Juniores regionale girone A, 1°giornata. Garda-Bussolengo
di Thomas Ardieli.

Iniziano al campo principale Turisendi le avventure di Garda e Bussolengo in questa nuova stagione juniores regionale. Il Garda del neo mister Dall’Agnola parte a fari spenti dopo una stagione non entusiasmante chiusa a metà classifica, mentre il Bussolengo di mister Carucci deve smaltire una retrocessione dagli élite e fare subito i conti con numerose assenze per cause scolastiche: i rossoverdi si presentano infatti a Garda con solo 3 giocatori in panchina.

 

Garda-Bussolengo 3-0 (2-0)

Garda: Zignoli, Galvani (53’Auersperg), Gaspari, Sinico, Pandolfi (75’Pinamonte), Vigliano, Frezza (60’Guerra), Mancini (69’Pucciano), Zeni, Flachs, Martinelli. A disp. Franca, Cantoni, Pinamonte, Qemolli, Pucciano, Monese, Auersperg, Guerra, Chignola. All. Dall’Agnola Andrea

Bussolengo: Martini, Bonsaver (58’Ippoliti), Accordini, Rudari, Bertoncini, Benetolo, Simonelli (82’Aldrighetti), Girelli, Saitta (53’Yaboye), Bergamini, Coati. A disp. Aldrighetti, Ippoliti, Yaboye. All. Carucci Francesco.

Arbitro: Francesco Zanoni di Verona
Reti
: 5’Sinico (G), 44’Zeni (rig.) (G), 53’Martinelli (G)

 

Giornata perfetta per una bella partita di calcio: le previsioni davano maltempo e invece su Garda risplende un bel sole, a rendere mite ma non torrida la temperatura. Pronti e via e i ritmi sono subito forsennati. le squadre infatti saltano totalmente la fase di studio e attaccano a viso scoperto cercando di sbloccare la gara nei primi minuti. Va vicino al gol il Bussolengo ma è poi il Garda a trovare la rete dell’1-0 sugli sviluppi di un calcio d’angolo, dove Sinico è bravo a deviare in rete con una scivolata dopo una mischia in area di rigore. Passa qualche minuto ed è ancora il Garda ad andare vicino al raddoppio, con Zeni che, lanciato a tu per tu contro Martini, calcia centrale, consentendo all’estremo difensore rossoverde di deviare in angolo. Sempre Zeni ci riprova al 20′ con un zampata sul primo palo ma è reattivo Martini che gli dice ancora no, tenendo in piedi un Bussolengo in questa fase visibilmente in difficoltà. Faticano infatti i rossoverdi a tenere su palla, oltre a perdere molti duelli a centrocampo. Sul finale di tempo si protende ancora in avanti il Garda: è bravo Frezza a controllare in area sulla sinistra e a sterzare verso l’interno per liberarsi al tiro, ma Bonsaver lo stende con un intervento ingenuo in scivolata e l’arbitro non può altro che fischiare rigore. Dal dischetto si presenta Zeni, deciso a vincere quella che è diventata una sfida personale con Martini: il numero 9 calcia forte rasoterra ma non molto angolato, Martini intercetta ma non basta perché la palla finisce in rete per il 2-0 Garda.

La seconda frazione inizia sulla falsa riga della prima, sempre il Garda che fa la partita mentre il Bussolengo si difende come può. Al 53′ arriva anche il colpo del ko per i rossoverdi: bella imbucata per Martinelli che sulla destra infila Martini con una botta sul primo palo, ipotecando i 3 punti finali. La partita quindi si addormenta e gli allenatori effettuano la classica girandola di cambi causa la stanchezza di inizio stagione che si fa sentire. L’ultimo sussulto è del Bussolengo che ha la possibilità di segnare il gol della bandiera con Bergamini, imbucato benissimo da Simonelli, ma il numero 10 si fa ipnotizzare da Zignoli che devia in angolo mantenendo la porta inviolata. Finisce quindi 3-0 una partita giocata a senso unico dove il Garda ha dimostrato di giocare un buon calcio e di potersi ritagliare una stagione da protagonista in questo agguerritissimo girone A. Difficile giudicare il Bussolengo, sicuramente hanno pesato molto le tante assenza ma la sensazione è che l’obbiettivo promozione immediata vada molto ridimensionato.

Alla prossima giornata

 

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.