Serie A2 Nazionale femminile Calcio a 5.
Audace C5 Verona-CUS Cagliari
di Giacomo Mozzo
Foto di Federica Arca

Un’altra vittoria, un altro mattoncino posato nel cammino verso la promozione. L’Audace C5 rifila un secco 4-1 al CUS Cagliari e si conferma in vetta al Girone A di Serie A2 femminile. La contemporanea vittoria del Padova sulla Cometa lascia invariato il distacco tra le rossonere e le biancoscudate, un prezioso +3 da conservare in vista delle ultime quattro partite di campionato. Nel frattempo, le ragazze di Donisi marciano spedite, si confermano imbattute in stagione e festeggiano lo straordinario traguardo raggiunto da Katia Coppola, quello delle 100 marcature con la maglia della società veronese.

Audace C5 Verona-CUS Cagliari (2-0) 4-1

Audace C5 Verona: De Berti, Puttow, Leonardi, Tombola, Rasetti, Abagnale, De Sanctis, De Brito, De Angelis, Marcazzan, Coppola, Sterza.
Allenatore: Alessandro Donisi.

CUS Cagliari: Melis, Manca, Garau, Bronzi, Gungui, Pinna, Valitskaya, Orru, Nainggolan.
Allenatore: Fabrizio Boi. 

Arbitro 1: Federico Beggio di Padova;
Arbitro 2: Aronne Benetti di Vicenza;
Cronometrista: Alessandra Miotto di Legnago.

Reti: 9’pt  Abagnale (A), 18’pt Coppola (A), 8’st Valitskaya (C), 9’st De Brito (A), 10’st Coppola (A)

Ammonite: De Brito (A), Marcazzan (A)

In avvio di gara, Donisi punta sul quintetto composto da De Berti, Puttow, De Angelis, Tombola e Rasetti, e l’approccio della squadra è decisamente efficace.
L’Audace tiene in mano il gioco, ma si scontra con l’ordinata difesa sarda e fatica a costruire chiare occasioni da gol. È invece la formazione ospite ad andare vicina al vantaggio, con Garau che si presenta due volte davanti a De Berti, ma viene fermata in entrambe le situazioni dall’estremo difensore rossonero. Il CUS gioca a viso aperto e fronteggia orgogliosamente le più quotate avversarie, che costruiscono la prima grande azione al minuto numero 8: Coppola scambia con Marcazzan e serve al centro De Brito, che vede la propria conclusione ravvicinata miracolosamente deviata in corner da Melis. È il preludio alla rete del vantaggio, firmata da Martina Abagnale, che sull’iniziativa di Leonardi insacca sotto porta dopo un rimpallo con il portiere avversario.
L’Audace a questo punto si scioglie e comanda le operazioni. Tombola impegna Melis da fuori, mentre Rasetti si divora il raddoppio facendosi parare la conclusione a porta vuota su assist di Puttow. A due minuti dal termine della prima frazione di gioco, ecco il raddoppio: Coppola si accentra e scaglia un magnifico destro sotto l’incrocio dei pali, trovando così la sua centesima marcatura con la maglia dell’Audace. Un traguardo speciale, celebrato con una maglietta dedicatale dalle compagne. È dunque sul risultato di 2-0 che le due squadre rientrano negli spogliatoi.

 

Katia Coppola

Anche le prime fasi della ripresa sono equilibrate. La prima occasione, dopo poco più di tre minuti, capita su piedi di Puttow, che tutta sola sul servizio di Rasetti non inquadra lo specchio di porta. Pochi secondi più tardi, De Brito si trova sulla traiettoria del sinistro della stessa Puttow e la palla termina beffardamente sul palo. L’Audace rischia però sulla ripartenza ben condotta da Nainggolan, che serve Bronzi, la quale viene murata ancora una volta da una De Berti in grande spolvero. Sulla conseguente rimessa laterale, il portiere viene trafitto dal destro rasoterra di Valitskaya, che si infila sul primo palo e riapre i giochi. Nel giro di due minuti, però, le rossonere chiudono definitivamente i conti, frustrando le speranze di rimonta del CUS: prima De Brito realizza con uno splendido mancino indirizzato sul palo opposto, poi Coppola chiude un pregevole triangolo con Rasetti e insacca a porta sguarnita la doppietta personale, per il gol del definitivo 4-1. Cento reti per Katia Coppola!
Tra le due reti era arrivato anche un altro legno, colpito da De Brito con un destro dalla distanza.
Gli ultimi dieci minuti sono pura accademia, con le padrone di casa che non rischiano più nulla, sfiorano altri gol con Rasetti, De Angelis e Leonardi e portano a casa la tredicesima vittoria in 16 partite disputate.
Un altro piccolo passo verso il grande traguardo: il prossimo appuntamento sarà sul campo del Città di Thiene, per continuare a sognare, con un grande gruppo e un capitano da 100 gol.

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •