Altri Sport. Ginnastica ritmica
___________________
Giuditta Campagnari
___________________

 

Hanno potuto nuovamente sentire il calore degli spettatori e dei genitori domenica 2 giugno in occasione dello Sport Expo di Verona, le altlete della Polisportiva RitmicArt ASD, impegnate in spettacolari esibizioni con tutti i quattro attrezzi della ginnastica ritmica che hanno lasciato in visibilio tutto il pubblico presente.

Pubblico che è stato invece il grande assente, in osservanza delle normative Covid, delle giornate di sabato 22 e domeica 23 maggio durante la prima prova del campionato regionale Uisp di ginnastica ritmica a Montegrotto (PD), ma che non ha impedito alle atlete di trovare la grinta e la forza di conquistare ben 4 titoli regionali.

La competizione ha coinvolto agoniste di età e categorie differenti che hanno gareggiato con esercizi individuali confrontandosi con numerose società provenienti da tutto il Veneto. Le ginnaste, accompagnate dalle tecniche di riferimento, si sono esibite individualmente davanti ad una giuria qualificata che al termine della gara ha premiato le atlete con tutte le norme di sicurezza anti-covid.
Per la 3^ categoria junior a salire sul gradino più alto del podio con palla e clavette è stata Silvia Iseppi, mentre per le senior al nastro il titolo è andato a Francesca Aprile.
Per la 1^ cat senior al nastro ha conquistato il primo posto Chiara Barbieri e sempre 1^ categoria ma per la fascia allieve alla fune 1^ classificata Beatrice Rigotti.
Grande prova emotiva duqnue, quella di Montegrotto come quella di Verona, per le ginnaste che nonostante venissero da mesi di lontananza dalla pedana e di allenamenti limitanti su piattaforme online, sono riuscite a mettersi in gioco gestendo al meglio le proprie emozioni.

«Una grandissima soddisfazione» rivela la tecnica Olena Samoylenko della RitmicArt ASD sostenuta e spalleggiata dalla collega Martina De Marzi  che proprio in ocassione dello sport Expo festeggiava oltre ai risultati delle sue ragazze, il suo compleanno «ho iniziato a festeggiare durante il weekend della competizione e ho concluso oggi con il ritorno del pubblico, delle esibizioni e di uno spiraglio di normalità. Non potevo ricevere regalo più bello della soddisfazione che hanno saputo donarmi, in questo anno diffiicile, queste piccole grandi atlete.»

Nella speranza che queste occasioni siano un primo passo verso un ritorno alla normalità, speriamo vivamente che funi, clavette, palle e cerchi tornino a volare lanciati con maestria dalle atlete della RitmicArt ASD.

 

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •