Juniores Regionale A. Giornata 1.

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.

Finalmente è ricominciato il campionato, l’attesa e il caldo di prestagione sono giunti al termine, lasciando spazio a sabati pomeriggio ricchi di emozioni, speranze, gioie ma anche delusioni. Inizia così quindi anche la nuova stagione juniores regionale, dove già alla prima giornata non mancano le sorprese e i risultati totalmente contro pronostico. Cadono entrambe le ex compagini élite Cadidavid e Bussolengo, sotto i colpi della neopromossa Valpolicella e il buon Garda di mister Dall’Agnola. Il Cadidavid di mister Stefano Ferrillo, favorito sulla carta, viene sgambettato in casa per 0-2 dalla possibile outsider di quest’anno: il Valpolicella di mister Manuel Bonazzi. Proprio mister Bonazzi ci ha raccontato l’andamento della gara e le prime sensazioni dall’ambiente:
“Sabato è stato subito un bel banco di prova per i miei ragazzi, avevo un po’ di dubbi perché siamo riusciti a fare solo 12 allenamenti e due amichevoli e ci siamo presentati sabato con 4 allievi aggregati. Ho avuto però delle ottime risposte da parte di tutti e più di così non potevo pretendere. Il Cadidavid si è rivelata una squadra tosta, esperta e che sicuramente dirà la sua in questo campionato. Siamo stati bravi ad andare in vantaggio nel primo tempo al 12′ con Sartori e poi a difendere il risultato, archiviato nel secondo tempo grazie a un rigore trasformato da Quintarelli all’80’. I ragazzi nella scorsa stagione si sono meritati il salto di categoria, prima della partita ho detto loro che le cose conquistate si deve difenderle dando tutto quello che si ha: mantenere la categoria è di vitale importanza per la società e questo è l’obbiettivo che tutti insieme cercheremo di raggiungere”
Anche il Bussolengo di mister Francesco Carucci parte male ed esce sconfitto dal Turisendi di Garda dove mister Andrea Dall’Agnola sfrutta le tante assenze nelle file rossoverdi per portarsi a casa 3 punti d’oro, giocando un buon calcio e con una squadra molto giovane. Bravi i lacustri a passare in vantaggio con Sinico nei primi minuti e a chiudere la prima frazione sul 2-0 con il rigore di Zeni. Chiude il match sul 3-0 Martinelli nel secondo tempo con una botta a freddare Martini. Ecco la cronaca della gara.

Non vince nemmeno la terza compagine ex élite nonché la più quotata: il San Martino Speme del neo mister Antonio Vandin, fermato sull’1-1 dal Grezzana Lugo di mister Umberto Piva. Passa in vantaggio il San Martino nel primo tempo grazie alla rete di Malesani al 18′, ma è bravo il Real a riprenderla nel secondo tempo e a riportare tutto in parità col solito  Bellamoli al 53′. Il Real si conferma quindi una buona squadra assolutamente da non sottovalutare: la voglia di rivalsa di mister Piva potrà dare la carica in più ai suoi durante la stagione. Conferma le attese anche il Team Santa Lucia di mister Fabio Ambrosi, (nella foto di copertina) che sul complicato campo del Nogara di mister Silvio Donadello passa per 0-1 grazie alla rete pesantissima di Danquah. Tre punti importanti per il Team che si candida già a un ruolo da protagonista nel campionato, ma non perde comunque pericolosità il Nogara, ancora compagine solida e difficile da affrontare.
Conferma il buon livello dell’anno scorso il Tregnago di mister Matteo Bonomi, che ferma sull’1-1 il super Castelnuovo di mister Franco Venturelli, scatenato nel pre-stagione dove aveva dimostrato di poter competere anche con compagini élite. Costretti a inseguire da subito i neroverdi che subiscono nel primo tempo la rete di Ridolfi al 26′ e raggiungono il pareggio solo nella seconda frazione con un rigore di capitan Cangeopol al 73′. Medesimo risultato anche tra il Povegliano di mister Francesco Barone e il Lugagnano di mister Fabiano Bringhenti, due compagini quest’anno in lotta probabilmente per la salvezza e che quindi si tengono stretto il primo punto guadagnato.
Come avevamo detto, non è da sottovalutare il Castel D’Azzano di mister Sergio Chieppe, vittorioso con un largo 4-1 maturato però nei minuti finali contro il Caselle del tandem  Zenaro-Stritoff, altra compagine che lotterà per mantenere la categoria. Castel in vantaggio con una doppietta di Udrescu (8′ e 63′), intervallata dal momentaneo pareggio di bomber Bertucco al 61′. Il risultato rimane in bilico sul 2-1 fino al 90′ quando in tre minuti Otto e Trabelsi Enis chiudono la pratica regalando i primi importanti tre punti al Castel D’Azzano. Chiude la prima giornata la goleada della Juventina Valpantena del neomister Claudio Venturini, che esordisce con una vittoria con la neopromossa Alpo Lepanto, ancora alla ricerca delle misure della nuova categoria. Landolsi e Sterza non bastano per regalare le prime gioie a mister Rocco Sartori, cancellate dalle reti di Perbellini, Conti, Montolli, Pecora e Zecchini. Juventina in lizza come l’anno scorso per rimanere una delle compagini da prima metà della classifica, mentre l’Alpo dovrà probabilmente giocarsi la salvezza fino alle ultime giornate.

Il primo turno ha dato quindi i suoi verdetti e noi attendiamo già con impazienza il secondo.

 

Alla prossima giornata

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.