Juniores Provinciali Verona. Commento alla giornata 3.
di Francesco Galvagni.

Sono gà in corsa per competere le 46 squadre iscritte al campionato provinciale che l’anno scorso si aggiudicò il Cologna Veneta nell’anno del suo centenario (1919-2019) dopo uno straordinario finale di stagione culminato con la finale dell’Antistadio “Tavellin” vinta 2-1 in rimonta sul Valpolicella. Entrambe le compagini sono passate al regionale con il Cologna che ha confermato in panchina Andrea Bracesco nel girone B mentre il Valpolicella, inserito nel girone A è passato da Andrea Crema a Manuel Bonazzi.

Partiamo dal girone A dove dopo tre giornate c’è solo una squadra a punteggio pieno, stiamo parlando del San Giovanni Ilarione del confermato Bruno Grassi. Nel match-clou di giornata i bianco-azzurri hanno espugnato il “Tiberghien” di San Michele Extra, lasciando a 6 punti un’altra delle favorite del girone, ossia l’Audace di Federico Gibellini. L’anno scorso l’Ilarione dopo aver primeggiato nel girone iniziale si fermò dopo la Fase Elite, non riuscendo ad imporsi nella seconda fase, pagando forse il prezzo di un raggruppamento iniziale forse troppo poco competitivo. I ragazzi di mister Grassi quest’anno avranno l’occasione di riprovarci. Dietro al San Giovanni oltre all’Audace troviamo altre due corazzate costruite per vincere che non avranno problemi a superare la prima fase. Valdalpone Roncà e Borgo Soave Calcio capaci di raccogliere 7 punti nelle prime tre  di campionato. I giallo-granata di mister Mattia Laperni vantano il miglior attacco, con 14 reti messe a segno, 9 delle quali rifilate al Croz Zai nell’ultimo turno in un pesante 0-9. Il Borgo Soave è invece la miglior difesa attuale con un solo goal subito. Appena dietro Provese di Enrico Bastianello, Zevio di Gianluca Belloni e Real Monteforte che inseguono a quota 6. Intrepida, Colognola Ai Colli, Nuova Cometa Santa Maria, Borgo San Pancrazio e Croz Zai sono già staccate, e per trovare un piazzamento buono per accedere alla seconda fase (denominata Elite) dovranno iniziare a mettere in fila qualche vittoria consecutiva, già a partire dalla quarta giornata di sabato prossimo.

Nel girone B invece l’unica compagine in grado di fare tre su tre è stata il Raldon di Ferruccio Zeviani. L’anno scorso i nero-verdi della frazione di San Giovanni Lupatoto furono protagonisti di una partenza analoga, alla quale seguì una fase calante che si concluse con la beffa dell’ultima giornata che escluse i ragazzi di Franco Valdo dalla Fase Elite. Quest’anno però la storia difficilmente si ripeterà perchè il Raldon è una squadra quadrata e ben organizzata con delle indivualità di spicco che possono portarla lontana, come Filippo Zocca e Osama Missaoui, autori di più di metà delle tredici reti messe a segno fino ad ora, rispettivamente quattro il primo e tre il secondo. Girone, il B, che ha visto la rinuncia al torneo da parte del Pozzo, che ha lasciato dunque in 11 le franchigie, obbligandole ad un fastidioso turno di riposo. Dietro al Raldon sono quattro le squadre a 6, due a punteggio pieno (avendo appunto osservato un turno di riposo). Aurora Cavalponica 2009 e Scaligera. Le altre due sono Real Minerbe di mister Paolo Bottura e Isola 1966 di mister Paolo Franzoni, entrambe vittoriose nell’ultimo turno, rispettivamente su Bovolone 1918 (3-2 interno firmato Canoso, Zuccolo e Mancini) e Villa Bartolomea (1-5 esterno). Facile prevedere il passaggio di queste cinque alla Fase Elite, con l’ultimo posto disponibile che sarà combattuto tra Bovolone, Casaleone 1956, l’anno scorso qualificato all’ultima giornata, la matricola Union Best Calcio, Porto Legnago, Bonavigo e Villa Bartolomea.

Il girone C vede invece due squadre appaiate in testa, Parona di Michele Garbin e Gabetti Valeggio di Osvaldo Quaglia, vittorioso alla terza giornata 2-1 sull’Arbizzano del confermato mister Massimo Zancarli. Con il tecnico del Parona, MIchele Garbin,  abbiamo parlato di questo brillante avvio dei stagione dei suoi.
Questa squadra secondo me è costruita per far bene, quindi senza presunzione e mantenendo l’umiltà necessaria credo che stiamo occupando la posizione che potevamo tenere fin da subito, perchè ripeto che a mio parere, la squadra è partita per far bene, quindi non è una sorpresa anche se non conosco bene il campionato provinciale. Vengo da tre campionati Juniores Elite e non conosco bene le squadre, ma ho fiducia nella mia.”

Continua poi con le aspettative dell’ASD Parona: “ Gli obiettivi dal punto di vista della società che mi hanno presentato fin dall’inizio, sono quelli che praticamente ogni società si pone, far crescere i giovani per un possibile utilizzo futuro in prima squadra. Non mi hanno chiesto niente nè dal punto di vista della classifica nè dei risultati.”

Quali sono i giocatori che in questo avvio hanno sorpreso in positivo?
Ne conoscevo già molti perchè li avevo avuti sia a Pescantina che a Sona, quindi non li nomino, se devo nominare due giocatori che non conoscevo e che mi hanno sorpreso dal punto di vista sia tecnico che caratteriale direi Corini, centrocampista classe 2001 e Carneri, difensore centrale classe 2002.”

Impressionante fino ad ora il ruolino di marcia dei bianco-verdi, 3-0 alla prima con il Baldo Junior Team, 0-5 in casa del Team San Lorenzo alla seconda e 6-1 sabato sull’ospite Cavaion, un’autentica corazzata il Paona, con molti elementi provenienti dai campionati regionali ed elite, come bomber Simone Ferri Agostini dal Bussolengo Under 19 Elite, già autore di 4 goal.  Il Valeggio però non è da meno, così come il Lazise di Giuseppe Peretti, che insegue a sole tre lunghezze dopo essersi portato a 6 punti con la vittoria di sabato sul campo del Pedemonte. 1-2 il risultato finale con doppietta di Giulio Azzolini messa a segno per la formazione lacustre. Anche in questo girone da segnalare la rinuncia in partenza della Montebaldina Consolini, ritiratasi anche nel campionato regionale Elite Under 15 dopo il cambio dirigenziale che ha visto i giallo-blù di Caprino staccarsi dall’unione con Baldo Junior Team e Cavaion. Queste ultime partite entrambe in difficoltà nello stesso girone, con il Baldo ancora fermo a 0 mentre il Cavaion ha raccolto un solo punto in tre partite. Per il resto ancora tanto equilibrio con Malcesine di Marco Gagliardi, Rosegaferro, Arbizzano, Mozzecane di mister Angelo Monari e dell’ottimo responsabile giovanile Alessandro Cristofoli e Pedemonte ancora tutte appaiate e che si giocheranno la qualificazione fino all’ultima giornata.

Squadra ritirata (prima della stesura dei calendari) anche nel girone D, formato quasi unicamente da formazioni dei quartieri più o meno periferici della città di Verona, Corbiolo e Sommacustoza a parte.
La franchigia che non prenderà parte al torneo è il Borgo Trento, non iscritto per mancanza di numeri. Intanto la capolista in solitaria e a punteggio pieno è il Saval Maddalena di Antonio Ardolino, partito con una vittoria per 0-3 a tavolino sul Noi La Sorgente ha poi proseguito con un 2-0 casalingo sul Corbiolo e con un 1-4 in casa dell’Olimpia Ponte Crencano. Giallo-rossi dunque che trascinati dai goal di Damiano Veneri, Luigi Commisso e Lorenzo Danese volano in testa alla classifica. Dietro il girone si presenta come il più equilibrato e livellato tra i quattro con 5 squadre a 6 e altrettante a tre, tutte le compagini del raggruppamento sembrerebbero potersi giocare la qualificazione e ogni partita sarà praticamente uno scontro diretto.
Per il momento a tallonare il Saval a -3 ci sono Corbiolo, BNC Noi di Luca Dall’Oglio, squadra composta interamente da ragazzi del 2002 al primo anno in Juniores e provenienti da un buon campionato provinciale Under 17, Avesa H.S.M. di mister Mauro Sommaggio, retrocessa dai regionali, Cadore e Noi La Sorgente di mister Simone Vicentini.
Seguono poi Sommacustoza 08 del nuovo Mauro De Rosa, Paluani Life, al primo campionato Under 19 con panchina affidata all’esperto Enrico Nardelli, San Marco di Michele Natale, nella scorsa stagione arrivato ad un passo dalle semifinali provinciali; e che ha ottenuto sabato la vittoria più larga di giornata (0-5 sull’Ares), Real San Massimo di Fabio Arieti, Olimpia Ponte Crencano e Ares Calcio Verona di Giampaolo Martin e del direttore sportivo Claudio Marana, unica del gruppo ancora ferma a zero punti. Un girone dunque che sembra destinato a decidersi solo all’ultima giornata e che sarà emozionante da seguire fino all’ultimo minuto dell’ultimo match.

Ecco il primo quadro stagionale sull’Under 19 Provinciale, un torneo che vi racconteremo giornata dopo giornata fino alla finale per il titolo provinciale, con la speranza che questa possa tornare a giocarsi sul prato dello Stadio “Bentegodi”.

Ed ecco il quadro competitivo dove vengono evidenziati due valori:
– Efficienza della difesa, ovvero qualità della difesa che subisce poche reti e che assiste con ripartenze il proprio attacco (Coeff)
Efficienza Difesa  = 1/Reti Subite*1000 + Reti Attive

– Efficacia dell’attacco, ovvero qualità di un attacco di fare molti punti con poche reti (Cinic)
Cinic = (Punti/n° Gare giocate)/Reti Attive * 1000

 

 

 

Arrivederci su questa pagina al martedì, per il consueto commento della settimana.

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.