Juniores Elite A. Olimpica Dossobuono – Alba Borgo Roma.
di Francesco Galvagni
foto di Erika Fratton

Le due squadre giallo-rosse aprono il campionato Elite con ambizioni diverse, i padroni di casa con il nuovo mister Alessandro Matrullo, che raccoglie la non leggera eredità di Isacco Marostica, allenatore riuscito a portare l’Olimpica in Elite nel 2017/2018. Dopo una salvezza ai play-out i giallo-rossi  aspirano ad un campionato di alta classifica. In casa Alba invece confermato Gianfranco Franchini che potrà contare su una rosa con molti ex Under 17 in cerca di rivalsa dopo la retrocessione dagli Allievi elite ai regionali. I precedenti dello scorso campionato concluso all’8° posto dall’Alba e all’ 11° dall’Olimpica dicono 0-1 in favore del Dossobuono all’Avanzi nella seconda giornata e 0-3 per i ragazzi di Franchini al ritorno. Arbitra Federico Rinaldi (sezione AIA Verona). Inizia la stagione giovanile 2019/2020.

Olimpica Dossobuono-Alba Borgo Roma: (1-0) 1-4

Olimpica Dossobuono: Cariello, Marchese (26’st Kurukulasuriyage), El Himer (36’st Merzari), Vitolo (30’st Spezia), El Dhimni, Burgos ©, Varela (18’st Lizzari), Bonetti, Tommasi (20’st Schiavo), Laaboubi, Bouakou A disposizione: Vaccaro, Frustoli, Gianmoena, Piazzi. Allenatore: Matrullo Alessandro

Alba Borgo Roma: Sansone, Growcock, Sa, Trionfante (36’st Callegaro), Gobbo, Castelli (C), Tarantini (1’st Raimondi), Bezzetto, Pollina (15’st Perina), Filippi (45’+4 st Furioni), Scarmignan.  A disposizione: Savoncelli, Lorenzetti, Esposito. Allenatore: Franchini Gianfranco

Arbitro: Federico Rinaldi di Verona
Reti: 23’pt Varela (OD), 24’st Sa (A), 34’st Castelli (A), 45’+2 st, 45’+4 st Perina (A)

Note: ammoniti Bonetti (OD), Marchese(OD) espulsi Burgos (OD), Bonetti (OD) recuperi 3’ e 6’

Già alla prima giornata è in stato di emergenza l’Alba con 4 giocatori ai box e uno infortunato (Esposito) in panchina, al gran completo invece i locali con 20 giocatori in distinta. Si inizia con 13 minuti di ritardo ingiustificato. Mister Matrullo propone un 4-2-3-1 con Varela e Bouakou esterni e Laaboubi tre-quartista a supporto di Tommasi unica punta, risponde l’Alba con un 3-4-3 con tre fuori-quota uno per reparto, Trionfante nel pacchetto difensivo insieme a Gobbo e Castelli, Bezzetto centrale di centrocampo con Filippi e Scarmignan esterno sinistro nel tridente di attacco con Tarantini a destra e Pollina terminale offensivo.

Primo quarto d’ora del primo tempo di totale marca ospite con l’Olimpica che passivamente subisce l’azione dell’Alba Borgo Roma. Al  3’ angolo dalla destra battuto da Sa con le torri dell’Alba che non riescono ad indirizzare la sfera verso la porta difesa da Cariello. Al 5’ ospiti ancora pericolosi, ancora da calcio d’angolo, Sa, questa volta dalla sinistra mette in mezzo per Scarmignan che prova un tiro di sinistro al volo, murato. Al 6’ ci prova da fuori Growcock in progressione con il pallone che finisce tra le braccia del portiere. Al 12’ incursione per vie centrali di Bezzeto che tocca per Pollina che con il sinistro sfiora l’incrocio dei pali. L’assedio dell’Alba finisce al 14’ con una gigantesca occasione sciupata da Tarantini, Growcock scende sulla destra e mette al centro, nel tentativo di allontanare El Dhimni regala al numero 7 dell’Alba un rigore in movimento che termina altissimo. “Gol sbagliato gol subito” e infatti alla prima occasione da goal l’Olimpica va in vantaggio, Bonetti apre sulla sinistra per El Himer che serve Tommasi al limite dell’area, il 9 mette Varela davanti a Sansone che non sbaglia, probabilmente viziato da una posizione di offside, al 23’ Olimpica-Alba 1-0.
Il goal sveglia i padroni di casa che al 25’ hanno già l’opportunità di raddoppiare, Tommasi ruba un pallone a Castelli poco oltre il limite ma davanti a Sansone non è lucido e tenta uno sciagurato pallonetto che finisce tra le mani del numero 1 ospite. Si chiude un primo tempo in cui l’Alba ha fatto la partita ma dove i ragazzi di Matrullo si trovano in vantaggio per aver capitalizzato al meglio una delle poche occasioni presentate.

Alba Jr El Gianfranco Franchini

Dal 1’ del secondo tempo mister Franchini passa al 4-2-3-1 per fronteggiare specularmente l’avversario inserendo Raimondi per Tarantini, alzando Sa ad esterno offensivo di sinistra e abbassando Growcock terzino. Al 5’ pericoloso il Dossobuono, Marchese scende sul fondo poi crossa al centro per Laaboubi che impatta ma non riesce ad indirizzare il pallone verso la porta.
Al 20’ l’episodio chiave del match, Burgos, fino ad allora il migliore dei suoi stende in scivolata da ultimo uomo Scarmignan, che si stava involando indisturbato verso la porta, Rinaldi estrae il rosso (per chiara occasione da rete) per il capitano del Dossobuono che rimane in inferiorità numerica.

Dossobuono Jr El all. Matrullo Alessandro

La punizione battuta da Castelli finisce fuori di poco ma è solo il preludio alla rimonta dell’Alba. Al 24’ Sa pareggia da posizione ravvicinata dopo aver raccolto la sponda di Raimondi abile a controllare un traversone dalla destra. La rimonta si completa al 34’: Perina batte una punizione dal limite sulla barriera, sulla respinta il numero 15 subentrato a Pollina riesce a servire Trionfante che mette il pallone in mezzo per Castelli che spinge in porta, 1-2. Da qui in poi l’Olimpica Dossobuono, sebbene in 10 contro 11 prova un forcing per arrivare al pareggio con l’occasione più grande che capita al 40’, Lizzari intercetta il rinvio di Sansone arriva sul fondo e tocca dietro per Merzari che apre troppo il piatto destro con il pallone che finisce alle stelle. Al 41’ il direttore di gara nega un evidente penalty ai locali per tocco di mano di Raimondi in area poi al 44’ Bonetti lascia i suoi in 9 per proteste. Da qui in poi getta la spugna il Dossobuono con gli ospiti che con due uomini in più trovano ampi spazi per il contropiede che portano nei minuti di recupero a due goal di Perina, glaciale sotto porta. Il risultato di 1-4 finale è un po’ bugiardo. l’Alba Borgo Roma di Franchini inizia il campionato con una meritata vittoria, l’Olimpica di Alessandro Matrullo ci ha provato in tutti i modi ma la sfortuna e l’ingenuità tattica frutto forse di una squadra molto giovane e rinnovata sono costate caro.

I migliori:  difficile scegliere per l’Alba, ce ne sarebbero almeno sei meritevoli di una nomina ma premiamo Sa, migliore in assoluto, capace di rendere al 100% in ogni posizione, il più attivo in fase offensiva e pulito in quella difensiva, suo il goal che ha dato il via alla rimonta, Trionfante e Scarmignan due fuori-quota che hanno fatto semplicemente quello che i fuori-quota devono fare, dare sicurezza e far valere l’esperienza, per il numero 4 un’ottima prestazione in difesa oltre che nelle preziose proiezioni offensive, Scarmignan invece nonostante un primo tempo in chiaroscuro ha reso ai suoi la vita più facile procurando l’espulsione di Burgos contribuendo per l’Alba Borgo Roma ad incanalare la partita su binari favorevoli ai giallo-rossi.
Per l’Olimpica Dossobuono, potrà suonare strano ma i migliori sono Burgos e Bonetti, almeno fino alle loro espulsioni, spendibile ma forse non necessaria quella del primo, totalmente evitabile quella del secondo, arrivata però sul finale di gara, buona anche la prova di El Himer sulla corsia di sinistra. Insufficiente la direzione di Federico Rinaldi che ha messo d’accordo entrambe le tifoserie sugli spalti sull’inadeguatezza operativa considerato il livello della gara, spesso non vicino all’azione e autore di varie chiamate sbagliate.
Migliorerà anche lui, si riprenderanno Matrullo e il Dossobuono, il campionato è appena iniziato.

Alba Jr El all. Gianfranco Franchini

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.