No zugo mai, gnanca quando se vinse 4 a 0. Storia reale romanzata.
di Rodolfo Giurgevich.

 

Sarà che ò passà più tempo a scaldar la panca che no a pestar l’erba del campo, che ve conto ‘sta storia che l’è capità in un paese del veneto, domenega passa’, poco distante da casa mia.
Stava par scominsiar la partia, l’arbitro gavea ciama’ i zugadori, ma capita ‘na storia nova. Mentre i buteleti de riserva, quei dela squadra de casa i se comoda in campo, ‘ialtri i resta dentro dove i se cambia.  No i vol entrar in campo par sentarse su la panchina. El mister el core subito par capir ‘ssa capita.

‘ssa ela sta storia?…che novità saria?:…

Mister, el dise uno dei buteleti, ancò no zughemo, no entremo en campo...”

El mister, no ghe crede a le so recie e scominsia a dar de mato.

e parchè mai?…. gavio tuti mal de pansa?...”

” parchè mister… no zughemo mai, in campo i va sempre i stessi e gnanca quando se vinse comodi, no entremo…

ma chi credio d’essar?…dentro in campo tuti, senò… no zughè più par sempre!!!”

‘Na mama dei buteleti, sindacalista de sinistra col fiol ch’el zugava a l’ala destra (de riserva) che l’ascoltava da fora, capisse che l’è ‘na roba da grandi, mete el naso e la lengua (longa asè) anca ela.

” el me scusa mister, parchè i no zugherà più?...”

parchè i no vol ‘ndar in panca...”

qual’elo el problema, mister? tanto i zuga sempre i soliti ondese e no te li cambi mai, gnanca quando te vinsi 8 a 0 opure quando te li cambi te li fe zugar sinque minuti e poi te li tiri fora par far entrar n’altro panchinar. Mister, chi credito d’esar, Guardiola? “…

siora, la me scusa, ma ‘stoquà l’è un sciopero de la panchina, alora?...”

bravo Mister, te gh’è capio tuto al volo, l’è proprio sciopero, gavarà dirito anca la panchina a farlo, o no?

“..la varda che semo primi in clasifica, dovarì esar contenti tuti…”
” el varda lu mister…a mi no me interesa proprio d’esar primi, ò portà me fiol, e pago anca, parchè se diverta zugando, no par star in panca tute le partie...”

El Mister nol savea più ‘ssa far ” ciamè el Presidente, ancò par fortuna l’è in tribuna…

El Presidente ‘riva subito, el se informa, parla prima col mister e dopo co la mama del buteleto ch’el zugava (mai) a l’ala destra.

signora, saria mejo par tuti che i buteleti i entresse...”

mejo par tuti? ‘ssa ela, na minaccia?  ma chi credelo d’esar anca lu, Presidente che nol gh’è mai, ma s’alo informà ‘ssa el fa ‘sto sior, el mister?  l’è mai posibile che i no possa zugar tuti un fià, magari quando vinsemo senza tanti problemi?… sta ‘tento,  Presidente, la panchina l’è un patrimonio tecnico, de la squadra, se i no zuga, i se impoverisse, i no ga più voja de venir solo par alenarse e basta.
Alo capio Presidente? La panchina l’è un patrimonio de la società,  la panchina poco o tanto la deve zugar, el Presidente deve meterghe el  beco quando gh’è ‘sti problemi.
Buteleti, vestive, ‘ndemo in tribuna a vardar la partia, se vede mejo che no a star in panchina.Tanto iè in ondese, i basta.

Mentre i buteleti i se veste, el Presidente varda el Mister ” Stà ‘tento, dovemo salvar el campionato, la squadra, la panchina e anca el mister, ‘desso pensaghe ti…”


Storia realmente accaduta qualche anno fa in Veneto; meno male che non tutti gli allenatori del giovanile sono così. R.G.

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.