Juniores Elite A. Olimpica Dossobuono – Concordia.
di Rodolfo Giurgevich

Inguardabile il Dossobuono di oggi dopo l’accorta gara di sabato scorso contro l’AlbaBorgoRoma; molto bene nella prima mezzora grazie alle iniziative di Bouakou e Spezia, si è via via disunito e sfilacciato prestando il fianco (ma non solo il fianco) nella ripresa alla diligente gara dei viola che forse per la prima volta in campionato sono riusciti ad offrire un repertorio talentuoso.

Olimpica Dossobuono – Concordia: (1-0) 1-3

Olimpica Dossobuono: Cariello, Marchese, El Himmer, Frustoli, Schiavo (25’st Bonetti), Burgos, Lizzari, Vitolo, Tommasi (20’st Donkor), Bouakou, Spezia. A disp. Vaccaro, Perazzolo, Laaboubi, Varela, Locatelli. All. Antonio Gioia

Concordia: Bertinelli, Grigolo (35’ st Pavanati), Caccia, Bova, Lobello, Martignoni (25’pt De Bortoli), Gaburro (40’st Pereira), Balbo (10’st Lenzi), Ledri, Ortolani (15’st Stevanato), Ghirlanda. A disp. Zanchi, Frizzera, Zecchini, Avesani. All. Paolo Rossi ( Daniele Lo Presti squalificato)

Arbitro: Nicolo’ Bissoli di Verona
Reti: 5’pt Bouakou (OD), 25’st rig. e 33’st Ledri (C), 40’st Ghirlanda (C)

Sembrava avere un conto in sospeso Filippo Ledri con Francesco Cariello portiere del Dossobuono; in realta non c’era nessuna rivalità fra i due solamente la classica energia di un ex che voleva dimostrare il suo valore agli ex compagni. E c’è riuscito in pieno: nel primo tempo ha bombardato almeno tre volte ma ha sempre trovato Cariello pronto alla risposta ben assistito dai due centrali Schiavo e Burgos.
Poi nella ripresa ha chiuso i conti con una doppietta ma vediamo come.

Dosso jr El Ashaf Bouakou

Intanto c’è da segnalare la rete  al 5’pt di Bouakou che sembrava fosse il segnale di una gara “facile”: corta respinta della difesa viola, Tommasi s’impossessa del pallone e lo porge a Boukaou che non si fa pregare per insaccare di prepotenza dal limite centrale dell’area.
Nessuna reazione dei viola per i primi 25 minuti durante i quali l’Olimpica cerca il raddoppio andandoci solo vicino con un gran tiro a fil di palo di Spezia, sempre molto mobile da centrocampo in su.
Esce Martignoni per problemi al quadricipite ed entra De Bortoli che alza leggermente il baricentro dei viola: prende in mano la gara il Concordia che sfiora il pareggio più volte con Ledri e una con Ghirlanda che impegna Cariello in una difficile parata a terra.

Si chiude il primo tempo con il Concordia all’attacco e il Dossobuono che controlla con una certa sicumera che poi pagherà nella ripresa: viola comunque poco incisivi e quasi rassegnati.
L’unico che si batte, anche nervosamente è Ghirlanda, il quale ci crede nel ribaltamento di risultato, assistito dagli stop avventurosi di Stevanato ma anche dal dinamismo a centrocampo. Ledri, poderoso,  continua la sua battaglia personale con i difensori che sembrano avergli preso le misure.
Ultimo sussulto di Bouakou al 10’st con un tiro al volo che supera abbondantemente la traversa. A questo punto la gara sembrava incanalarsi verso il risultato di 1-0 per il Dossobuono perchè il Concordia premeva per cercare dalle fasce un pallone utile per le altezze di Stevanato o Ledri, quando un guizzo di Ghirlanda veniva fermato in area da un arpione malizioso quanto sanzionabile con un calcio di rigore.
Batteva Ledri sulla destra di Cariello che intuiva senza parare. 1-1
Poco prima, al 15′ Cariello aveva detto no sempre a Ledri che aveva sganciato un tiro al volo solo per far vedere quanto era bravo il portiere giallorosso: volo quasi all’incrocio per ribattere il pallone poi allontanato da una mischia pericolosa da Burgos.
Reazione del Dossobuono? Quasi niente a parte qualche nervosismo  esploso su un banalissimo fallo a centrocampo fra Stevanato e l’irascibile El Himer. Rissa presto sedata dall’arbitro Bissoli, piuttosto giovane ma che nell’occasione ha fatto vedere la giusta energia.
E’ invece il Concordia che ci crede e pressa gli avversari a centrocampo con lanci lunghi accompagnati solo da buona volontà: in questa categoria i lanci lunghi ripetuti sarebbero da bannare come un fastidioso amico su facebook.
Ma tant’è il Concordia insiste e su uno di questi che sembra destinata sul fondo si getta Stevanato, recupera il pallone  quasi sulla fascia destra e senza guardare appoggia al centro a mezza altezza dove irrompe la potenza e la precisione di Ledri che insacca di prima intenzione con un tiro incrociato a mezza altezza.
Antonio Gioia stimola i suoi verso il pareggio e sembrava averlo trovato, quando da una palla inattiva a centrocampo, battuta da Bouakaou al 37’st, si avventa in area Spezia per colpire di potenza ma senza superare Bertinelli che si accartoccia a terra, salvando il risultato.
Bandiera bianca del Dossobuono a questo punto che deve però subire l’onta del terzo gol: magistrale contropiede del Concordia condotto da Ledri (sempre lui) e concluso da Ghirlanda che ha il tempo di arrivare in area, guardare il portiere ed infilare sull’angolino sinistro.

Sinistro è il sorriso di Ledri che compie così la sua “vendetta” da ex. Cariello ne subisce tre ma restando comunque fra i migliori in campo e questa la dice lunga sul successo dei viola.

Per concludere ecco il commento di Daniele Lo Presti, dalla rete fuori campo: ” Gara molto combattuta. Il Dossobuono  trova il gol del vantaggio sugli sviluppi di una rimessa laterale anche grazie a una corta respinta della nostra difesa. Dopo il gol preso cerchiamo subito di reagire ma, soprattutto nella seconda parte del primo tempo, sbagliamo più di un’occasione da gol anche per merito dell’estremo difensore, Cariello. Nel secondo tempo cambiamo decisamente marcia e pressando molto più alti e riusciamo a trovare il gol con Ledri (doppietta) e Ghirlanda. In generale Dossobuono un po’ “assonnato” dove spiccano comunque le qualità del portiere, del capitano (centrale difensivo n. 6) e, soprattutto di Boukaou. Noi oggi molto più concreti del solito, soprattutto sotto porta, e con una prova di carattere nel secondo tempo.”

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.