Plagio in buonafede.
di Nicola Manzini.

Il presidente del Gruppo Sportivi Veterani Veronesi, Pierluigi Tisato, è sereno nell’apprendere l’iniziativa che si terrà a Villafranca un Torneo di Calcio denominato Città di Verona.
« La storia e le finalità sociali del Città di Verona, quello originale, hanno radici profonde, che risalgono dal 1985, quando si volle dar vita ad una manifestazione che consentisse a giovani calciatori di disputare una finale di calcio sull’erba dello Stadio Bentegodi. Il torneo ha valore istituzionale e non ha fini di lucro, per questo motivo possiamo contare ogni anno sul patrocinio e sull’assistenza dell’Assessorato allo Sport che ci segue sempre con simpatia, in particolare Filippo Rando che anche in tempi di pandemia ha assicurato tutto il suo impegno per una dignitosa conclusione della manifestazione. »

L’iniziativa è della ASD Sporting Rosta (Torino) per organizzare a maggio 2021, un torneo a Villafranca  denominato Città di Verona. Le Asd veronesi del settore dilettante sono state contattate per partecipare con le squadre giovanili. La situazione ha creato confusione a livello locale ma qualche ASD si è già iscritta.
« … sicuramente – spiega il direttore tecnico del torneo originale, Rodolfo Giurgevich – il caso è nato in buona fede,  gli organizzatori di Torino hanno chiesto all’ufficio Sport del Comune di Verona (e non all’Assessorato) se c’erano regole o meno per utilizzare il nome Città di Verona, per il loro torneo; per mail l’ufficio Sport ha risposto in modo evasivo e questo ha indotto l’ASD Rosta ad utilizzare tale titolo. Credo che il tutto si risolverà in modo pacifico, gli organizzatori troveranno un altro nome, l’hanno promesso, giusto per evitare confusione.»

Intanto proseguono le iscrizioni per il  33° Città di Verona per Esordienti 2009 e Giovanissimi, ma rimane sempre l’interrogativo se e quando la Figc farà riprendere gare ufficiali e tornei, magari anche a giugno; a livello organizzativo siamo pronti e anche l’Assessore allo Sport, Filippo Rando si è così espresso: « come Comune di Verona abbiamo promesso l’impegno di disputare la finale allo Stadio Bentegodi come tutti gli anni e di far giocare una partitella alle quattro semifinaliste dell’ultima edizione che non hanno potuto concludere sul campo il torneo. Tutto è ovviamente sub judice, ma appena si riprenderà, il Città di Verona avrà tutta l’attenzione che si merita.»

Nella foto di copertina, la premiazione dell’ultima finale disputata serenamente al Bentegodi (Rando premia il Bussolengo) quando ancora non c’erano segnali di Covid; adesso è tutto fermo, il calcio giovanile non ripartirà più e bisognerà attendere forzatamente la stagione 2021-2022.
Il calcio giovanile andrà avanti, la passione è con noi.

Ecco il Comunicato Ufficiale del Gruppo Sportivi Veterano Veronesi.
Comunicato

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •