Under 17 Regionale, commento alla giornata 21.
di Francesco Galvagni

E’ stato un turno determinante quello che si è giocato domenica sui campi del girone A regionale Under 17, il Calcio Schio si è avvicinato in maniera definitiva alla capolista Olimpica Dossobuono, ora soltanto a +1 dai giallo-rossi di mister Pellizzari, in coda invece con la rimonta in casa del Sona, l’Alba Borgo Roma potrebbe aver quasi definitivamente chiuso il discorso salvezza.

Partiamo dal match del “De Rigo” di Schio. dove al termine di una tiratissima contesa i padroni di casa sono riusciti a prevalere di misura sul Montorio di Christian Piasere grazie ad un’autorete di Casali in seguito ad una conclusione di Radere. Tre punti pesanti per Schio che approfittando del mezzo passo falso dell’Olimpica Dossobuono a Castel D’Azzano si è portato a 48 punti in classifica, ad una sola lunghezza dai giallo-rossi veronesi di mister Ronconi.

Al “Padovani” di Castel D’Azzano infatti l’Olimpica dopo essere passata vantaggio al 14′ con Locatelli ha subito all’ultimo minuto il pareggio dei bianco-rossi di mister Zamboni, siglato da capitan Pasetto, l’1-1 finale permette al Castel D’Azzano di compiere un ulteriore passo in avanti in graduatoria mentre condanna l’Olimpica a giocarsi il tutto per tutto nella prossima sfida, domenica prossima al “Ciresa” sarà infatti Olimpica Dossobuono-Calcio Schio, tutta da vedere.

Non è passata in secondo piano nemmeno la rumorosa caduta del Pescantina Settimo, a Lonigo infatti i ragazzi di mister Iacovino hanno affondato i rosso-blù del direttore tecnico Gregory Donadel, con un roboante 7-0. Sugli scudi della vittoria bianco-azzurra Tommaso Zerbetto, arrivato a 17 goal stagionali con un poker messo a segno, Mattia De Toni, Matteo Toniolo e Gabriel Capuzzo. I tre punti permettono al Lonigo di scavalcare proprio il Pescantina in classifica. Per la squadra del DS Roberto Ceradini si tratta della seconda sconfitta consecutiva che allontana sempre di più i “rosso-blù in riva all’Adige” dai quartieri alti della classifica.

Prosegue invece la rincorsa di Real Grezzanalugo e Team Santa Lucia Golosine al secondo posto, anche se la piazza d’onore sembra destinata alla sconfitta dello scontro tra Dossobuono e Schio. I black-orange del tecnico federale Jacopo De Paolini superano con uno score finale di 1-2 il Summania in trasferta grazie alle firme di Thomas Orfeini e Rida En Naanai, in pieno recupero i ragazzi di mister Agostini accorciano con un rigore di Nicola Mattielli, ma è troppo tardi. I blues di Sergio Meneghini liquidano invece la pratica Bevilacqua con un secco 0-4, due volte Federico Buzzanca, poi Mattia Sestito e il quarto centro stagionale di Riccardo Viola per un Team alle prese con un coperta sempre più corta.

Non molla la presa nemmeno il Castelnuovosandrà di Paolo Tinelli, i verde-cerchiati espugnano il campo del Nogara di mister Cugola con gli ormai soliti tre, Tinelli, Marku e Grishaj, 0-3 il punteggio finale recante appunto i sigilli dei tre bomber del Castelnuovo, quinto miglior attacco del girone con 45 reti all’attivo e miglior difesa ad ex aequo con Schio con 19 goal subiti, media inferiore ad uno per gara.

Al “Tizian” la Pro San Bonifacio fa valere il fattore campo sulla Scaligera di Michele Masaggia. I rosso-verdi-blù di Tiziano Malgarise incamerano tre punti che li portano a quota 36 in classifica, distanti 12 freccette da Schio, seconda,  anche se ancora virtualmente in corsa per una possibile promozione. Marcatori Amin Belhayjoussef, Lorenzo Rambaldelli, Marco Battocchia e Andrea Gallo per la Pro Sambo, Alessandro Dall’Oca per una Scaligera ora a -5 dalla prima posizione utile per la salvezza, occupata dall’Alba Borgo Roma.

Alba Borgo Roma impegnata domenica in un match decisivo per il mantenimento della categoria a Palazzolo di Sona. Sulla panchina degli Under 17 giallo-rossi c’era il direttore tecnico del settore giovanile Fabio Caldana, artefice della miracolosa salvezza in Elite di due stagioni fa e della sfortunata retrocessione dello scorso anno. Sona in vantaggio al 1′ del secondo tempo con Ambrosi poi rimonta Alba con Dusi, Pighi e Leaso. L’1-3 finale sembra condannare i rosso-blù di mister Bonfante al ritorno ai provinciali, a 9 giornate dalla conclusione del campionato i punti che dividono rosso-blù, ora tornati a chiudere la graduatoria e giallo-rossi (al dodicesimo posto), sono 10, troppi.

Domenica riflettori puntati su Olimpica Dossobuono-Calcio Schio, dove il vincitore potrebbe mettere una seria ipoteca sulla vittoria del campionato, scontri non proibitivi sulla carta per Real Grezzana e Team Santa Lucia, che ospiteranno rispettivamente Bevilacqua e Sona. Il Pescantina Settimo proverà a rialzare la testa in casa con il Nogara, così come il Montorio che riceverà la Pro San Bonifacio nel secondo match più interessante di giornata (il primo non serve specificarlo). L’Alba Borgo Roma all”Avanzi” proverà a staccarsi in maniera definitiva dalla zona retrocessione ospitando un Castel D’Azzano al quale giornata dopo giornata, resta sempre meno da chiedere a un campionato che lo vede ormai praticamente salvo. Il Summania andrà a Castelnuovo del Garda, per tastare con mano la forza del tridente nero-verde. Chiude il quadro degli incontri della 22esima giornata Scaligera-Lonigo, dove dopo ciò che si è visto domenica le quotazioni sono in ribasso verso un 2 fisso.

Copertina dedicata a Gianfranco Valbusa, personaggio del Sona Calcio, da tutti conosciuto come “mago” era il primo sostenitore delle giovanili rossoblu.
La Redazione porge sentite condoglianze ai famigliari.
L’ultimo saluto, giovedì 13 febbraio, ore 15, chiesa parrochiale di Palazzolo (VR).

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.