Giovanissimi Regionale A. Recupero San Martino Speme-Virtus
di Roberta Roi

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.

Un’avvio di campionato scoppiettante ( ma era nella previsioni) per la Polisportiva Virtus allenata da Mauro Zanotti. Il San Martino Speme al contrario, incassa un amaro 0-5 del quale dovrà far tesoro per capitalizzare l’esperienza di questo nuovo gruppo che ha molto da migliorare.
Ma non sono tutte ombre quelle della Speme, che dimostra di avere convinzione nei propri mezzi, contando anche giustamente sulla nuova situazione societaria, positiva, creatasi nell’ultimo periodo.

San Martino Speme-Polisportiva Virtus: (0-2) 0-5

San MartinoSpeme: Stevanella (25°st Caliari), Bissoli, Lonardoni, Caloi, Lonardi, Giusti (13°st Vrenna), Zumerle, Morini, Antoninho, Bianchi (8°st Zanolini), Tarana. A disp.: -. Dir. tecnico Pavan

Polisportiva Virtus.: Zorzi, Singh (25°st Zanini), Ronchini (13°st Madera), Denaro (20°st Menegoi), Fantini, Fuin, Antonelli (20°st Filip), Pellegrini, Carrara (20°st Dal Degan), Prota (7°st Zambaldo), D’Ambra G. (13°st Verdari). A disp.: Salvagno, D’Ambra L.. All.: Zanotti

Arbitro: Hamza Moul Khail di Verona
Reti: 9°pt D’Ambra G. (V), 23°pt Prota (V), 2°st D’Ambra G. (V), 27°st Verdari (V), 34°st Zambaldo (V).

Non c’è molto c’è da dire con un risultato del genere: la gara è stata dominata dalla Virtus che avrebbe anche potuto arrotondare il risultato; da segnalare che le nuove regole non sono state ancora digerite dal giovane direttore di gara, che ha fatto ammenda su una rimessa dal fondo del portiere appoggiata ad un compagno in area, fischiata a torto.

Buona dunque la prestazione dei rossoblu che impongono il maggior tasso tecnico per creare spazi e attaccare la difesa avversaria. Su una giocata in profondità passa in vantaggio al 9° con Carrara che scappa in fascia e serve l’accorrente D’Ambra che chiude in rete.
Prota raddoppia d’astuzia su punizione, con una battuta improvvisa che sorprende la retroguardia di casa.

Virtus Gio Reg Prota Matteo

Il 3-0 siglato da D’Ambra in avvio di ripresa con caparbia azione solitaria, chiude di fatto la partita.
I ragazzi della Speme continuano a giocare con generosità ma la condizione atletica ed il divario tecnico giocano a favore della Virtus che aumenta il bottino con Verdari e Zambaldo.

Vittoria che fa morale per la Virtus, attesa comunque da prove ben più impegnative, a partire da quella di domenica contro l’Olmo Creazzo capace di fermare l’Ambrosiana, una delle favorite per la vittoria finale.
Campionato che si preannuncia in salita per una Speme in piena ricostruzione, ma che ha dimostrato sufficiente carattere per battersi e mantenere la categoria.

Speme Virtus ( le foto di azione sono di Giovanni Scolfaro)

 

 

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.