Allievi Provinciali Verona. Commento alla giornata 7.
di Michele Berardo.

Contrariamente alle condizioni atmosferiche questa è stata una settimana incandescente per il campionato Allievi provinciali, alimentata da forti emozioni contrastanti, ma con un evidente denominatore comune che è il buon gioco. Per il girone A e C la notte di Halloween non è stata vissuta  come per molti sotto il sinonimo di dolcetto e scherzetto, ma bensì da un’importante appuntamento infrasettimanale di campionato, (13′ in calendario) che regala solo a questi due gironi un surplus di due partite, per via di un numero superiore di formazioni iscritte. Per la 7′ giornata invece tutti in campo, o quasi, l’ironia della sorte ha voluto che siano proprio sette le partite sospese per impraticabilità del terreno di gioco, il girone più colpito dal maltempo è stato sicuramente quello D, il cosiddetto cittadino. Le strutture dell’ Avesa, Parona e dell’Intrepida insieme a quelle degli altri gironi, Valdalpone, Nuova Cometa, Oppeano e Rosegafero non hanno retto ai 40 mm di acqua caduti tra la notte di sabato e la mattina della domenica. In ogni caso non sono mancate le grandi emozioni che hanno messo il luce delle nuove promettenti realtà, come il Cologna Calcio che è riuscita a neutralizzare l’imbattibilità del San Giovanni Lupatoto, placando il fortissimo attacco che fino ad ora aveva totalizzato la bellezza di 42 reti in sole sei giornate.
Entriamo nel vivo della competizione analizzando girone dopo girone questo interessante e mai scontato campionato giovanile. Nel primo, quello definito A troviamo in testa alla classifica ormai dalla prima giornata l’Aurora Cavalponica, protagonista di due contrastanti incontri, il primo su tutti quello di giovedì sera in casa dei Illasi, formazione capace di infliggere un perentorio 3 a 1 alla capolista. Il secondo sempre fuori casa contro la formazione dello Zevio, ma in questo caso la compagine di mister Mattia Vicentini dimostra di avere ritrovato quell’importante determinazione per vincere una partita delicata come questa, il risultato finale sarà un’inequivocabile 3 a 0 che condanna definitivamente la squadra di casa alla mancata qualificazione. Al secondo posto troviamo la rivelazione Illasi che in soli 8 giorni conquista tre importanti vittorie, l’ultima fuori casa è quella a carico del Colognola ai Colli  per 4 reti a 0, Paolo Turri commenta così la prestazione: ” è stata una sfida combattuta sul campo del Cologna, condizionata anche dalle forti piogge che non hanno dato la possibilità di interpretare la partita come avremmo voluto. Vittoria meritata per quanto visto in capo, rendo merito anche agli avversari per avere giocato una partita di grande spessore, con un po di fortuna avrebbero potuto rientrare in partita. In ogni caso la mia formazione ha avuto la forza di passare da subito in vantaggio con uno splendido calcio di punizione, nel secondo tempo nonostante la supremazia in campo dei padroni di casa siamo riusciti a concretizzare la seconda rete. Nei minuti finali abbiamo definitivamente chiuso la partita con il terzo e il quarto gol. Sono molto contento di questo inizio di campionato, ci confermiamo comunque squadra altalenante, capace di giocare a calcio alla pari con le più forti, ma nello stesso tempo cadere con le meno dotate tecnicamente“. Per quanto mi riguarda la formazione di mister Turri si inserisce in uno dei gironi più qualitativi del campionato, sarà indubbiamente più difficile conquistare la qualificazione, ma l’esperienza raccolta in queste partite sarà determinante per essere tra le più competitive del campionato fase élite.
Congratulazioni al Tregnago per l’importante vittoria in casa per 4 a 2 contro una formazione di tutto rispetto come il Giovane Santo Stefano posizionata momentaneamente a metà classifica. Per mister Adami questa è stata una prova convincente: ” siamo passati in vantaggio dopo solo 10 minuti dall’inizio del primo tempo, agevolazione che per certi versi non ci ha giovato, forse avevamo perso concentrazione oltre che la giusta determinazione, infatti da li a poco la formazione di mister Di Pillo trova la meritata rete del pareggio su punizione del suo centrocampista. Sul finire del primo tempo siamo riusciti con delle ottime verticalizzazioni a ritrovare gioco oltre che la rete del vantaggio. Il secondo tempo è stato spettacolare con tre meravigliose finalizzazioni, la prima del Giovane Santo Stefano che ritrova per la seconda volta consecutiva la parità, le altre due dei miei attaccanti, Dalla Chiara e Ulmi che chiudono definitivamente un confronto emozionante, ricco di colpi di scena.”
Risultato inaspettato per il San Giovanni Ilarione di mister Leaso, formazione che posizionava negli ultimi posti della classifica con un passivo di soli tre punti. La vittoria convincente di domenica contro la Belfiorese per 3 a 0 la rilancia in campionato come probabile antagonista alle big del girone. Chiude il girone l’Atletico Città di Cerea squadra B che vince per 2 a 1 contro un poco ispirato Real Monteforte stabile a quota 4 punti. Nel girone B comanda senza nessun tipo di indugio l’Atletico Città Di Cerea, squadra che ha oggettivamente dimostrato sul campo di avere tutte le caratteristiche tecniche al disopra della media. La vittoria schiacciante per 8 a 1 contro la formazione del Porto non può altro che avvallare quanto detto poc’anzi. Forse la vera e unica  antagonista di questo raggruppamento, visto gli strabilianti risultati numerici raccolti fino a questo momento è il San Giovanni Lupatoto, il quale inaspettatamente in quest’ultima giornata viene sconfitto per 3 a 2 da una formazione ostica come il Cologna Calcio di mister Scarsetto, il quale per etica personale vela le reali capacità di questa squadra, evitando categoricamente ogni tipo di considerazioni sulla partita o campionato. Mister Birtele al contrario non si nasconde, evidenzia da subito una prova sotto tono da parte dei suoi ragazzi, in ogni caso si congratula con la squadra avversaria per la qualità del gioco oltre che dei singoli. Evidentemente mister Scarsetto ama l’effetto sorpresa, ma questi sono tutti elementi che mettono il luce un tipo di qualità che non possiamo  non considerala.Trasferta troppo facile per la formazione dell’Isola che conquista una vittoria schiacciante fuori casa contro un Albaredo Calcio ancora statico a quota un punto. Idem per il Vangadizza che vince a Casaleone per 6 a 1, condannando nelle ultime posizioni a quota 6 punti la formazione di casa di mister Ghisellini, il quale sembra non avere più la matematica dalla sua parte per puntare in un eventuale ripescaggio tra le  migliori seste in classifica.
Nel girone C questa settimana si è giocato anche l’appuntamento infrasettimanale. Per l’Academy Pescantina Settimo un attivo di due vittorie che consolidano il primato a punteggio pieno, la prima di queste è per 1 a 0 contro una signora squadra chiamata Rivoli, la quale ha cercato in tutte le maniere di scalfire l’eccellente e attenta difesa di mister Marastoni. La seconda sul campo del Lazise per un 6 a 0 più che rotondo. Sotto di una posizione troviamo l’armata di mister Comencini, la famosa Baldo Junior Team che archivia con un perentorio 8 a 0 la squadra della Polisportiva la Vetta, totalizzando fino a questo momento 16 punti in classifica che potrebbero essere per certi versi quasi sufficienti per una qualificazione che sembra essere super meritata.Tre punti pesantissimi per il Valpolicella in casa del

Mauro Gaburo (archivio 2014-2015)

Bussolengo il quale ipoteca una vittoria per 3 a 1, Mauro Gaburo racconta così questa importante vittoria: ” ...premetto, abbiamo giocato su un campo sintetico che risultava al limite della praticabilità per via delle abbondanti piogge cadute nella mattinata. In ogni caso è stata una sfida emozionante, nel primo tempo abbiamo avuto in un paio di occasioni la palla del meritato vantaggio, la più clamorosa è stata su calcio di rigore dopo un evidente fallo in area. Nel secondo tempo siamo bravi a passare in vantaggio per primi con Capodiferro, abile a spiazzare il portiere in diagonale. Sono bastai meno di dieci minuti alla squadra di casa per pareggiare, con un gran tiro del loro n 10. Sul finale della partita riusciamo a concretizzare due fondamentali reti, la prima con Reggiani su calcio d’angolo, la seconda con Montoli su punizione ormai a tempo quasi scaduto. Per quanto mi riguarda è stata una vittoria meritata, rimango basito dalla classifica del Bussolengo che dimostra per tasso tecnico e tattico di avere tutte le caratteristiche per ambire un posto tra le prime 5 in classifica.
Foto “storica” per Mauro Gaburo, quando alla guida degli Allievi Provinciali dell’Ambrosiana vinse la finale al Bentegodi contro lo Zevio di Cristian Piasere.
Considerazione da non sottovalutare visto che il Bussolengo dovrà ancora giocare in campionato 5 partite, a disposizione ci sono ancora 15 punti in palio che risultano per la matematica sufficienti per riaccendere le velleità di una ipotetica qualificazione. Il Peschiera consolida la terza posizione in classifica con la vittoria fuori casa per 4  a 1 contro un Arbizzano poco motivato.
Ultima nel tabellone C, anche se non valida per la classifica è la vittoria in casa per 2 a 0 del CastelnuovoSandrà squadra B fuori classifica contro il Rivoli.
Continua l’inesorabile corsa positiva del Paluani Life nel girone D che concretizza 19 punti in 7 partite, un attivo di sei vittorie e un solo pareggio. Numeri che lasciano presagire a mister Tommasi di avere una squadra pronta per affrontare a testa alta le fasi finali del campionato. La vittoria di domenica per 4 a 1 in casa contro il Cadidavid è sembrata almeno sulla carta facile, in ogni caso il mister ci racconta alcune considerazioni sulla partita: ” abbiamo giocato una buona partita nonostante alcune importanti assenze in squadra. Nonostante tutto siamo entrati in campo con molta determinazione esprimendo un buon gioco fluido, ma sopratutto ricco di azioni tattiche, evidentemente il lavoro svolto fino a questo momento in allenamento sta dando i giusti riconoscimenti in un girone fortemente equilibrato come questo.”
In seconda posizione a pari merito troviamo più di una formazione, la prima è il Povegliano che conquista i tre punti sul campo del Caselle per un rotondo 6 a 1. L’altra è la formazione dell’Alpo Lepanto che vince per 5 a 2 contro un poco stimolato e rinunciatario Lugagnano. La partita Rosegafero-Vigasio è stata sospesa per impraticabilità di campo. A metà classifica si incontrano due formazioni che hanno dato origine a una partita spettacolare, sto parlando di Gabetti Valeggio contro le Golosine 2013, finita 5 a 4 per gli ospiti bianco azzurri che si portano quota sette punti in classifica. Interessante in chiave classifica anche la vittoria dell’Olimpica Ponte Crencano per 1 a 0 contro un Concordia che sembra non volere

Olimpia PC All Prov Egidio D’orazio

mollare l’ideale di una qualificazione. Egidio D’Orazio ci racconta la vittoria: “ Risultato importante perché ottenuto contro una squadra che ci precedeva in classifica, tre punti che ci permettono di inserirsi nella zona calda della classifica. E’ stato un primo tempo avvincente dove entrambe le squadre si sono affrontate a viso aperto producendo da ambo le parti almeno 2/3 palle gol nitide.Al 31′ del primo tempo passiamo in vantaggio grazie alla tenacia del nostro esterno alto Gyedu ke, lesto a conquistare una palla sulla trequarti avversaria, inserendosi verso l’area superando prima un difensore e poi il portiere in uscita, calciando in diagonale la palla in rete. Nel secondo tempo non siamo riusciti ad avere la stessa convinzione del primo, forse una mancata lucidità dovuta sopratutto a un calo fisico che ha regalato il possesso palla alla squadra avversaria, la quale crea un paio di importanti occasioni da rete per fortuna sventate dalla determinazione della mia squadra oltre che dal nostro n 1 Magrone oggi in un vero stato di grazia. Mi congratulo con la formazione del Concordia e con il loro mister per l’ottima organizzazione di gioco vista oggi sul campo.”
Nel girone D sono tre le partite non giocate per via della impraticabilità del terreno di gioco, in ordine Avesa-Corbiolo, Parona-Sant anna D’alfaedo e Polisportiva Intrepida Montorio. Per la capolista BNC Noi di Marco Ferrari ancora imbattuta, la trasferta sul campo del Cadore, squadra posizionata a metà classifica, risulterà ancora una volta vincente per un risultato netto di 5 a 1. Ormai per la formazione dei cosi detti Granatieri giallo verdi non rimane che aspettare la fase successiva del campionato per scontrarsi con realtà di calibro maggiore. Ottimo finora il percorso in campionato del San Zeno posizionato nel secondo posto con un passivo di una sola sconfitta proprio a carico della capolista. Per i ragazzi della busa la trasferta sul campo dell’Atlas VR 83 è quasi da considerarsi una partitella d’allenamento, lo giustifica il risultato di 9 a 1 per i granata. Sudata vittoria tra le mura di casa per la

Juventina Simone Graziani

Juventina Poiano per 3 a 2 contro una quotata Audace Calcio. Simone Graziani commenta cosi la partita: “...per noi questa è una importante vittoria dal sapore di un derby considerato da molti storico. Mi congratulo con la mia squadra che ha come valore aggiunto la forza di essere un gran gruppo, capace di essere sempre propositivo nelle giornate d’allenamento, dimostrando la volontà d’imparare anche con il sacrificio del duro lavoro, se continuiamo a procedere su questi step ci conquisteremo delle belle soddisfazioni.

Arrivederci su questa pagina per il commento della giornata  8 di campionato.

Tre eventi in uno alle Eccellenze Provinciali

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.