Juniores Under 19 Elite A. Montorio – San Giovanni Lupatoto
Cronaca e fotoreportage di Nicola Guerra

Clima autunnale e nuvole basse, che lasciano a malapena intravedere le colline circostanti, accompagnano in un pomeriggio uggioso i novanta minuti dell’incontro tra Montorio e San Giovanni Lupatoto, dove su un terreno di gioco reso pesante dalla pioggia del giorno precedente, hanno la meglio i biancorossi, i quali con un calcio manovrato e palla a terra riescono con due azioni personali di Manuel Montanari e Andrea Faccioni a perforare la difesa biancoverde e portare a casa tre punti pesanti, utili per avvicinarsi nella zona medio alta della classifica.
Le formazioni scendono in campo con tenute di gioco con i colori tradizionali, neroverde per i locali, biancorosso per gli ospiti.

Montorio – San Giovanni Lupatoto (0-1) 0-2

Montorio (4-3-3): Sega, Campobello, Bauli, Zangrandi (19’pt Borghero), Gazzi (39’pt Donatiello), Manente (30’st Tisato), Bellamoli, Mondo (38’st Bortolasi), Micheloni, Cordioli (10’st Rodio), Doardo.
A disposizione: Verici, Cavalleri, Ferreri, Moroni
Allenatore: Gecchele Fabio

San Giovanni Lupatoto (4-3-3): Fadini, Lollato, Faccioni, Faur, Galvani, Zordan, Maraggia (14’st Montanari Martin), Pastorelli (32’ st Soardo), Montanari Manuel (41’st Moro), Nicolis, Molozin (26’st Manzini).
A disposizione: Pasin, Ghedin, Rodella, Bueno, Moretto
Allenatore: Quattrina Andrea

Arbitro: Busiello Alessandro, sezione A.I.A. di Vicenza
Reti: 27’pt Montanari Manuel (SGL), 28’st Faccioni (SGL)

Ammoniti:  Faur (SGL), Pastorelli (SGL), Gazzi (M), Donatiello (M)

Le prime fasi del match non sono molto spettacolari, vuoi per la fase di studio della messa in campo delle due contendenti, vuoi per il terreno pesante.
Al minuto 19 tegola iniziale per i padroni di casa; è costretto ad uscire per infortunio il n. 5 Zangrandi, pedina importante per la difesa neroverde, suo malgrado sostituito da Borghero, che comunque si è ben espresso nel corso della partita.
Occorrono venti minuti per vedere qualche pallone avvicinarsi alle rispettive porte.
E’ del n. 9 lupatotino la prima incursione; il suo tiro viene ribattuto in angolo dal n. 1 Sega.
Montanari non demorde, al 28’ recupera palla a centrocampo, se la porta entro l’area seguito dalla retroguardia avversaria, che non riesce a contrastare e compromettere il suo destro preciso, che si insacca alle spalle del portiere montoriese.
La reazione dei locali è debole e di poco rilievo, solo al 40’ si fa vedere il Montorio in area lupatotina con un traversone dalla sinistra con palla respinta alla meglio da Fadini, ma prontamente ribattuta dalla propria difesa con Montanari, omnipresente, scongiurando un pericolo nella mischia.

Parziale primo tempo 0-1
Ripresa che non ti aspetti.

Pensi che durante l’intervallo mister Gecchele dia una bella strigliata ai suoi ragazzi per il cambio passo, ma, nulla di fatto.
Il Lupatoto a differenza del primo tempo, ha più benzina nei serbatoi da spendere, in particolare sulle fasce, spinto da Lollato sulla destra e da capitan Faccioni sulla sinistra. Ne sanno qualcosa Borghero, Bauli e Donatiello, quando al 27’ si trovano davanti al n. 3 biancorosso, che con abilità ha la meglio, divincolandosi con destrezza sul terzetto, piazzando la palla alla sinistra di Sega a fil di palo.
Il raddoppio mette in ginocchio i neroverdi, che non riescono a creare un gioco concreto, merito della difesa ben disposta da mister Quattrina, e comunque del lavoro a centrocampo di Nicolis e Zordan, con poche palle perse e molte ben distribuite. Le sostituzioni con Martin Montanari e Manzini hanno dato continuità e freschezza al gioco già di buon livello. Sul finale di gara strepitosa girata al volo di Soardo, subentrato alla mezzora a Pastorelli, che in mezza rovesciata stampa il pallone sulla traversa.

Nulla di fatto, i quattro minuti di recupero decretati dall’arbitro Busiello, che ha ben diretto la gara, di fatto non portano ad impensierire il team lupatotino che difende gli ultimi tardivi assalti dei locali con destrezza.

Nella prossima settimana, a seguito del nuovo DCPM, le quadre del settore giovanile rimarranno al palo, ufficialmente ferme dal 26.10 al 24.11.

Speriamo vivamente che i contagi COVID diminuiscano e che tutto possa tramutarsi in un nuovo inizio e in una nuova ripresa senza piu’ interruzioni di tutte le attività sportive giovanili.

Lo Sport è salute.
(ma a Roma la pensano diversamente ndr)

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •