Juniores Regionale A. Giornata 4 di ritorno.
Il ruvido e simpatico Massimo La Rosa si lascia andare ad una domanda “quasi” educata ( se lo sente il collega Enrico Nardelli lo scomunica) e guadagna un rosso legittimo. Gara nervosa che testimonia lo spirito competitivo del campionato della juniores regionale. Un pareggio poteva essere il risultato più giusto, l’arbitro si guadagna un 4 (con esame in secondo appello).

 

CADIDAVID – PESCANTINA SETTIMO (0-1) 0-1

CADIDAVID: Pimazzoni; Lupui; Molinari: Molinari ( 20′ st Pomini), Moro ( 39′ st Ndiaye); Monte; Perina 30′ st Arseni); La Corte ( 25′ st Zecchetto);Mussola;Nicolis; Violaro 8 18′ st Arzenton), A disposizione: Marostica; Bolog. Allenatore  Roveda

PESCANTINA SETTIMO: Boscaini; Gottardi; Mastella; Hyso; Massocco; Gasparini; Muzza; Brunelli; Perinelli; Lunardi ( 17′ st Avesani); Sospetti. A disposizione: Bosoni; Ouzdou;Rebusti:Zandaval; Adami; Freddo.  Allenatore.  La Rosa

Arbitro: Vezzon Luigi di Legnago
Reti:  45′ pt Muzza (PS:)

 

Gara fin troppo nervosa anche se in palio c’era punti pesantissimi: per il Cadidavid necessari per mantenere la scia di Dossobuono sulle tracce di un Montorio che in molti dicono stanco ( e nel primo tempo contro l’Audace ha dato questa impressione) e per il PescantinaSettimo altrettanto necessari per tentare una rimonta impossibile ma nenache tanto, se ci credi.

Il nervosismo è stato fra l’altro alimentato da una direzione di gara troppo permissiva dall’inizio il che ha generato scontri piuttosto spigolosi e reazioni con “complimenti” reciproci.
Questo il parere di Roberto Ceradini: ” il  Cadidavid sfruttando la sua fisicità ha subito impostato la partita sul piano agonistico forse eccessivo, al quale il PescantinoSettimo ha risposto con lo stesso ardore fino ad arrivare all’espulsione  di Perinelli per somma di ammonizioni dovute a falli di gioco...”

Replica Alessandro Roveda: “ Gara abbastanza nervosa,  ma la colpa è degli avversari piuttosto duri nei contrasti e di un arbitro non all’altezza della situazione. Sconfitta immeritata e molto sfortunata, palo e traversa e con  diverse occasioni sfumate per poco...”

Fin qua tutto nella normalità, l’arbitro riprendeva in mano la partita ma sulla panchina del PescantinaSettimo c’era un certo Massimo la Rosa ( nella foto di copertina, controlla il tempo sul finire di gara) il quale le cose non le manda a dire. Con un candore insospettabile ma ingenuo ha interloquito con l’arbitro: ” … direttore, scusi,  vediamo di fischiare qualche fallo anche a nostro favore…

Cadidavid-Pescantina Settimo, Nicolò Muzza controllato da Roberto Lupui

Espulsione sacrosanta, verso il 30′ e poi la rete decisiva di capitan Muzza (il cui ardore agonistico è testimoniato dallo shoot di Michela Montresor) allo scadere del primo tempo dopo che Mussola aveva centrato un palo in pieno.
Secondo tempo con la squadra di Roveda proiettata all’attacco, qualche buona occasione e anche una traversa sul finire di gara con Monte ma senza ferire nessuno.
La squadra di Massimo La Rosa, sia pure con difficoltà guadagna tre punti e si avvicina al Cadidavid, in attesa di recuperare altre posizioni nelle prossime giornate, nelle quali avrà la rosa (intesa come quadro giocatori e non come mister) al completo. Oggi mancavano Bertucco, Macchiella e Poli.

Concludendo, dice Roberto Ceradini, una gara maschia ma corretta, qualche livido sulle caviglie ma nulla più. Alessandro Roveda la pensa diversamente, ma ci sta anche questo,  il calcio a differenza della matematica è un’opinione.

C’è anche un commento di Massimo la Rosa che desidera spiegare la gara:
Partita combattuta da entrambe le squadre anche se diverse le posizioni in classifica dove i padroni di casa si trovano al secondo posto e il Pescantina Settimo a metà classifica. La squadra di Mister La Rosa inizia con la grinta giusta mettendo in difficoltà la squadra di casa con giocate di massimo due tocchi e verticalizzazioni andando vicino al vantaggio già nella prima parte del primo tempo. I padroni di casa reagiscono agli attacchi riequilibrando l’incontro fino al 38esimo minuto quando il capitano ospite Muzza Nicolò porta in vantaggio il Pescantina Settimo con un rasoterra che si insacca nell’angolo in basso a sinistra della porta dei padroni di casa. Si va negli spogliatoi con il vantaggio di una rete a zero per gli ospiti. La ripresa inizia con un Ca’ di David grintoso che vuole recuperare lo svantaggio ma i ragazzi del Pescantina Settimo non mollano tanto che al 35esimo della ripresa vanno vicino al raddoppio prendendo una traversa, la palla cade sulla riga di porta respinta dal difensore di casa. Il Ca’di David reagisce prendendo a sua volta la traversa avversaria. L’incontro prosegue con la superiorità dei padroni di casa che non vogliono cedere punti agli avversari facendo pressione continua. Su una ripartenza veloce del Pescantina Settimo il centravanti PERINELLI, già ammonito in precedenza, viene espulso per fallo di reazione commesso dopo i ripetuti falli subiti, quindi gli ospiti proseguono in 10 fino alla fine dell’incontro che si conclude a loro favore e si riprendono i 3 punti persi nell’andata proseguendo la scalata verso la zona alta della classifica.”

 

 

Condividi anche tu!