Under 19 Nazionali. Villafranca-Mantova.
di Francesco Galvagni

Si gioca il “Derby della Postumia” al “Comunale” di Villafranca di Verona, dove si fronteggiano Villafranca Veronese e Mantova 1911 per la giornata 15 (seconda di ritorno) del campionato Under 19 Nazionali (girone D). I padroni di casa di mister Giacomo Venturi (oggi squalificato e sostituito in panchina dal secondo Massimo Bubani) arrivano al match di cartello di giornata dopo la sconfitta per 3-0 contro il Levico Terme; il Mantova di Claudio Matias Cuffa, ex calciatore professionista, è invece reduce dalla vittoria per 3-0 sul Dro Alto Garda. 28 i punti dei bianco-rossi in classifica, secondi all’inseguimento del Legnago Salus capo-classifica, 14 invece quelli di un Villafranca che nella seconda metà di stagione dovrà cercare di migliorare una classifica fino a qui non troppo soddisfacente.

Villafranca Veronese-Mantova (1-0) 2-1

Villafranca Veronese: Adami, Cerpelloni, Pizzini, Capanna, Totola (C), Owusu, Caia, Dalla Valentina, Giardino (43’st Adun Garbe), Rodighieri (19’st Venturelli), Pashaj. A disposizione: D’Amico, Cappiello, Residori. Allenatore: Bubani Massimo.

Mantova: Bertolotti, Tosi (19’st Guglielmetti), Arcari, Croci, Falcone (45’st Amato), Dellafiore, Serenghi, Landri (33’st Giovannini), Campagnari, Rossin (C), Cortese. A disposizione: Sanseverino, Pucci. Allenatore: Cuffa Claudio Matias.

Arbitro: Filippo Bonato di Verona Assistente 1: Pierpaolo Citterio di Verona Assistente 2: Marian Statache di Verona.
Reti: 23′ pt Giardino (V), 2′ st Campagnari (M), 39′ st Giardino (V).

Note: espulso Pashaj (V) per somma di ammonizioni; recuperi 1′ e 6′.

4-4-2 e maglia bianca per il Villafranca, il professor Bubani (ancora alle prese con il corso allenatori per il conseguimento del patentino UEFA) opta per il classico modulo con Giardino e Pashaj punte con Caia e Rodighieri sugli esterni. Divisa rossa invece per il Mantova, disposto in campo dal tecnico Cuffa con un 4-3-3 con il tridente offensivo composto da Serenghi, Campagnari e Cortese. Partono meglio gli ospiti che al 16′ creano la prima palla-goal: Tosi scende sulla corsia di destra, mette in mezzo per Campagnari che impatta di testa, pallone tra le mani di Adami. Immediata risposta locale con la discesa sulla fascia sinistra di Pizzini che serve a centro area Pashaj, con il sinistro il numero 11 sfiora il palo. Al 23′ come un fulmine a ciel sereno arriva il vantaggio del Villafranca: Caia va via sulla sinistra a Tosi, appoggia per Giardino che con il sinistro spinge in rete: 1-0. Al 38′ i padroni di casa rimangono in 10 per un’evitabile rosso di Pashaj che nel giro di due minuti rimedia due ammonizioni per proteste, e lascia i suoi in inferiorità numerica per quel che resta del primo tempo e per l’intera ripresa. Dopo uno strano episodio al 41′ (segnalazione di fuori-gioco da parte dell’assistente che i giocatori del Mantova scambiano per un goal, per via di un pallone danzante sulla linea ma visibilmente allontanato da Capanna) si chiude la prima frazione di gioco con il Villafranca avanti di misura su uno spento Mantova.

Il secondo tempo si apre con il pareggio quasi immediato del Mantova che lascia presagire una ripresa di assedio dei ragazzi di Cuffa verso la porta difesa da Adami: al 2′ Campagnari in sforbiciata scaraventa una palla vagante in area di rigore all’incrocio dei pali. I secondi 45 minuti saranno invece ben diversi, dato che il Villafranca è veramente ben messo in campo e non da assolutamente a vedere di essere in 10 contro 11 di fronte a una delle squadre favorite per la vittoria del girone. Il Mantova attacca ma senza troppa convinzione, con gli attaccanti bianco-rossi che sono ben controllati dalla retroguardia villafranchese capitanata da un Marco Adami oggi in gran giornata. Al 39′ il Villafranca trova il goal-vittoria con Giardino: Venturelli effettua un filtrante per il numero 9 che scatta in netta posizione di offside e a tu per tu con Bortoletti non sbaglia. Vibranti proteste di tutto il Mantova, soprattutto nei confronti dell’assistente che sarà vittima da qui a fine partita dei ripetuti “complimenti” dei supporters mantovani. I blu-amaranto di mister Bubani riescono a resistere fino alla fine dei sei lunghi minuti di recupero, al termine dei quali scatenano un’esultanza liberatoria per la vittoria di prestigio su un avversario, sulla carta, di caratura superiore.

Della vittoria del Villafranca ne approfitta soprattutto il Legnago, che batte 3-1 l’Ambrosiana nel derby veronese e allunga a +4 in classifica sui virgiliani, diretti avversari per la vittoria finale del girone e la qualificazione alle finali nazionali. Migliori in campo per i locali, Adami, oggi impeccabile tra i pali e in particolare una garanzia sulle palle alte, e Giardino; dopo l’espulsione del compagno di reparto ha dovuto sorreggere sulle sue spalle tutto l’attacco di mister Bubani. La doppietta e la consacrazione ad eroe di giornata sono il giusto premio per una prestazione di grande sacrificio. Per il Mantova bene Tosi, migliore dei suoi almeno fino a quando è rimasto in campo, e Campagnari, da citare solo per il goal del pareggio capace di far drizzare più di qualche antenna in tribuna.

 

 

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Informiamo che lo screen shoot ( o comunque la riproduzione e divulgazione non autorizzata) di articoli e foto di testata giornalistica, è azione illegale e perseguibile. Ringraziamo i nostri Lettori simpatizzanti per la correttezza.