♥ Juniores Regionale girone B. Presentazione.

Buona rappresentanza delle squadre veronesi quest’anno rispetto allo scorso: ben sette, quasi la metà delle 16 squadre, completate dalla classica componente vicentina. Componente vicentina che comunque sforna, come lo scorso anno, le papabili favorite del girone: Trissino, Sitland, Chiampo e Virtus Cornedo. L’unica delle quattro a confermare il mister è il Trissino, che si affida un’altra stagione a Maurizio Venza: campionato nella norma l’anno scorso con la Juniores regionali, ma occhio agli ascendenti Allievi provinciali, freschi di girone vinto lo scorso anno. Dopo la passata stagione non possono che rimanere teste di serie anche Sitland e Virtus Cornedo, arrivate appaiate 3° a pari punti dietro solo alle neopromosse Sovizzo e Calidonense. Leggermente più quotato il Rivereel, che potrà garantire sulla maggiore esperienza degli Allievi regionali, ma gli Allievi provinciali della Virtus non scherzano e sicuramente riusciranno a esprimere le loro qualità. Discorso simile per il Chiampo, reduce da un campionato regionale senza infamie e senza lode e vogliosa di combattere per i primi posti, anche grazie al supporto degli Allievi provinciali più agguerriti della sponda vicentina. Sono attese alla riconferma anche Oppeano e Lonigo, con i biancorossi leggermente più quotati ( e potrebbero diventare la sorpresa del girone). Il carro armato veronese sarà guidato da Stefano Castaldo e dopo la convincente parentesi nel girone A (5°posto), proverà a misurarsi con le potenze del girone B, portando alto lo stendardo veronese.
Il Lonigo accoglie in panchina un volto noto per il girone B: è l’esperto ed appassionato Andrea Basuino, l’anno scorso sulla panchina della Belfiorese. Lonigo desideroso di rivalsa, reduce da un campionato non esaltante e spesso più da comparsa che da protagonista, proverà quindi con Basuino ad alzare l’asticella, mirando la prima metà della classifica. Attenzione però alle nuove leve provinciali: fa paura il Cologna di Andrea Bracesco, campione provinciale lo scorso anno e con tutte le carte in regola per puntare alle prime 8 posizioni. Profili interessanti anche quelli di Bevilacqua e Pro San Bonifacio: entrambe l’anno scorso hanno fatto molto bene alle fasi finali, sia con Juniores che con gli Allievi: Matteo Coriani alla guida del Bevilacqua può rappresentare una delle sorprese del campionato. Discorso analogo per le cugine Schio e Bissarese, rispettivamente vincitrici del girone A e B provinciali di Vicenza. Partono comunque con i fari spenti visto che la concorrenza è tanta e il salto di categoria non è una passeggiata, ma possono stupire.
L’Isola Castelnovo di Gabriele Schiesaro è chiamata a fare meglio invece dopo una stagione regionale sottotono, gli Allievi provinciali però non hanno convinto al 100% ed è probabile quindi rimanga sulla soglia della metà classifica. Soglia nei ranghi anche dell’Atletico di Cerea di mister Danieli, neopromossa che sulla carta lotta per la salvezza ma ha dimostrato la scorsa stagione di poter dare filo da torcere. Chiudono il quadretto Belfiorese e Albaronco, che non sembra abbiano le caratteristiche per un campionato da protagoniste. La compagine di Belfiore sarà guidata da Daniele Meneghetti mentre l’Albaronco si affiderà a Francesco Gaiardoni: entrambi lotteranno quasi sicuramente per la salvezza, raggiunta agli sgoccioli l’anno scorso. Chiude il girone l’incognita Unione La Rocca Altavilla, ripescata dai provinciali e chiamata a un salto di qualità che all’apparenza può sembrare un passo più lungo della gamba.

Nessuna compagine reduce dagli élite è presente e quasi metà girone neopromosso proviene dai provinciali: il girone B è sulla carta tecnicamente inferiore al cugino ‘A’ ma per questo molto più imprevedibile del più quadrato girone veronese: ci auguriamo possa giovarne lo spettacolo.

Arrivederci sui campi, manca poco.

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© La divulgazione non autorizzata di articoli e di fotografie lede i diritti di autore. (art. 10, comma 1, Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie) Riproduzione anche parziale vietata, con qualsiasi mezzo, compresi screen shoot o copia incolla. Facciamo gli sportivi anche su Internet.