Giovanissimi regionale A. Olimpica Dossobuono – Virtus

Punto salvezza per la Virtus a tre giornate dal termine si ritrova a più undici sulla coppia RealGrezzana-Sona obbiettivo raggiunto per i 2004 della Virtus, punto fondamentale anche per il Dossobuono che si porta a più due dalla stessa coppia.

 

O. DOSSOBUONO – VIRTUS  (0-0) 1-1

O. Dossobuono: Turatta, Gjepali, Marra, Timpanaro, Spada, Sandri, Palvarini (25’st Ceriani), Melotti, Talacchi (34’st Bazzani), Peruzzi, Lo Presti. A disp: But, Fasoli, Fagnani, Orti, Ruffo. Allenatore: Renzo Quartaroli

Virtus : Canevaro, Franchetto, Toffali (23’st Cipriani), Fanini, Hoxha (1’st Castellan), Rigo, Barozzi, Floriani (33’st Guerra), Cavaleri (30’st Cisamolo), Orlandi (20’st Dosso), Tacchella. A disp: Bega, Vivian. Allenatore: Riccardo Varanini

Arbitro: Nikolaj Bozzolan di Verona
Reti : 22’st Lo Presti (O), 27’st Floriani (V)

La partita si apre subito con brivido per la Virtus per un tiro di Palvarini dai 30 metri che va sulla traversa. I rossoblu  cercano di giocare la partita ma nel primo tempo i pericoli sono tutti per la porta difesa da un gran Canevaro che prima intercetta un tiro ravvicinato di Peruzzi e al 30’pt devia sul palo una punizione dal limite battuta da Lo Presti.
La coppia Talacchi-Palvarini semina scompiglio, Palvarini oltre a colpire la traversa si presenta con un potente tiro fuori di poco a portiere battuto.  Comunque  la difesa della Virtus riesce a resistere.

Nella ripresa la musica cambia, i ragazzi di Varanini  nei primi minuti assumono l’iniziativa con i ripetuti affondi di Tacchella e Barozzi ma la difesa del Dossobuono sia pure con affanno riesce a controllare e a distendersi in attacco, tanto che al 22’st sono proprio i giallorossi a passare in vantaggio. Il goal del Dossobuono è scaturito dopo un eccezionale pressing in area della Virtus,  prima Talacchi poi Palvarini ci provano, ma non entra ed infine Lo Presti insacca in mezzo ad una mischia furibonda dopo l’ennesima ribattuta.
La Virtus reagisce prontamente alla ricerca del pareggio che arriva cinque  minuti dopo con un eurogol di Florioni il quale, nel vedere Turatta fuori dallo specchio della porta, tenta un pallonetto magistrale dai 30 metri e lo trova.
Pareggio tutto sommato giusto, al triplice fischio finale è festa rossoblu per la salvezza raggiunta.

Gaetano Fallea