Juniores Provinciali Verona Girone B Elite.
Aurora Cavalponica – Real Minerbe
di Maurizio Giarolo.

Come nella prima gara di campionato, tornano ad affrontarsi l’Aurora Cavalponica e il Real Minerbe, due squadre che molto bene hanno fatto all’andata, ambiziose al punto giusto da cercare conferme al loro valore in un girone di ferro che si spera lasci lo spazio non solo al risultato ma anche al bel gioco e al divertimento.

Aurora Cavalponica – Real Minerbe  1-0  (2-2)

Aurora Cavalponica: Giarolo, Zugliani, Marchetto, Di Carlo, Sartori, Barini, Trivellato, Petrov, Serato, Marostica, Laouane. A disposizione Marin, Kumara, Urbani. Allenatore: Gabriele Marin

 Real Minerbe: Ottaviani D., Zuccolo, Guarino, Ottaviani L., Seghetto, Grigolo, Mancini, Canoso, Righetti, Calabrese, Girardi. A disposizione Traccis, Boldrini, Di Bella, Fante, Ortombina Salgaro, Torresani. Allenatore: Edoardo Canoso

Arbitro: Luca Bisson (Sezione di Legnago)
Reti: 35’pt Laouane (AC), 12’st Calabrese (RM), 38st’ Righetti (RM), 45+5’st Petrov (AC)

 

Parte convinta il Real Minerbe e schiaccia l’Aurora sulla proprio metà campo incapace di uscirne per i primi 10  minuti, Calabrese dirige bene la squadra con passaggi precisi verso Mancini e Canoso, con il pilone Righetti che fa della sua fisicità una lama tagliente con Barini e Serato che faticano a trattenere la sua irruenza.
La prima occasione per gli ospiti è al 7’pt dove da un calcio d’angolo diretto in porta Giarolo respinge con i pugni sulla linea., al 12’pt Mancini tira al volo da centro area ma Laouane respinge con i l corpo, al 16’pt Giarolo respinge a terra un insidioso tiro laterale ravvicinato e dopo un minuto Barini blocca una deviazione a rete di Mancini. Al 20’pt Grigolo ruba la sfera a Barini e dal centro campo s’invola verso l’area avversaria, nel mentre che Giarolo si prepara al corpo a corpo, lo stesso Barini recupera con uno scatto da centrometrista e devia la palla destinata in rete.
Si capovolge la situazione, passa un minuto e Laouane raccoglie di testa un lungo cross mettendolo all’incorcio dei pali ma Ottaviani fa buona guardia. Si destano lentamente dal torpore i locali e iniziano a macinare gioco, Di Carlo e Marostica cercano spesso Laouane sulla fascia sinistra ma un’occasione clamorosa ce l’ha Marchetto al 33’pt che raccoglie un filtrante da solo a due metri da Ottaviani e pensando d’essere in fuori gioco si blocca e si fa rubare la palla da Seghetto.
Arriviamo al 35’pt quando Di Carlo piazza un passaggio perfetto per Laouane che partendo sul filo del fuori gioco fa 30 metri con la palla ai piedi e brucia Ottaviani in uscita insaccando la rete del vantaggio.
Reagiscono gli ospiti e al 40’pt Righetti travolge Giarolo in presa aerea poi l’ultima azione degna di nota ce l’hanno i locali con una punizione di Marostica che Ottaviani controlla bene in tuffo sulla destra.

Nella ripresa il Minerbe aumenta il ritmo, al 7’st Grigolo sbaglia un aggancio aereo a un metro da Giarolo ma in un’azione fotocopia al 12’st Calabrese colpisce di testa anticipando Zuliani insaccando alla destra di Giarolo il momentaneo pareggio. Provano in tutti i modi i locali a riportarsi in vantaggio ma la stanchezza e i crampi iniziano a farsi sentire e la loro panchina è troppo scarna per fare dei cambi adeguati. Arriviamo al 38’st e il Minerbe raddoppia, Righetti scatta sulla tre/quarti sul filo del fuori gioco, scarta Giarolo in uscita e deposita la sfera del vantaggio in rete. Trascorrono lenti ma inesorabili i minuti con gli ospiti che vedono già scritti i 3 punti sul tabellone, il direttore concede 5 minuti di recupero, al 90+4’st Canoso salva miracolosamente sulla linea una deviazione di Petrov con conseguente calcio d’angolo, tutti gli uomini sono schierati, parte il cross in area, Petrov si libera di un difensore, avanza di un paio di metri e colpisce di destro a mezz’aria, la difesa biancoverde si apre sbilanciata e fa filtrare il tiro che batte l’incolpevole Ottaviani in tuffo regalando ai locali il pareggio insperato seguito dal fischio finale del direttore di gara.

Avvicente ed emozionante la gara oggi a Veronella con i locali dominanti nel primo tempo ma soccombenti nel secondo a un Minerbe bene organizzato in tutti i reparti con una spiccata propensione offensiva. Ottimo lavoro di mister Canoso che azzeccando i cambi è riuscito a far mantenere il ritmo giusto ai suoi uomini. Più sofferta la gara per mister Marin con una panchina cortissima che ha influito nel modulo soprattutto nel secondo tempo.

 

 

 

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •