in progressione, a far suo il campionato pur con una squadra di 2002.  Delusione a Sant’Ambrogio per la squadra rossonera, che all’inizio faceva ben sperare soprattutto perchè ricca di individualità: il cambio di allenatore ha dato uno scossone ma è stato sufficiente solo per agguantare un terzo posto di consolazione.

Alessando Cantiero, 33 anni, è  l’allenatore del S. Giovanni Lupatoto che ha chiuso al quinto posto senza affanni, facendo crescere giovani talenti come Bezzetto, Furlani e Rancan. ” Campionato vinto meritatamente dalla Virtus seguita dalla Speme che disponeva di un ottima rosa ben gestita. Sorprese positive,  Olimpica Dossobuono e San Giovanni con un campionato sopra le righe. Deludenti l’Ambrosiana che ha avuto qualche battuta d’arresto nel ritorno e la Paluani Life che retrocede. Ho apprezzato molto il gioco dell’ Olimpica

S.G.Lupatoto All Reg. Cantiero Alessando

Dossobuono che nonostante una rosa non eccelsa ha espresso un bel calcio. Speme e Virtus con ottime individualità capaci di fare la differenza su ogni campo, con rose profonde e di qualità ma ottimamente gestite, cosa non scontata. Positivo il fatto che in ognuna di queste squadre si notasse un identità di gioco bene definita. Se devo fare un’analisi dei giocatori, devo parlare in primis dei miei, Bezzetto e Furlani, Pinton (Olmo Creazzo) punta dotata di buona fisicità, tecnica e imprevedibile nei movimenti. Fadini della Speme ottimo centrocampista e Galiano come capocannoniere indiscutibile. Personalmente molto contento di aver stretto rapporti positivi e costruttivi tra mister come con Annecchini (Virtus) e Montorio (O.Dossobuono). Classe arbitrale per la maggior parte prepararata, aiutata, devo dire,  da staff e giocatori con comportamenti più che corretti che hanno dato poco spazio a polemiche.

Andrea Annecchini che si sta godendo il trionfo ( nella foto di copertina) si sta preparando per le finali ma ha tempo per fare una rapida analisi. ” Il campionato regionale è sempre un campionato difficile, dove se non hai un minimo di organizzazione e dei ragazzi preparati fai sempre un gran fatica. Quest anno è stato un campionato di buon livello, il risultato di ogni match è stato in discussione fino al

Virtus All Reg A Andrea Annecchini

termine di ogni gara, questo dimostra che c’è stato un grande equilibrio. Giocatori particolari? Più che parlare dei singoli parlerei dei collettivi, brave tutte le veronesi, dispiace per il Paluani Life, avendoli visti  nelle 2 partite disputate sinceramente non avrei mai pensato che retrocedessero. In evidenza comunbque Furlani,  difensore centrale del San Giovanni, bravo mister Cantiero ad averlo costruito in in ruolo nuovo. Leoni del San Martino centrocampista abile negli inserimenti con tanta qualità e Panato sempre della Speme, giocatore imprevedibile e creativo, Pinton Tommaso dell’Olmo Creazzo, al quale auguro una pronta guarigione,  allenato dall’amico Maurizio Venza.
Un plauso doveroso ai miei ragazzi e allo staff compreso della Virtus che hanno contribuito tutti a raggiungere questa impresa. ”

Siamo in attesa del commento di Alessandro Montorio ( Olimpica Dossobuono) che ha promesso la sua analisi in mattinata. Eccolo: “… direi che quello che si è appena concluso e’ stato davvero un bel campionato regionale, eccellente sotto il profilo formativo dei ragazzi perché è stato davvero molto equilibrato ed intenso, e sempre incerto in ogni match;  e’ stato di sicuro un campionato che non ha

Olimpica Dossobuono, All. Reg. Alessandro Montorio

seguito un copione prestabilito che probabilmente avrebbe detto che Speme e Ambrosiana si sarebbero giocate la vittoria finale (viste le fortissime individualità ) e invece ecco il campionato che non ti aspetti, e che non disdegna di fare sorprese sia in positivo che in negativo, in positivo per l’inaspettato dominio della Virtus, e qui tanto di cappello al reparto avanzato (a Galiano Maxim su tutti ) per essersi dimostrato di un’altra categoria nonostante l’età anagrafica, e al buon mister Annechini per la gestione e per la mentalità trasmessa.
Ancora in positivo per la salvezza del Grezzanalugo dell’amico mister Piccoli che ha sempre creduto nei suoi ragazzi e nonostante la partenza a rilento alla fine ce l’ha fatta, ancora in negativo per l’inaspettata retrocessione del Paluani Life che di certo, a mio avviso, aveva i mezzi necessari per salvarsi.
Direi inoltre che la simbolica sfida Vicenza – Verona ci vede vittoriosi come “movimento calcistico” visto che la meglio piazzata e’ stata i Malo ( con l’ottimo Comparin ) solo sesta e visto che su 4 retrocessioni tre sono targate (VI). Devo per forza fare un applauso al San Giovanni che ha saputo crescere costantemente e piazzarsi molto bene (bravo mister Cantiero ), e non posso non complimentarmi con i miei ragazzi che sono cresciuti molto e che hanno di certo espresso un buon calcio piazzandosi a ridosso delle grandi togliendosi durante il percorso qualche bella soddisfazione.


Ecco intanto la classifica dei marcatori al termine del campionato; per eventuali modifiche, la Redazione è come sempre a disposizione per interventi correttivi.