Giovanissimi Regionale A. PescantinaSettimo – Union Olmo Creazzo.
di Emanuele Bertoldi.

Tra i due litiganti il terzo gode, nel testa a testa tra Pescantina Settimo e Paluani Life, la spunta l’Ambrosiana che si prende la vetta della classifica.
Ma questa non è grande novità. Resta sempre una sorpresa di vedere due “matricole come Paluanilife e PescantinaSettimo battersi per i primi posti. Il campionato promette un grande equilibrio, tranne per i rossoneri che guarderanno tutti dall’alto.

PescantinaSettimo – Union Olmo Creazzo (0-0) 0-1

Pescantina Settimo: Camatta, Baldiotti, Popovic (30°st Orsini), Righetti Samuele, Ugolini (26° st Carvelli), Zocca, Zambelli (20° st Valenari), Sordo, Dini (16° st Lucchese), Cipriani (9° st Boldo), Trevisani (30° st Milani). A disp.: Fasoli, Castagna. Allenatore: Pisani

Union Olmo Creazzo:  Volpe, Leonardi, Urban, Sarro, Cazzola, Toniolo, Bozic (26°st Ometto), Casarotto, Maltauro (19° st Bagante), Adami (7°st Miccolo L.), Garcia (12° st Yabre). A disp.: Miccolo A, Gerolimon, Visonà,Rigolon,Falzone. Allenatore: Brugnolo

Arbitro: Giovanni Coati  di Verona
Reti:  30’st  Sarro (UOC)

Ammoniti: Boldo (Pescantina Settimo)

Comincia in perfetto orario la sfida tra Pescantina Settimo, che scende in campo con  maglia rossa con maniche e pantaloncini blu e con i proprio portiere in maglia blu elettrico; la Union Olmo Creazzo con maglia blu scuro, pantaloncini neri e con portiere con maglia gialla.
Partita dai ritmi molto elevati, con continui capovolgimenti di fronte in cui il saper “leggere” il campo molto bagnato e quindi scivoloso, fa la differenza.

Al 2° minuto è subito l’ Olmo che si presenta in area del Pescantina e far intendere che non è venuto a Verona per fare allenamento. Il Pescantina se ne rende subito conto e fa capire che il primato in classifica non è arrivato per caso.
Continui e rapidi capovolgimenti di fronte in cui risultano ben piazzate entrambe le difese. Meglio organizzato nel gioco il Pescantina, più preciso nei calci piazzati l’Olmo. Da segnalare due prodezze al 26° ed al 27° del portiere del Pescantina,  Camatta e un tiro fuori di poco di Zambelli del Pescantina a fil di palo. Si conclude il primo tempo con un grande equilibrio in cui il Pescantina non riesce ad interpretare la partita come era riuscito nelle precedenti sfide, e per questo si deve dare merito all’Olmo che invece chiude bene gli spazi e sfrutta le ripartenze.

All’inizio del secondo tempo si vede in campo un nuovo Pescantina che inizia a martellare come da sua abitudine, dal 2° minuto al 18° minuto è un continuo prendere d’assalto la porta dell’Olmo ma dove non riesce ad arrivare la linea difensiva, arriva un ottimo portiere Volpe in gran forma.
Se il primo tempo sembrava dar ragione ad un giusto pareggio, il secondo tempo sembra avviato ad una supremazia del Pescantina che sciorina un repertorio di ripartenze rapide e di contropiedi velenosi. Ed è proprio su un contropiede del Pescantina bloccato per un fallo di mano che nasce la rete della vittoria per l’Olmo Creazzo.
Siamo al 30’st, ne consegue un calcio di punizione che trova in area del Pescantina l’incornata vincente di Sarro, che con un preciso e potente colpo di testa indirizzato nell’angolino basso, porta il risultato sullo 0-1, quando mancano pochi minuti al termine. Riprende il gioco con un assedio del Pescantina nell’area dell’Olmo, ma la squadra di mister Brugnolo ha una difesa ben organizzata e si porta a casa tre punti pesantissimi.
Al PescantinaSettimo l’onore delle armi, un pareggio sarebbe stato più giusto, ma se avessero vinto i rossoblu, nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo.

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.